Poster Pippi Calzelunghe

Pippi Calzelunghe

1969
Vota!

Sinossi

Pippi Calzelunghe (in svedese Pippi Långstrump) è la bambina protagonista dell'omonimo romanzo del 1945 della scrittrice svedese Astrid Lindgren e dell'omonima serie televisiva del 1969. Il suo nome completo è Pippilotta Viktualia Rullgardina Succiamenta Efraisilla Calzelunghe[1] (Pippilotta Viktualia Rullgardina Krusmynta Efraimsdotter Långstrump nella versione originale svedese). È una bambina eccezionale; piomba all'improvviso nella tranquilla cittadina svedese di Visby (nell'isola di Gotland) e va a vivere da sola a Villa Villa Colle (Villa Villekulla). Effettivamente Pippi è in compagnia di un cavallo bianco a pois neri (razza Knabstrup), che lei chiama zietto e di una scimmietta, signor Nilsson. L'aspetto vivace della Villa (colorata con colori verde, giallo e rosa pastello) attira subito l'attenzione degli abitanti della cittadina; in particolare quella di due bambini, Tommy ed Annika di dieci anni, che incuriositi accedono di soppiatto all'interno della villa e trovano una bambina loro coetanea, che si sta riposando con la testa ai piedi del letto e i piedi (sui quali campeggiano delle buffissime scarpe di 5 misure più grandi del piede stesso) sul cuscino. Incuriositi i bambini fanno presto amicizia con la simpatica inquilina della villa e scopriranno presto che tiene in casa una grossa borsa con monete antiche di inestimabile valore, frutto a suo dire dei tesori misteriosi trovati dal padre, pirata nei mari del Sud. Essa inoltre è dotata di una forza prodigiosa, ai limiti del paranormale, che subito metterà in atto alzando di peso il suo cavallo e facendo lo stesso con l'auto dei due malcapitati poliziotti, che dopo la soffiata avuta da zia Prysselius, vorrebbero farla sloggiare dalla villa.

Stagione Corrente

Stagione 1

Stagione 1

08 febbraio 1969
  • Anteprima Villa Villa Colle
    S01 E01 Villa Villa Colle 8 feb 1969

    Nella tranquilla cittadina svedese di Visby, sull'isola di Gotland, vivono i due fratellini Tommy e Annika Settergren, rispettivamente di 9 e 8 anni. Ogni mattina, andando verso scuola, si fermano a contemplare la fantastica Villa Villacolle, sognando che qualcuno un giorno venga ad abitarci. Non sanno però che in città sta per accadere qualcosa di insolito: sta arrivando Pippi Calzelunghe, una bambina di 9 anni che con suo padre, il capitano Efraim Calzelunghe, ha sempre viaggiato per mare intorno al mondo. Dopo un naufragio del padre, ora re dei negri dell'isola di Taka Tuka, Pippi si trasferisce temporaneamente a Villa Villacolle, comprata dal padre stesso, in attesa del suo ritorno. Pippi appare fin da subito come una bambina eccezionale e incredibilmente forzuta, con i capelli rossi legati in due treccine rosse ritte in fuori e il viso pieno di lentiggini; porta quasi sempre un paio di scarpe nere grandi il doppio del normale e due calze lunghe, una arancione e una verde. Alla villa porta con sé anche il signor Nilsson, una simpatica scimmietta, Zietto, un cavallo bianco a pois e un baule pieno di monete d'oro lasciatole dal padre. Tommy e Annika, di ritorno da scuola, comprendono da zia Prysselius, una zitella che lavora nel collegio della città, che qualcuno è andato ad abitare nella vecchia villa. I due vi fanno visita e, dopo qualche titubanza, vi entrano. Stupefatti dell'arredamento e dagli strani oggetti, sorprendono Pippi dormire nel letto con i piedi sul cuscino e, quando questa si sveglia d'improvviso, i bambini si presentano, fanno subito amicizia e iniziano a giocare. D'un tratto bussa alla porta zia Prysselius, venuta a mettere Pippi in collegio ma, dopo aver constatato che la bimba sa essere molto furba e dispettosa nei confronti degli adulti e che è in grado di vivere da sola, torna indietro a mani vuote chiedendo aiuto ai due poliziotti della città, Kling e Klang. A casa i tre bambini fanno merenda e Pippi regala a Tommy un coltello e ad Annika un anello. Mentre si trovano in giardino compaiono i due poliziotti, determinati ad acciuffare la bambina, noncuranti della sua astuzia e abilità. Dopo un inseguimento sul tetto, i due agenti se la svignano a gambe levate, lasciando la bambina libera di vivere in pace a Villa Villacolle.

