American Gods: Marilyn Manson entra nel cast della stagione 3

Autore: Chiara Poli ,

#Marilyn Manson continua la sua avventura sul piccolo schermo: dopo aver recitato in Sons of Anarchy, Salme e The New Pope - e attualmente impegnato sul set della nuova serie tratta da L'ombra dello scorpione di Stephen King - sarà nel cast di American Gods.

La serie, trasposizione dell'omonimo romanzo di Neil Gaiman, lo vedrà nei panni di Johan Wengren, il frontman di una band death metal chiamata Blood Death.

Advertisement

Lo fa sapere Comicbook, che riporta:

Wengren e i Blood Death sono anche una fonte di potere per il personaggio interpretato da Ian McShane, Mr. Wednesday, nella sua guerra contro i Nuovi Dei.

Dopo il cambiamento al timone per la seconda stagione, con la sostituzione di Bryan Fuller e Michael Green - creatori della serie - con Jesse Alexander come showrunner, American Gods aveva avuto un inevitabile calo di qualità e di gradimento da parte del pubblico.

Impegnati su altri fronti, due veterani come Fuller (Pushing Daisies, Star Trek: Discovery) e Green (Smallville, Logan) hanno lasciato il posto ad Alexander (Alias, Heroes) senza però potergli dare il loro contributo per dare alla storia la giusta direzione.

Advertisement

Ora, al timone arriva Charles H. Eglee (#The Walking Dead, The Shield), showrunner per la stagione 3, e la musica è destinata a cambiare.

La terza stagione potrebbe anche essere quella conclusiva per la storia magistralmente interpretata da Ian McShane, Ricky Whittle, Emily Browning, Cloris Leachman, Pablo Schreiber e Orlando Jones.

Sono elettrizzato che American Gods sia stata rinnovata per la terza stagione e ancora più elettrizzato per il fatto che ci lavorerò con Chic Eglee. Chic è un ottimo partner, abbiamo lavorato per settimane sulla direzione della stagione e sono felice che possa portare la torcia di American Gods verso la gloria. Grazie a Fremantle, Starz e Amazon per aver avuto fede in nella serie, a Bryan, Michael e Jesse per averla portata fino a qui, a tutto il cast artistico e tecnico e soprattutto agli spettatori. È il loro amore per i personaggi che ci ha portati a questo punto e ci porterà al prossimo capitolo.

Parola di Neil Gaiman. E se è felice lui per l'arrivo di Eglee, non possiamo che esserlo anche noi!

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Il film nascosto di Tim Burton che forse non conosci [GUARDA]

Scopri qual è il film nascosto di Tim Burton di cui si parla poco ma che è stato molto importante per rendere il famoso autore quello che conosciamo ora.
Autore: Agnese Rodari ,
Il film nascosto di Tim Burton che forse non conosci [GUARDA]

Tim Burton è un regista, produttore e sceneggiatore che riesce a stregare il pubblico grazie a uno stile inconfondibile, che unisce fantasy e grottesco con un carattere sempre originale. Molti conoscono Burton grazie al cupo film Edward mani di forbice (di cui potete leggere il nostro articolo temi e significato di Edward mani di forbice) o al più recente La fabbrica di cioccolato, entrambi con la partecipazione dell’attore Johnny Depp.

Non tutti però sanno dell’esistenza di un mediometraggio di Burton molto particolare, che è stato trasmesso una sola volta per l'occasione di Halloween su Disney Channel americano, il 31 ottobre 1983, per poi sparire nel nulla. Il film in questione si intitola Hansel and Gretel, tratto dall’omonimo racconto dei celebri fratelli Grimm ma che presenta una rivisitazione in stile giapponese, dato il fascino che il Paese del Sol Levante esercitava su Burton all’epoca. Proprio dal Giappone Burton riprese la tecnica della stop motion (già usata per molti film su Godzilla). Questa consiste nell'usare oggetti inanimati che vengono mossi e fotografati ad ogni loro piccolo cambio di posizione, di modo che una volta unite le fotografie in sequenza, nel risultato finale sembrino muoversi in maniera autonoma.

Sto cercando altri articoli per te...