Alice in Borderland 3 si farà? Le possibili trame

Autore: Chiara Missori ,
Copertina di Alice in Borderland 3 si farà? Le possibili trame

Lo spiazzante finale della seconda stagione della serie TV Alice in Bordeland (titolo originale Imawa no kuni no Arisu, 今際の国のアリス), prodotta in Giappone e diffusa su Netflix, probabilmente suggerisce la risposta alla domanda che tutti i fan si stanno ponendo: Alice in Borderland 3 si farà?

Per quanto riguarda le precedenti stagioni, Netflix aveva programmato l'uscita della prima a dicembre 2021 e della seconda a dicembre 2022. In caso di rinnovo, potremmo dunque ipotizzare che i nuovi episodi usciranno nel corso di dicembre 2023? Al momento, tuttavia, Netflix non ha ancora confermato alcun rinnovo e ci troviamo piuttosto lontani dal conoscere anticipazioni ufficiali circa la trama del terzo capitolo di Alice in Borderland.

Advertisement

Quel che è certo è che ci sono molte fonti d'ispirazione disponibili per la produzione della terza stagione di Alice in Borderland, tra spin-off e sequel del manga originale di Haro Aso. 

Advertisement

Il manga di Alice in Borderland narra la stessa storia della serie Netflix live action: un giovane di nome Ryohei Arisu e i suoi due amici, Daikichi Karube e Chōta Segawa, scoprono improvvisamente che la maggior parte degli abitanti di Tokyo è scomparsa nel nulla e che ora si ritrovano in un "game" dal quale non possono sottrarsi. I personaggi di Alice in Borderland corrispondono a personaggi di Alice nel Paese delle Meraviglie: Arisu infatti è simbolicamente Alice mentre Karube e Chōta sono il Tricheco e il Carpentieri della versione letteraria. Inoltre, i giochi di Alice in Borderland sono strutturati in base ai quattro semi delle carte (cuori, quadri, fiori, picche), via via crescenti in difficoltà, e i malcapitati devono vincerli tutti per evitare la morte.

Il fumetto finisce allo stesso modo della serie televisiva, ma considerando che dal manga originale sono nate altre opere, non possiamo pensare che l’avventura di Alice in Borderland sul piccolo schermo sia conclusa. Netflix potrebbe dunque sviluppare delle nuove storie basandosi su queste.

Il primo spin-off da cui trarre ispirazione per Alice in Borderland 3, potrebbe essere il manga intitolato Alice in Borderland: Chi no Kyokuchi – Daiya no King-hen (だいやのきん). Tradotto letteralmente sarebbe "Re di diamanti" poiché il seme dei quadri in inglese si chiama "diamonds". La storia inizia quando Chishiya sfida il Fante di Quadri a una partita di Mahjong e si svolge una battaglia d'intelligenza. Chi no Kyokuchi – Daiya no King-hen è stato pubblicato dall’ottobre del 2014 al febbraio 2015 sulla rivista Weekly Shonen Sunday.

Il secondo spin-off è intitolato Alice on Border Road (今際の路のアリス Imawa no michi no Arisu), scritto da Aso e illustrato da Takayoshi Kuroda. La trama segue una liceale, Ariju Kojima, che una mattina si risveglia in una versione desolata e in rovina di Kyoto. Incontra dieci uomini e donne che, come lei, hanno perso la memoria e indossano figure di carte da gioco. È costretta a collaborare con loro per tornare a Tokyo. Alice on Border Road, disegnato da Takayoshi Kuroda, è stato pubblicato dall’agosto del 2015 al febbraio 2018 sulla rivista Monthly Sunday GX. 

Terza opera dalla quale trarre ispirazione per Alice in Borderland 3 potrebbe essere il sequel ufficiale del manga intitolato Alice in Borderland: Retry (今際の国のアリス RETRY Imawa no kuni no Arisu Retry). Arisu si ritrova di nuovo a Borderland e deve vincere una serie di giochi per scappare e sopravvivere. Questa volta, però, deve lottare anche per tornare dalla sua futura moglie. In Italia questa serie è stata annunciata al Lucca Comics & Games 2021 da Edizioni BD e verrà pubblicata sotto l'etichetta J-Pop come decimo volume della nuova edizione di Alice in Borderland composta da 9.

Nel 2020, su Twitter l’autore annunciava la serializzazione di Alice in Borderland: Retry su Weekly Shonen Sunday. Spiega che lui intendeva ritirarsi, tuttavia quale miglior modo per celebrare la serie Netflix ispirata alla sua opera se non un sequel? Ha anche aggiunto, in tono ironico, di aver dimenticato come tenere in mano un pennino essendo trascorsi anni dalla conclusione di Alice in Borderland.

Advertisement

Insomma, ci sono diverse opzioni disponibili per Netflix se decidesse di continuare la serie di Alice in Borderland con una terza stagione.

L’immagine di copertina di questo articolo è tratta dalla serie TV Alice in Borderland di Robot Communications Inc.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Netflix, dura risposta alle critiche per le serie cancellate

Scopri cosa ha dichiarato il co-CEO Ted Sarandos per rispondere agli utenti che si sono ribellati agli show cancellati da Netflix.
Autore: Rebecca Megna ,
Netflix, dura risposta alle critiche per le serie cancellate

Ted Sarandos, co-CEO di Netflix, ha spiegato il motivo per cui hanno cancellato vari show dal catalogo della nota piattaforma di streaming online. Gli utenti si sono spesso ribellati a queste decisioni prese dal colosso dello streaming.

In una nuova intervista per Bloomberg, Sarandos ha risposto alle critiche degli utenti di Netflix sugli show cancellati nel 2022.

Sto cercando altri articoli per te...