The Amazing Spider-Man 3, le idee per il film mai fatto e le nuove parole di Andrew Garfield sul possibile ritorno

L'attore già apparso in Spider-Man: No Way Home ha detto di essere disposto a tornare ancora nei panni dell'Uomo Ragno: ecco le sue condizioni.

Sony Pictures Spider-Man e Gwen Stacy

Andrew Garfield sta vivendo un momento incredibile nella sua carriera d'attore: il suo film Netflix Tick, Tick... Boom! è uno dei più visti e apprezzati dalla piattaforma e il suo recente ritorno nei panni dell'Uomo Ragno in Spider-Man: No Way Home (ormai non è più un segreto) ha entusiasmato i fan!
Il suo Peter Parker ha riacceso la voglia di rivederlo in costume per le strade di New York e di scoprire cosa è successo a quel ragazzo nerd in tutti questi anni.

Ebbene, dopo che l'hashtag di The Amazing Spider-Man 3 è stato uno dei trend di Twitter per intere settimane, in una recente intervista a Variety Andrew Garfield ha finalmente detto di essere disposto a tornare nei panni di Peter Parker:

Sì tornerei assolutamente. Peter e Spider-Man sono entrambi al servizio di un bene più grande. È un ragazzo del Queens che conosce il dolore e la perdita ed è incredibilmente empatico. Proverei a riportare indietro il codice etico di Peter Parker se ci fosse l'opportunità di fare un passo indietro e raccontare di più di quella storia. Dovrei sentirmi molto più sicuro e fiducioso in me stesso.

The Amazing Spider-Man 3, il film mai fatto

Sony PicturesSpider-Man
Andrew Garfield

Dopo il secondo capitolo di The Amazing Spider-Man Sony ha interrotto i piani per un terzo film, che comunque era già stato pianificato in uscita nei cinema per il 10 giugno 2016. Di seguito sono riportati gli intrecci di trama che - secondo ciò che è stato diffuso online - si sarebbero dovuti sviluppare. Ovviamente non è detto che questi punti vengano ripresi in considerazione da Sony per un terzo capitolo, ma è interessante scoprire quale trama avrebbe potuto avere The Amazing Spider-Man 3.

L'attore Dennis Leary che nei primi due film di Marc Webb ha interpretato il Capitano Stacy ha dichiarato, in una intervista del 2015 a IGN, che i piani di Sony per The Amazing Spider-Man 3 prevedevano che Peter Parker studiasse una formula per riportare in vita i morti. Questa piega in stile Frankenstein avrebbe probabilmente riportato Gwen Stacy nel film.

Inoltre nel terzo capitolo sarebbero tornati anche Norman Osborn (che fino a quel momento aveva agito nell'ombra), Felicia Hardy nei panni di Black Cat, Aleksei Sytsevich aka Rhino e il padre di Peter Richard Parker, che in una scena eliminata si mostrava vivo a suo figlio:

Dai titoli di coda di The Amazing Spider-Man 2 era abbastanza chiaro che Sony stava preparando il terreno per l'arrivo dell'Avvoltoio, di Doctor Octopus, di Mysterio e di Kraven il cacciatore:

Infine, da The Amazing Spider-Man 2 è stata scartata all'ultimo l'idea di inserire nella storia del film il personaggio di Mary Jane Watson. L'attrice Shailene Woodley aveva anche girato una o due scene (le cui foto sono apparse online) ma è stato tutto scartato. Quindi, in teoria, l'idea di inserire questo personaggio come nuovo interesse amoroso di Peter potrebbe essere ancora valida.

The Amazing Spider-Man 4 e gli spin-off

È importante ricordare che Sony Pictures, oltre a The Amazing Spider-Man 3, aveva pianificato anche The Amazing Spider-Man 4 per il 4 maggio 2018 e gli spin-off legati a Venom e ai Sinistri Sei. In questo contesto era stato fatto il nome di Michael Massee (purtroppo deceduto nel 2016) per interpretare Gustav Fiers aka the Gentleman ovvero una versione cattiva di Nick Fury che avrebbe messo insieme la squadra dei Sinistri Sei. I piani però sono stati ufficialmente cancellati a febbraio 2015 a seguito dell'accordo tra Sony Pictures e Marvel Studios per portare Spider-Man nel Marvel Cinematic Universe. Tom Holland infatti appare per la prima volta come Peter Parker nel film Captain America: Civil War del 2016.

Leggi anche

      Cerca