  • Anteprima Una festa movimentata
    S01 E02 Una festa movimentata 15 feb 1969

    È una giornata piovosa e Pippi, testarda qual'è, decide di stendere il bucato ed innaffiare il giardino. Poi si dedica alla pulizia della casa. La mamma di Tommy e Annika è intenzionata a conoscere la nuova amica dei suoi bambini e decide perciò di dare una festa nel pomeriggio e di invitare anche lei. Quando Pippi lo viene a sapere chiede a Tommy e Annika di insegnarle a comportarsi da bambina ben educata, non avendo ella mai partecipato a una festa. Dopo scuola, i due fratellini corrono a Villa Villacolle mentre Pippi si sta lavando i piedi per l'imminente festicciola. La tentazione è grossa: la bambina rovescia tutta l'acqua sul pavimento e dà prova di come il lavare per terra pattinando su delle spazzole sia un metodo originale e divertente di fare le pulizie. Successivamente, i tre bambini giocano a "chi cerca trova": Pippi scova un bidone arrugginito, Tommy un libricino e Annika una collana. È giunto il momento tanto atteso: Pippi si presenta alla festa dopo essersi esercitata con Zietto e il signor Nilsson a comportarsi da signorina ben educata, ma inizia a combinare un guaio dopo l'altro (mette le dita nella torta, rompe le stoviglie e si appende al lampadario), sotto gli occhi scandalizzati della signora Settergren e di tutte le donne, compresa zia Prysselius. Dopo aver dato una bella lezione a dei prepotenti che se la prendevano con un compagno di scuola di Tommy e Annika, Pippi se ne torna a casa sotto la pioggia, dispiaciuta per tutti i guai combinati, confidando alla sua mamma su nel cielo di essere davvero amareggiata, ma che non fa per lei diventare una bambina ben educata. Ma alla fine decide che sarà un famoso pirata.

  • Anteprima In giro a far compere
    S01 E03 In giro a far compere 22 feb 1969

    Tommy e Annika sono in vacanza e corrono da Pippi per passare una giornata insieme. I tre decidono di andare in città a far compere. Dopo essersi immersa in una pozza Pippi, camminando, lascia delle enormi impronte rosse. Questo, ovviamente, attira l'attenzione dei due poliziotti Kling e Klang che, spaventati, credono si tratti del sangue della vittima di un qualche assassino. Nel frattempo Tommy, Annika e Pippi fanno tappa nel primo negozio, una profumeria: quest'ultima spiega alla commessa di non soffrire di lentiggini, poi compra un profumo molto costoso. La bottega successiva è un negozio di vestiti. Dopo essersi travestita Pippi rompe accidentalmente il braccio di un manichino che, tuttavia, ripaga immediatamente sotto gli occhi increduli della commessa. I tre capitano poi in un negozio di dolciumi e iniziano a comprare una quantità infinita di caramelle, cioccolatini, liquirizia e altre leccornie. Pippi offre poi a tutti i ragazzini i dolci. Dopo averli mangiati a Pippi serve la madicina, un portentoso farmaco che può curare da ogni malattia. Si reca perciò dal farmacista che, sbigottito, le vende alcune bottigliette, le quali verranno mischiate dalla bambina in un'unica bottiglia. L'ultima tappa è un negozio di giocattoli, dove Pippi ne acquista per tutti i bambini. Intanto i due vagabondi della città, Blum e Tonner-Karlsson, sono evasi dalla prigione, approfittando di Kling e Klang impegnati con il mistero delle impronte rosse. Vengono così a scoprire che ora in città vive Pippi, una bambina molto ricca con un baule pieno d'oro. Per concludere quest'ultima, Tommy, Annika e tutti i bambini improvvisano un concerto con delle ocarine regalate loro da Pippi, venendo tuttavia interrotti proprio da Kling e Klang. Alla fine della giornata i tre amici tornano a Villa Villacolle e gustano una limonata, colta da un albero cavo presente in giardino.

