American Horror Story: Evan Peters e Sarah Paulson nella stagione 10?

Autore: Chiara Poli ,

Abbiamo ricostruito la storia, con i grandi colpi di scena, delle prime 8 stagioni di #American Horror Story in attesa del debutto di #1984, dal 7 novembre su FOX.

E ora, come da tradizione, Ryan Murphy sta già pensando al futuro. Perché? Perché oggi è Halloween ed è il giorno in cui il geniale co-creatore - insieme a Brad Falchuk - della serie sceglierà l'argomento della stagione successiva, già rinnovata dal network FX.

Advertisement

La settimana scorsa, alla festa per il 100° episodio di American Horror Story, Murphy ha dichiarato: 

Decido sempre il giorno di Halloween e ho due idee dalle quali vado avanti indietro, perciò non so quale vincerà. 

Le idee selezionate, fra le molte, sono rimaste in due. Ma, secondo Murphy, American Horror Story non finirà presto. 

Penso che possa durare fino a quando sarò in grado di vivere e respirare e continuare a interessarmi a lei, e finché John [Landgraf, di FX] vuole continuare a farla. E penso che lui abbia una passione per tutto questo. È stata la serie numero uno per quella rete dal 2011, l'anno in cui è stata presentata per la prima volta. Sta ancora prendendo tutti a calci.

All'alba del decennio sulle sue spalle, insomma, American Horror Story continua a mietere successi. La ragione è da ricercarsi senza dubbio nell'altissima qualità della scrittura, delle interpretazioni e della produzione, ma anche nella formula antologica che ha trasformato la creatura di Murphy e Falchuk in una sorta di enciclopedia del genere horror, un compendio che riassume ogni argomento che è stato trattato in letteratura, al cinema e in TV.

Per questo, secondo me, la serie continua a "prendere a calci" serie certamente meno di nicchia ma anche molto meno meritevoli dal punto di vista qualitativo.

In questa nona stagione è più popolare in tutto il mondo di quanto sia mai stata. Perciò credo che abbia una vita fantastica perché è antologica e ha un cast brillante, e nuove persone vanno e vengono. Alcune stagioni magari non ti piacciono, ma alcune stagioni le ami. Quindi c'è qualcosa per tutti, penso.

La vastità del materiale, il gioco infinito degli omaggi e delle citazioni, lo spaziare fra epoche e stili: American Horror Story ha davvero, come afferma Murphy, qualcosa da offrire a tutti. A patto di saperlo apprezzare.

Advertisement

Il cast ricorrente, per una serie antologica, è quel tocco in più che regala grandi soddisfazioni. E oggi, nel giorno in cui Ryan Murphy deciderà di cosa parlerà la prossima stagione di American Horror Story, mentre noi ci prepariamo a vedere la prima stagione senza Sarah Paulson ed Evan Peters, le sue parole sono davvero preziose:

Chiunque abbia fatto parte della serie ha un invito sempre aperto per tornare. Fa parte del pacchetto. Quindi a volte le persone non sono disponibili. Vanno via e fanno altre cose. E poi a volte ricevo una chiamata che dice: 'Oh, voglio tornare'. Perciò, intorno a questo periodo dell'anno, faccio sempre un giro e guardo cosa stanno facendo le persone e a cosa sono interessate. Potreste rivedere Sarah. Potreste rivedere Evan.

Advertisement

Se Murphy si sbilancia in questo modo, probabilmente significa che a quest'ora ha già verificato che Sarah Paulson ed Evan Peters siano pronti a tornare per la prossima stagione.

Le sue parole risalgono infatti a una settimana fa e oggi - verosimilmente - la scelta definitiva dell'argomento della prossima storia sarà influenzata anche dalla consapevolezza che alcuni membri preziosi fra quelli ricorrenti nel cast siano o meno disponibili e interessati, per citare le sue parole.

Ne sapremo presto di più. Nel frattempo, prepariamoci ad assistere a un'altra grande, ricchissima stagione di American Horror Story!

[QUIZ]

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Stephen King bacchetta una scena della serie TV The Last of Us

Leggi per scoprire che cosa ha fatto storcene il naso allo scrittore Stephen King nel terzo episodio della serie TV The Last of Us.
Autore: Francesca Musolino ,
Stephen King bacchetta una scena della serie TV The Last of Us

La serie TV The Last of Us tratta dall'omonimo videogioco di Naughty Dog continua ad aumentare l'apprezzamento del pubblico episodio dopo episodio. In particolare Long Long Time ovvero il terzo episodio della serie TV The Last of Us, ha commosso ed emozionato i fan per la storia d'amore tra Frank e Bill

Tuttavia c'è anche chi come Stephen King, ha bacchettato l'episodio in questione per una scena che sembra essere fin troppo surreale. Lo scrittore ha espresso le sue perplessità in un tweet come riportiamo di seguito:

Sto cercando altri articoli per te...