Star Wars Andor, ecco la timeline delle stagioni 1 e 2

Autore: Giulia Angonese ,
News
2' 22''
Copertina di Star Wars Andor, ecco la timeline delle stagioni 1 e 2

Manca poco più di un mese all’uscita su Disney+ dei primi tre episodi di Andor, la nuova serie TV di Star Wars, prequel del film Rogue One: A Star Wars Story. Eppure, lo showrunner Tony Gilroy al sito Total Film  ha già parlato della seconda stagione (i lavori avranno inizio il prossimo novembre) e della sua linea temporale nella galassia di Guerre Stellari:

Abbiamo quattro blocchi di tre episodi in arrivo per la seconda stagione. E ogni blocco ti trasporterà un anno più vicino a Rogue One. Si tratta ogni volta di un anno in più, quindi possiamo fare qualcosa di estremamente affascinante dal punto di vista narrativo, cosa che in un film non potresti realizzare. È entusiasmante.

Gilroy, sceneggiatore assieme a Chris Weitz di Rogue One, ha quindi concepito Andor come anello di congiunzione con la pellicola del 2016, diretta da Gareth Edwards. Ambientata cinque anni prima degli eventi del film, la serie live-action segue le vicende della spia ribelle Cassian Andor, interpretata, così come è accaduto per il grande schermo, da Diego Luna, il quale si è mostrato entusiasta di tutto il progetto:

Advertisement

È un momento bellissimo, ci stiamo preparando. Le cose vengono buttate giù e messe in discussione, andando avanti e indietro. È molto piacevole vivere questo processo dall’inizio alla fine.

Coprendo gli eventi temporali precedenti Rogue One, sarà forse possibile vedere, nella seconda stagione, l’incontro tra Andor e K-2OS, il droide riprogrammato dall’Alleanza ribelle, suo compagno di avventure, prezioso aiuto nella missione per il recupero dei dati della Morte nera, la temutissima stazione spaziale. A tal proposito, Luna ha lasciato intendere che ci sono buone possibilità di assistere a questo momento:

La prossima stagione finirà dove inizia Rogue One, quindi penso ci sarà una risposta per tutto.

E sul rapporto tra Andor e il droide:

La dice lunga il fatto che il suo miglior amico sia un droide, no? Anzi, dovrei dire il suo unico amico. Ad ogni modo, nello show inizialmente avremo a che fare con un uomo molto diverso rispetto a quello incontrato in Rogue One, calmo e solitario. Siamo lontani da tutto ciò nella prima stagione; ma ci attende un lungo viaggio di esplorazione…

La timeline di Andor è la seguente:

La Stagione 1 è ambientata 5 anni prima dei fatti di Rogue One: A Star Wars Story

Advertisement

La Stagione 2 invece:

  • Episodi 1, 2 e 3 sono ambientati 4 anni prima di Rogue One
  • Episodes 4, 5 e 6: ambientati 3 anni prima di Rogue One
  • Episodes 7, 8 e 9: ambientati 2 anni prima di Rogue One
  • Episodes 10, 11 e 12: ambientati 1 anno prima di Rogue One

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La serie TV The Bear, un dramma con tanto potenziale [RECENSIONE]

Leggi la recensione di The Bear, la serie TV di Disnet+ disponibile dal 5 ottobre 2022 in streaming con tutti gli 8 episodi che la compongono.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
La serie TV The Bear, un dramma con tanto potenziale [RECENSIONE]

La prima stagione di The Bear debutta su Disney+ dal 5 ottobre 2022 con i suoi 8 episodi. La trama dello show porta lo spettatore a Chicago, dove si reca anche il protagonista ossia Carmen Berzatto detto “Carmy”. Questo è un noto chef della ristorazione, che si ritrova a dover cambiare città, passando da New York City a Chicago, per gestire la piccola e confusionaria paninoteca di famiglia. Carmen riscopre una realtà, che aveva lasciato alle spalle e che ora gli offre emozioni contrastanti e dolorosi ricordi. 

L'idea di The Bear si sarebbe potuta sviluppare in due modi ovvero quella della commedia e quello del dramma. Christopher Storer, ideatore e produttore esecutivo, ha scelto di puntare al dramma e senza fare sconti a nessuno: difficilmente in The Bear avrete la sensazione che qualcosa andrà bene, perché l'intento dell'autore è quello di mettere in scena situazioni umane potenzialmente vere. Questa scelta rende The Bear quindi una serie altamente drammatica che però va in contrasto con gli episodi della durata di 20 o 30 minuti (fa eccezione l''ottavo e ultimo episodio da 47 minuti), che nel 99% dei casi si confanno al genere comedy. La durata contenuta della prima stagione di The Bear offre spazio per approfondire - e nemmeno in maniera completa - la natura del protagonista Carmy. È pur vero che nuove stagioni potrebbero scavare più affondo nella personalità del protagonista o dei suoi comprimari, ma la sensazione è che a The Bear manchi qualcosa per fargli fare il salto di qualità che meriterebbe. Questo perchè la scrittura dei dialoghi è molto gradevole, la regia stretta, asfissiante e claustrofobica delle caotiche scene in cucina risulta molto azzeccata e gli attori e le attrici coinvolte sono brave.

Sto cercando altri articoli per te...