  • Anteprima Una gita in campagna
    S01 E04 Una gita in campagna 1 mar 1969

    Pippi ha costruito degli aquiloni e va a trovare Tommy e Annika per chiedere loro di andare a provarli. Dopo il consenso della mamma i tre si recano in campagna, in compagnia del signor Nilsson e in groppa a Zietto, e fanno volare gli aquiloni. Nel frattempo i due vagabondi Blum e Tonner-Karlsson cercano di elemosinare qualcosa cantando e suonando un organetto, costretti tuttavia a fuggire dopo essere stati avvistati dai poliziotti Kling e Klang. Sdraiati in mezzo a un prato i tre amici osservano gli aquiloni volteggiare in aria e Pippi fantastica su quanto possa essere facile volare provando ciò poco dopo, gettandosi da un dirupo a strapiombo. Successivamente, giocando a nascondino, Tommy e Annika sono vittime di uno scherzo di Pippi nascosta in una grotta, che si finge un drago. In quel momento, mentre rincorre i suoi amici, trova un uccellino morto e decide di seppellirlo con l'aiuto di Tommy e Annika, fischiettando poi una triste canzone. I tre amici si recano poi ad un ponte su un ruscello e giocano con delle barchette di legno. Nelle vicinanze si sono rifugiati i due vagabondi che, dopo svariate richieste, ricevono delle provviste di cibo da Pippi. Intanto, il signor Nilsson è scomparso. Dopo alcune ricerche i tre amici lo ritrovano su una zattera di fortuna in un fiume: Pippi improvvisa un salvataggio riportando la scimmietta a terra. I tre fanno così ritorno a casa Settergren, dove ritrovano il padre di Tommy e Annika a giocare a freccette fin da quella mattina cercando, senza successo, di fare tutti centri. Pippi, che aveva già dato prova della sua grande mira la mattina stessa, si riconferma campionessa, sotto gli occhi esterrefatti del signor Settergren.

  • Anteprima Uno strano compleanno
    S01 E05 Uno strano compleanno 8 mar 1969

    È il compleanno di Pippi, e Tommy e Annika svuotano i loro salvadanai per farle un bel regalo. La festeggiata, che intanto si sta dedicando ai preparativi, riceve una visita insolita: sono Blum e Tonner-Karlsson che, intenzionati a rubarle il baule con le monete d'oro, decidono di rimandare il furto, credendo dalla descrizione di Pippi che il signor Nilsson sia un omone grande e grosso. Tommy e Annika arrivano a Villa Villacolle, che risplende di mille luci, consegnano il regalo a Pippi (un carillon) e ricevono in dono un pallone e un'armonica. Dopo un banchetto a base di torta con la panna Pippi convince i suoi amici a salire in soffitta, facendo credere loro che lassù pulluli di fantasmi. Dopo essersi esibita in una danza al suono di un vecchio grammofono, Pippi trova una vecchia camicia da notte e delle pistole, che regala ai due fratellini. Al loro ritorno in salotto, Tommy e Annika intonano una canzone d'auguri per Pippi, poi tornano a casa. È il momento per i due vagabondi di intrufolarsi in casa, trovando tuttavia Pippi sveglia senza alcuna intenzione di essere derubata. Per difendersi, prima scaraventa Tonner-Karlsson su un armadio, poi gli lancia in faccia gli avanzi della torta. Pippi vuole poi donare ad entrambi una moneta d'oro, ma i due fuggono spaventati dalla finestra.

