Recensione di American Horror Story: Hotel Episodio 7 La settima arte

Autore: Chiara Poli ,

Non aprite quella porta. Non abbattete quella parete. Non entrate in quella stanza. Si tratta di una regola base del genere horror, che è anche la regola più infranta del genere. E insieme alla parete d’acciaio, questa volta, viene abbattuto un’altra barriera sui segreti dell’Hotel Cortez. Segreti legati al magico mondo del cinema.

Mentre la barriera che separa John Lowe dalla follia si fa sempre più sottile e la Contessa, per la prima volta, mostra di essere spaventata da chi o cosa si trovava dietro la parete abbattuta.

Advertisement

Perché dietro quella parete c’è la sua storia. La storia di un’aspirante attrice che si ritrova invitata a casa di Rodolfo Valentino (che, puta caso, è identico a Tristan). Siamo nel 1925 e diventare una star del cinema equivale a diventare immortali.

#American Horror Story - Hotel ci parla della fama, effimera come un’illusione, e del sogno dell’immortalità che si trasforma in una condanna. Per sé e per molti, molti altri.

American Horror Story: Hotel - Episodio 7 La settima arte
American Horror Story: Hotel - Lady Gaga nell'episodio 7, La settima arte

La futura Contessa si ritrova in un triangolo con Rodolfo Valentino e sua moglie, Natacha Rambova. Quando riceve la notizia della morte di Valentino si trova alla festa di inaugurazione dell’Hotel Cortez. Il Signor March le impedisce di suicidarsi per il dolore e la sposa, gettando le basi dell’anima tormentata che impareremo a conoscere.

Advertisement

Fra personaggi storici e finzione, fra mito e realtà, si gioca sulle leggende dei personaggi più celebri di tutti i tempi che fingono la loro morte per continuare a vivere… In un’altra forma.

Rodolfo Valentino diventa un vampiro grazie a F.W. Murnau, il regista del Nosferatu del 1922 (a cui si rende omaggio con la scena dell’ombra sul muro).

La leggenda sul vero vampiro di Murnau, che all’epoca fece impazzire la stampa, viene inserita alla perfezione nella trama e si lega alle tante leggende che hanno alimentato lo star system.

Fra presente e passato, questo è l’episodio delle rivelazioni. Il detective Lowe sfrutta la sua instabilità per farsi ricoverare dove crede sia rinchiuso il Killer dei Comandamenti (ma trova solo una ragazzina, Wren…).

Advertisement

Mentre Rodolfo e Natacha tornano alla vita, “bevendo” chiunque si trovi sul loro cammino.

Sono stati murati vivi in un’ala dell’Hotel Cortez da March, geloso della moglie. Ma hanno anche dato vita alla Contessa, rendendola un vampiro. Pronta a sposare Will Drake e a svelarci altri pezzi del puzzle sulla storia dell’Hotel Cortez.

American Horror Story: Hotel - La settima arte: Valentino e Rambova
Rodolfo Valentino e Natacha Rambova nel settimo episodio di American Horror Story: Hotel

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Lo strano record dello Speciale dei Guardiani della Galassia

Guardiani della Galassia Holiday Special uscito oggi 25 novembre su Disney+ ha uno strano record, è il primo film dell'MCU a avere questa caratteristica.
Autore: Gianluca Ceccato ,
Lo strano record dello Speciale dei Guardiani della Galassia

James Gunn che è il regista di due film importantissimi del Marvel Cinematic Universe ( Guardiani della Galassia vol. 1 e vol. 2) ha rivelato, tramite un'intervista per Variety, la particolarità del suo nuovo progetto dell'MCU ossia lo Speciale di Natale dei Guardiani della Galassia. 

Il regista ha confermato che lo Speciale di Natale dei Guardiani della Galassia non ha un villain e quindi batte uno strano record (è il primo film dell'MCU a non avere un cattivo). Lo speciale rappresenta un progetto in completa contrapposizione con i film supereroistici odierni che vedono la figura del cattivo come perno centrale della pellicola.

Sto cercando altri articoli per te...