Amy Schumer e la risposta antisessista a Giuliana Rancic agli Emmy 2016

Autore: Maria Teresa Moschillo ,

Amy Schumer è senza dubbio una delle personalità più irriverenti dello showbiz.

Attrice comica irresistibile e nondimeno valida produttrice, la Schumer è stata protagonista di un episodio durante gli Emmy Awards 2016 che sta facendo molto discutere. Nell'occhio del ciclone è finita la risposta - decisamente esilarante - di Amy all'inviata televisiva Giuliana Rancic, a Los Angeles per intervistare - come ogni anno - le star che calcano il tappeto rosso degli Emmy.

Advertisement

La malcapitata ha rivolto ad Amy Schumer una delle domande di rito che caratterizzano da sempre le classiche interviste da red carpet, ovvero: "Che cosa indossi?".

Questo interrogativo non è molto gradito alle donne di Hollywood, che reputano riduttivo dover parlare (quasi) esclusivamente degli abiti scelti per premiazioni importanti come gli Emmy e gli Oscar, invece di concentrarsi sul loro operato al cinema e in TV.

Nel 2014 è addirittura nato al riguardo un piccolo movimento femminista che ha trovato terreno fertile sui social con l'hashtag #askhermore, ossia "Chiedile di più".

La Schumer - ieri in lizza (ma non vincitrice) per il premio come migliore attrice protagonista in una serie TV comica con il suo Inside Amy Schumer - ha stupito tutti quando ha risposto a Giuliana Rancic in modo davvero spiazzante.

Advertisement

Indosso un abito di Vivienne Westwood, scarpe di Tom Ford e un assorbente interno di o.b!

Sotto lo sguardo interdetto dell'inviata Giuliana Rancic, Amy Schumer è riuscita a far capire - in modo neppure troppo velato! - cosa pensa delle classiche interviste da red carpet.

L'attrice non ha di certo peli sulla lingua e ama mostrarsi senza filtri al proprio pubblico. Tra i migliori scatti degli Emmy 2016 postati dalle celebrities su Instagram, non a caso, c'è anche una foto di Amy Schumer intenta a realizzare una maschera di bellezza nel backstage, con un'espressione decisamente poco sexy ma molto divertente!

Advertisement

Continua così, Amy!

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La trasformazione di Ana de Armas in Marilyn Monroe

Leggi per scoprire alcune interessanti curiosità sulla protagonista del film Blonde, ispirato alla vita di Marilyn Monroe.
Autore: Francesca Musolino ,
La trasformazione di Ana de Armas in Marilyn Monroe

Presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia e approdato nel catalogo di Netflix il 28 settembre 2022, il film Blonde dedicato all'intramontabile stella del cinema Marilyn Monroe ha fatto molto discutere in positivo e in negativo. La pellicola infatti non è una fedele biografia dell'icona bionda senza tempo, ma è una rivisitazione alternata tra fantasia e realtà, in cui il regista Andrew Dominik ha voluto rappresentare una vita fatti di eccessi e lati oscuri dell'attrice. Scelta che parte del pubblico e della critica non ha particolarmente gradito, in quanto non tutto corrisponde al vero e alcuni temi risultano troppo crudi.

Ciò che ha invece trovato ampi consensi a prescindere da tutto, è stata senza dubbio la magistrale interpretazione dell'attrice Ana de Armas; che non solo è diventata la perfetta sosia fisica di Marilyn, ma ha saputo anche renderle omaggio in tutto e per tutto con la sua straordinaria performance. Per chi non ha ancora avuto modo di guardare il film, nel trailer di Blonde è possibile avere un primo assaggio su Ana nelle vesti di Marilyn Monroe. Un ruolo ben riuscito grazie al grande impegno che de Armas gli ha dedicato in modo certosino e instancabile. Di seguito spieghiamo come ci è riuscita:

Sto cercando altri articoli per te...