  • Anteprima Visita al Luna Park
    S01 E06 Visita al Luna Park 15 mar 1969

    In città è arrivato il luna park e Tommy e Annika non vedono l'ora di raccontare tutto alla loro amica, ma a Villa Villacolle di Pippi non c'è traccia. I due fratellini trovano invece un'elegante signora che dice che la bambina è partita per la Luna e che non sarà di ritorno prima di febbraio. Tommy e Annika non credono a questa storia e infatti rimangono vittime di un altro scherzo di Pippi, travestita da zia. I tre si recano finalmente al luna park: per iniziare giocano al tiro al bersaglio, dove Pippi vince un cagnolino per Annika. Anche Kling e Klang sono presenti: i due escogitano uno stratagemma per provare gratis le giostre, che si rivelano essere troppo spericolate per i due, anche a causa dello zampino di Pippi, che mette mano sulla giostra dei cavalli sulla quale si trovano anche Tommy e Annika, facendola andare a tutta velocità. È poi il momento dello spettacolo principale dove si esibirà Adolfo, l'uomo più forte del mondo. I più temerari potranno sfidarlo e Pippi non si tira certo indietro, mettendolo al tappeto e mostrando la sua incredibile forza. Nell'ultimo spettacolo si esibisce la signorina Paula in una danza con un serpente boa. Pippi, che ama molto i serpenti, si avvicina al palco ed estrae dal cesto un secondo boa, causando lo spavento della folla e del direttore, che la implora di riporre l'animale nel cesto.

  • Anteprima La prima neve
    S01 E07 La prima neve 22 mar 1969

    In città è arrivata la prima neve dell'anno e Pippi, dopo essersi svegliata e aver fatto l'inventario del suo guardaroba invernale, esce in groppa a Zietto per ammirare il paesaggio. Sul percorso incontra Tommy e Annika che stanno andando a scuola e scopre che, se vorrà avere le vacanze di Natale, dovrà seguire i suoi amici in classe. Dopo aver cercato di rassettare invano la casa, a causa del signor Nilsson che mette tutto a soqquadro, Pippi va a scuola portando con sè anche la scimmietta. La maestra, buona e gentile, cerca di interrogarla, ma lascia subito perdere quando capisce che la bambina non mostra il minimo interesse nel seguire la lezione. Durante il momento del disegno Pippi decide di ritrarre Zietto sulla parete a grandezza naturale. La maestra, indignata, decide di far cantare la classe, mentre Pippi si accascia stanca sul pavimento. La ragazzina sostiene che per lei la scuola sia troppo faticosa, perciò decide di andarsene, non prima di aver raccontato alla classe di quando lottò con un boa in India e di come nelle scuole del Brasile si passino le giornate a mangiare caramelle. Dopo aver incartato i regali e averli appesi a un albero Pippi costruisce una pista da sci e un'enorme palla di neve. Nel frattempo, Blum e Tonner-Karlsson tentano un secondo furto a Villa Villacolle ma Pippi sta in guardia, facendoli diventare pupazzi di neve dopo aver scagliato loro contro la gigantesca palla. Essi si scusano e Pippi regala loro due monete d'oro. I due ringraziano e subito dopo fuggono soddisfatti.

  • Anteprima Regali di natale
    S01 E08 Regali di natale 29 mar 1969

    Si sta avvicinando il Natale e zia Prysselius, contraria al fatto che Pippi lo passi in solitudine, cerca di metterla in collegio con l'aiuto di Kling e Klang, ma invano. Intanto a Villa Villacolle fervono i preparativi per un banchetto natalizio e Pippi prepara una quantità industriale di biscotti, stendendo un enorme strato di pasta sul pavimento. Tommy e Annika, sopraggiunti nel frattempo, chiedono all'amica di andare a pattinare con loro ed ella, non disponendo di pattini, se ne fabbrica un paio. Successivamente, i due fratellini chiedono a Pippi che regalo desidererebbe, per organizzarle in gran segreto una sorpresa, e la invitano a passare la vigilia a casa loro, poiché il pensiero che Pippi rimanga tutta sola li rattrista molto. Tuttavia, la bambina rifiuta, perché anche Zietto e il signor Nilsson rimarrebbero soli. Così, la sera della vigilia Pippi rimane a casa triste e in solitudine, ignara che Tommy e Annika, con tutti i loro amici stiano arrivando proprio da lei con un'allegra fiaccolata a portarle il regalo. Pippi, entusiasta nel vedere i suoi amici, scarta finalmente il regalo che si rivela essere una tromba (che desiderava da tempo) e, mentre la suona, tutti gli altri bambini si arrampicano sull'albero a scartare tutti i doni appesi da Pippi.

