Alexander Skarsgård sulle scene di nudo: 'Più pazzesche sono, meglio è!'

Autore: Giulia Greco ,

L'attore svedese Alexander Skarsgård non è nuovo all'interpretare personaggi complessi e sfaccettati, a volte anche malvagi, che hanno l'abitudine di sfilarsi via i vestiti di dosso. 

Ha dato il volto per sette anni al sensuale vampiro vichingo Eric Northman, sceriffo di Shreveport, nella serie di HBO #True Blood, e più recentemente è stato il violento Perry Wright in Big Little Lies, ruolo che gli è valso un premio Emmy e un Golden Globe come miglior attore non protagonista in una miniserie. 

Advertisement

Il protagonista di La Conseguenza, dramma incentrato sulla Seconda Guerra Mondiale, ha confessato a People che per lui non è affatto un problema girare scene di nudo o di sesso. 

Ovviamente non è un problema. Sono stato in True Blood per sette anni e in quello show c'erano tantissime scene di nudo molto grafiche. 

Le scene di sesso in True Blood erano piuttosto particolari, e divertivano molto Skarsgård.

Più sono pazzesche, meglio è. Le amo. Ci ho messo tutto me stesso. Mi divertivano molto. 

Tant'è vero che si vociferava che Alexander fosse in lizza per il ruolo di Christian Grey in 50 Sfumature di Grigio

Advertisement

Avevo anche incontrato i produttori, ma non ho mai letto lo script o fatto l'audizione per il ruolo. Credo che l'autrice della saga avesse già in mente chi avrebbe interpretato Christian Grey. 

Se per l'attore non è imbarazzante girare questo tipo di scene, lo è però parlare dei riconoscimenti che ha ricevuto dalla critica. 

Gli svedesi sono molto timidi e riservati quando si tratta di ricevere complimenti. Mi sono sentito molto a disagio quando ho vinto il Golden Globe, non sapevo cosa farci. Ero tutto 'Oh, è così imbarazzante'. 

Potremo rivedere Alexander e riscoprire il suo talento a partire dal 21 marzo nei cinema italiani grazie al film La Conseguenza, accanto a Keira Knightley, di cui trovate il trailer poco qui sopra.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Netflix licenzia altre 300 persone (ma continua a investire)

Altre 300 persone hanno perso il lavoro a causa della crisi Netflix, che comunque continua a investire su prodotti originali.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Netflix licenzia altre 300 persone (ma continua a investire)

È la stessa azienda ad annunciarlo. Netflix ha purtroppo licenziato altri 300 dipendenti, dopo averne "mandati a casa" 150 il mese scorso. Si tratta di un nuovo taglio del personale pari al 3% della forza lavoro dell'azienda che conta circa 11 mila dipendenti.

La dichiarazione di un portavoce di Netflix ha fatto sapere che:

Sto cercando altri articoli per te...