15 attori che potevano essere Wolverine al posto di Hugh Jackman

Autore: Giulia Greco ,
Copertina di 15 attori che potevano essere Wolverine al posto di Hugh Jackman

Per quasi vent'anni Hugh Jackman è stato il volto di Logan/Wolverine al cinema nel franchise di X-Men targato Fox. Oggi ci risulta difficile pensare che un altro attore avrebbe potuto fare di meglio con il personaggio creato da Len Wein. Eppure, prima dell'inizio delle riprese, Bryan Singer, regista del film che nel 2000 ha dato avvio alla saga, non aveva certo in mente di fare di Jackman il volto degli X-Men al cinema.

Solo dopo un lungo ed estenuante processo di casting Hugh Jackman, che all'epoca non godeva ancora della fama che ha ottenuto dopo la partecipazione alla saga, è riuscito a ottenere l'ambitissimo ruolo.

Advertisement

Mel Gibson

Nel 1997, durante prime fasi di sviluppo del film, il ruolo di Wolverine fu offerto a Mel Gibson.

I concept art iniziali del personaggio, realizzati ancor prima che Bryan Singer salisse a bordo del progetto, erano infatti ispirati proprio ai lineamenti dell'attore. Qui sotto potete vederne uno realizzato da Miles Teves.

Russell Crowe

Hugh Jackman è stato indimenticabile nella parte del mutante dagli artigli di adamantio ma, prima di vederlo in azione nella parte, i produttori di X-Men avrebbero voluto che fosse Russell Crowe a portarne sullo schermo una versione in live-action.

Tuttavia, l'attore de Il gladiatore non voleva che tutta la sua carriera fosse definita da personaggi tragici e burberi. Temeva che la parte di Wolverine fosse troppo simile a quella di Maximus e non desiderava restare intrappolato per sempre nello stesso tipo di personaggio. Così, quando Singer si fece avanti per proporgli il ruolo da protagonista di X-Men, l'attore rifiutò.

Viggo Mortensen

L'interprete di Aragorn nella trilogia de Il Signore degli Anelli, ispirata all'omonima opera di J.R.R. Tolkien, incontrò Bryan Singer quando il regista gli propose il ruolo del mutante. Mortensen, però, non era certo di voler prendere parte alla pellicola. Quando suo figlio Henry, fan dei fumetti, lesse la sceneggiatura facendo qualche appunto a riguardo, Viggo scelse di rinunciare al ruolo.

Dougray Scott

Dougray Scott non fu tra gli attori che rifiutarono la parte dopo che gli venne proposta. Scott, infatti, accettò di prendere parte al progetto. Perché allora non è lui che abbiamo visto sullo schermo? Appena iniziate le riprese, l'attore abbandonò il set a causa degli altri impegni lavorativi presi in precedenza con la produzione di Mission: Impossible II. Inoltre, dopo essere stato ferito durante un incidente in moto, si rese conto che non avrebbe potuto offrire una performance degna di questo nome.

Keanu Reeves

I produttori di X-Men considerarono anche di offrire il ruolo di Wolverine a Keanu Reeves dopo averlo visto nella parte di Neo in Matrix.

Advertisement

Ironia della sorte, il nome di Reeves continua a essere accostato al mutante ancora oggi che i Marvel Studios stanno pensando a un modo per inserire il personaggio nell'Universo Cinematografico Marvel.

Glenn Danzig

Tra i candidati alla parte c'era anche il cantante dei Misfits Glenn Danzig. Pare che Danzig non fosse però disposto a impegnarsi nel progetto, che gli avrebbe richiesto un intero anno di lavoro. Non volendo mettere da parte la sua carriera musicale, Glenn Danzig rifiutò la parte dopo aver incontrato i responsabili del film di 20th Century Fox.

Sembra anche che, dopo aver visto il film con Jackman, non fosse contento del risultato finale e della performance che ha definito la carriera del benvoluto attore australiano.