  • Anteprima L'introvabile spunk
    S01 E09 L'introvabile spunk 5 apr 1969

    È una bella giornata di sole e Pippi, dopo una sontuosa colazione con una torta alla panna, scova una conchiglia rovistando tra i cassetti del comò che, se immersa nell'acqua, rivela un fiore. Ella decide di trovargli un nome e finisce per inventare una parola nuova: spunk. Arrivano Tommy e Annika e, mentre i tre prendono un caffè, cercano di capire cosa possa essere uno spunk. Ipotizzando che possa trattarsi di un animale enorme e cattivo che spaventi persino il signor Nilsson, i tre amici si mettono all'opera e costruiscono una trappola per catturarne uno: sistemano dei secchi di vernice su delle assi sopra la porta d'ingresso così lo spunk, quando entrerà, si ritroverà sommerso di colore. Pippi, Tommy e Annika si recano in città per scoprire se lo spunk possa trovarsi lì. Dopo aver constatato che non è né una pianta né un animale si recano al negozio di dolciumi, ma senza ottenere una risposta. Il negozio successivo è una merceria, ma neanche lì il commesso sembra essere d'aiuto. Pippi pensa così di carpire informazioni da zia Prysselius, che abita in un condominio poco distante. Si arrampica sul muro e si affaccia alla finestra a testa in giù ma, invece di avere una risposta precisa dalla donna, la terrorizza. Mentre camminano per le vie della città Pippi sembra essere colta da un malore, così Tommy e Annika la portano dal dottore. Pippi gli afferma di avere lo spunk ma il medico, dopo averla visitata, la rassicura dicendole che è sana come un pesce. I tre tornano dunque a casa a mani vuote ma, proprio in quel momento, qualcuno cade nella trappola: è zia Prysselius, venuta a verificare che Pippi stesse bene. Mentre giocano in giardino Annika sta per pestare una bestiola. I tre non capiscono cosa possa essere, ma Pippi ha un'illuminazione e constata che sia lo spunk che cercavano da tanto. Finalmente, i tre amici scoprono dove si trovasse e, poco dopo, lo liberano facendolo volare via.

  • Anteprima Una gita in pallone
    S01 E10 Una gita in pallone 12 apr 1969

    Mentre cercano di elemosinare qualche spicciolo i due vagabondi Blum e Tonner-Karlsson progettano un ennesimo furto a Villa Villacolle dopo che Pippi, di passaggio con Tommy e Annika, ha offerto loro qualche pezzo d'oro. Intanto, a casa, i tre amici fantasticano su quanto sia bello volare come degli uccelli e a Pippi viene un'idea, quella di provare la vecchia mongolfiera di suo padre che si trova in soffitta. I tre organizzano dunque una piccola gita e, mentre preparano le provviste, i due vagabondi si intrufolano nella villa e riescono a impossessarsi del baule d'oro. Pippi, Tommy e Annika partono in compagnia del signor Nilsson. Sfortunatamente vengono visti da zia Prysselius che chiede aiuto a Kling e Klang per farli scendere immediatamente. I due poliziotti si mettono all'inseguimento del pallone che, dopo aver sorvolato la costa, atterra in un campo. I tre amici stanno per fare merenda, ma sono costretti a ripartire subito perché, in quel momento, sopraggiungono i poliziotti. Intanto, i due vagabondi se la spassano contando le monete sul ciglio della strada ma, proprio in quell'istante, piomba loro addosso dal cielo una bambola del tutto simile a Pippi (che i tre amici si erano portati sul pallone e che Tommy aveva fatto accidentalmente cadere). I due furfanti si spaventano, poiché hanno capito che la proprietaria del baule con l'oro si trova nei paraggi. Poco dopo il pallone arriva sul campanile di una chiesa, ma i tre amici terrorizzano il sagrestano che, credendo di avere le allucinazioni, corre subito ad avvertire il parroco. Tommy, Annika e Pippi fuggono subito, ma quest'ultima si lancia pericolosamente dalla punta del campanile e rischia di cadere di sotto. Riesce, tuttavia, a risalire coraggiosamente grazie all'aiuto di Tommy. I tre amici avvistano con il cannocchiale Blum e Tonner-Karlsson e, con un arpione, riescono a recuperare la valigia di monete d'oro, lasciandoli con un palmo di naso. I due ladri si danno alla fuga poiché Kling e Klang, che hanno seguito tutto il tempo il pallone invece di dare la caccia ai vagabondi, li avvistano e iniziano a rincorrerli, mentre Pippi, Tommy e Annika assistono divertiti alla scena dall'alto. Tuttavia, i due furfanti riescono a rubare la motocicletta dei poliziotti e a farla partire, lasciandoli a piedi nel bel mezzo del nulla.

  • Anteprima Come Robinson Crusoe
    S01 E11 Come Robinson Crusoe 19 apr 1969

    Si prospettano tre giorni di noia totale per Tommy e Annika, poiché i loro genitori, partiti per qualche giorno, chiedono a zia Prysselius di badare a loro. I due raggiungono Pippi che sta pescando su un pontile. All'improvviso Annika avvista sul fondo del lago una barca abbandonata e Pippi si tuffa subito per recuperarla, per poi portarla a Villa Villacolle e ripararla. La sera stessa Pippi è invitata a cena da Tommy e Annika: zia Prysselius ha preparato uno strano minestrone. Il signor Nilsson fa cadere nella zuppa delle viti mentre tutti sono distratti e, durante la cena, Tommy e Annika rischiano quasi di rompersi i denti. La mattina dopo continuano le riparazioni alla barca e si inizia a progettare un naufragio sulle orme di Robinson Crusoe: i tre amici salperanno la mattina successiva e navigheranno verso un'isoletta deserta in mezzo a un lago poco distante. L'indomani, all'alba, Tommy lascia un biglietto a zia Prysselius mentre sta ancora dormendo, nel quale la tranquillizza dicendole che lui e Annika sarebbero tornati la sera successiva e che con Pippi sarebbero stati al sicuro. I tre si recano dunque sulle rive del lago accompagnati da Zietto e dal signor Nilsson e salpano. Poco dopo Pippi avvista l'isoletta col cannocchiale e approdano. Dopo essere andati in esplorazione piantano una tenda nel mezzo di una radura: Pippi spaventa i suoi amici affermando che sull'isola vi siano indiani e bestie feroci. Dopo aver fatto finta di combattere contro un serpente ed un rinoceronte, i tre fanno il bagno giocando a tuffarsi da un albero in riva al lago e, al momento della cena, Pippi e Tommy fantasticano sul loro futuro da pirati, mentre Annika ne è terrorizzata. La notte stessa, nella tenda, Pippi sogna un veliero sul quale lei è capitano pirata. La mattina seguente i tre amici si svegliano con una brutta sorpresa: la barca è sparita. Chiedendosi come sarebbero potuti andare via Pippi spiega che in questi casi si invoca aiuto usando la posta in bottiglia, scrivendo un messaggio di soccorso e gettandola in acqua in attesa che qualcuno la trovi e venga a soccorrerli. All'improvviso Pippi si ricorda che la notte prima aveva tirato a terra l'imbarcazione per evitare che si bagnasse. I tre ripartono dunque alla volta della terraferma. Arrivati a Villa Villacolle, una bella sorpresa attende Pippi: suo padre Efraim è tornato a trovarla!