Edward Norton

Edward Norton, che qualche tempo fa ha interpretato Bruce Banner ne L'incredibile Hulk prima di di essere sostituito da Mark Ruffalo, figura tra i candidati al ruolo di Wolverine. Al tempo dei casting per il personaggio, secondo quanto riportano Hollywood.com e IMDb, Norton fu contattato per un provino, ma rifiutò di farlo.

Aaron Eckhart

Anche il nome di Aaron Eckhart viene spesso accostato a Wolverine.

Non è chiaro se l'attore rifiutò la parte o semplicemente non risultò convincente abbastanza. Certamente lo è stato nella parte del villain Harvey Dent/Due Facce ne Il cavaliere oscuro.

Advertisement

Jackie Earle Haley

L'attore candidato al premio Oscar per il film Little Children avrebbe potuto interpretare Wolverine nel film del 2000 o per lo meno fu considerato per la parte prima che la produzione e Bryan Singer decidessero di assegnarla a Hugh Jackman.

Gary Sinise

L'attore di Forrest Gump era già forse troppo grande per interpretare Wolverine al cinema quando fu annunciato il primo film della saga. Probabilmente questa fu una delle ragioni per cui l'attore non riuscì infine ad avere la parte.

Kiefer Sutherland

Il nome di Kiefer Sutherland, protagonista della serie televisiva 24, appare in diverse shortlist relative ai casting per Wolverine nel primo film di X-Men. Evidentemente, pur essendo stato preso in considerazione per la parte, non risultò convincente quanto Jackman.

Thomas Jane

Secondo Hollywood.com, Thomas Jane avrebbe ottenere la parte del protagonista nel cinecomic di Bryan Singer, ma alcuni problemi contrattuali glielo impedirono. È chiara la ragione per cui l'attore venne considerato per la parte: aveva già ampiamente dimostrato di poter sostenere un ruolo d'azione in film come Boogie Nights - L'altra Hollywood e Blu profondo.

Jean-Claude Van Damme

Perfino Jean-Claude Van Damme avrebbe potuto interpretare il supereroe mutante al cinema. Non sappiamo tuttavia se fu l'attore a rifiutare la parte o se i responsabili dei casting preferirono Jackman.

Johnny Depp

Non è una certezza, ma poco più di un rumor: secondo il sito web NotStarring.com, anche Johnny Depp fu preso in considerazione per il ruolo del mutante, ma rifiutò di prendere parte al film.

Bob Hoskins

Non fu Bryan Singer a proporre Bob Hoskins per la parte di Wolverine. Eppure l'attore avrebbe potuto interpretare il personaggio in una produzione hollywoodiana. L'attore faceva infatti parte del cast della serie, mai realizzata, Wolverine and the X-Men affidata a James Cameron nei primi anni Novanta.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Logan - The Wolverine, la colonna sonora dell'ultimo film con Hugh Jackman nel ruolo

Dallo score firmato da Marco Beltrami (che ha preso il posto di Cliff Martinez) alla centralità di Johnny Cash nel cripto-western di James Mangold: il "Man in Black" è presente dal lancio del trailer fino ai titoli di coda.
Autore: Alessandro Zoppo ,
Logan - The Wolverine, la colonna sonora dell'ultimo film con Hugh Jackman nel ruolo

Logan - The Wolverine, il terzo e (forse) ultimo film spin-off dedicato al mutante, ha un impatto emotivo e un'intensità rara nell'universo Marvel, non solo degli X-Men. La trasmissione del sapere, la responsabilità della genitorialità e l'ereditarietà della consapevolezza sono al centro del cripto-western di James Mangold, che guarda apertamente al cinema hollywoodiano classico, quello più crepuscolare e noir.

Parte del merito nella riuscita del film, scritto dallo stesso Mangold con Scott Frank e Michael Green partendo dai fumetti di Roy Thomas, Len Wein e Mark Millar, si deve alla colonna sonora che accompagna il viaggio finale del supereroe di Hugh Jackman, afflitto dall'artrite e con la propensione alla bottiglia, miope e ormai con i muscoli rattrappiti. D'altronde quando si parla di #Logan - The Wolverine, non si può non soffermarsi sulle sue musiche.

Sto cercando altri articoli per te...