  • Anteprima Festa d'addio
    S01 E12 Festa d'addio 26 apr 1969

    Il padre di Pippi, re dei negri dell'Isola di Taka Tuka, è arrivato a Villa Villacolle. Finalmente anche Tommy e Annika fanno la conoscenza di Efraim Calzelunghe e ne rimangono molto colpiti. Dopo aver danzato al suono del tam tam Efraim annuncia alla figlia che vuole portarla con sé nei mari del Sud: naturalmente questo intristisce molto Tommy e Annika. Il giorno successivo, mentre Pippi fa la sua ginnastica mattutina, arrivano i due fratellini, evidentemente dispiaciuti nel vedere la loro amica tanto entusiasta per l'imminente partenza. In quel momento si presenta al cancello zia Prysselius per convincere per l'ennesima volta Pippi a seguirla in collegio, ma non sa che adesso in casa è presente anche il suo papà e, al vederlo, ne rimane talmente affascinata e felice da cambiare idea. Pippi, Tommy, Annika e il capitano Calzelunghe si recano al molo, dove è ancorata la Saltamatta, la nave sulla quale Pippi e suo padre hanno viaggiato per anni in lungo e in largo. I marinai sono molto contenti di rivedere la figlia del loro capitano e, dopo aver cantato e ballato, Pippi fa un annuncio: ci sarà una grande festa d'addio a Villa Villacolle e chiunque potrà partecipare. A casa Pippi, Tommy e Annika iniziano a preparare il tutto e nel pomeriggio tutti i bambini della città e i marinai della Saltamatta arrivano nel giardino di casa. Tutti, dopo il benvenuto, iniziano a mangiare e divertirsi: la festa culmina con una torta lanciata in faccia al capitano Calzelunghe e con Pippi che dà prova di essere la più forte del mondo, prima battendo suo padre a braccio di ferro, poi sollevando la porta di casa con sopra Zietto, Tommy, Annika e i marinai. La serata si conclude a suon di musica e alle luci di molte girandole, ma Tommy e Annika appaiono molto tristi: d'ora in poi, senza la loro amica, si sentiranno davvero soli.

  • Anteprima La partenza
    S01 E13 La partenza 3 mag 1969

    È giunto il momento tanto atteso: Pippi sta sistemando Villa Villacolle prima di lasciarla per sempre. La bambina rassicura anche il signor Nilsson: d'ora in poi la scimmietta non dovrà più indossare il maglione nei mari del Sud. Arrivano Tommy e Annika con due facce davvero tristi: Pippi prova a farli sorridere facendo delle smorfie, ma senza risultato. I tre amici, sempre in compagnia del signor Nilsson e Zietto, si avviano al molo, dove tutto è pronto per la grande partenza. Tutti i cittadini si sono riuniti per dare l'ultimo saluto alla strepitosa bambina che ha cambiato a tutti la vita: Kling e Klang, zia Prysselius e tutti i bambini della città, perfino Blum e Tonner-Karlsson assistono ai saluti dalle sbarre della prigione. Tommy e Annika se ne stanno in disparte: Pippi non sopporta di vederli così tristi e perciò, dopo aver parlato con suo padre, decide di restare a Villa Villacolle poiché ormai troppo affezionata ai suoi amici e a quella vita. Prima di salpare, padre e figlia si salutano e Efraim lancia a Pippi una nuova borsa di monete d'oro, con la promessa che tornerà presto a trovare la sua bambina. Tommy e Annika sono al settimo cielo e i tre fanno ritorno a casa in groppa a Zietto. Anche Pippi è felice di essere tornata e, dopo aver constatato quanto possa essere bello abitare a Villa Villacolle, i tre giocano felici come un tempo. D'un tratto Tommy afferma di non voler mai diventare grande e Pippi mostra ai due fratellini delle pillole del tutto simili a dei piselli, chiamate pillole Crumelius: sarà sufficiente inghiottirne una per restare per sempre bambini. I tre inseparabili amici aspettano che sia buio e prendono le pillole, fantasticando sul futuro e cosa avrebbero fatto l'indomani. Dopo essere tornati a casa, Tommy e Annika, felici che la loro amica sia rimasta a Visby, osservano Pippi dalla finestra. Dispiaciuti dal fatto che trascorra sempre la notte da sola, non desiderano altro che correre subito da lei il mattino successivo e la salutano dalla finestra. Pippi, sdraiata su una sedia a dondolo, fissa con aria sognante una candela sul tavolo di casa sua, che spegne infine con un soffio.

Cerca