Animali fantastici 3, Mads Mikkelsen avrebbe voluto parlare con Johnny Depp prima di sostituirlo come Grindelwald

Autore: Elisa Giudici ,
Copertina di Animali fantastici 3, Mads Mikkelsen avrebbe voluto parlare con Johnny Depp prima di sostituirlo come Grindelwald

Sapevo solo che la produzione doveva andare avanti, ma mi sarebbe davvero piaciuto parlarne con lui se ne avessi avuta occasione; purtroppo non so cosa ne pensi di quanto successo: l'attore Mads Mikkelsen ha commentato così la sua sostituzione di Johnny Depp nel ruolo di Gellert Grindelwald, l'amico di Silente e l'antagonista principale della saga di Animali Fantastici. In un'intervista rilasciata al The Sunday Times, l'attore di Un altro giro e Hannibal ha parlato per la prima volta delle circostanze in cui ha ottenuto il ruolo in cui è subentrato al collega statunitense, travolto da uno scandalo giudiziario. Il suo unico rammarico? Non essersi potuto confrontare con Depp sulla sostituzione prima di firmare il contratto e accettare la parte. 

Johnny Depp ha rassegnato le dimissioni dal ruolo di Grindelwald a poche ore dalla battaglia legale persa contro la testata inglese The Sun, che l'attore aveva denunciato per averlo definito "uno che picchia la moglie" in un articolo. La vicenda giudiziaria è una diramazione legata alla tortuosa causa legale di divorzio che vede Johnny Depp contrapposto all'attrice ed ex moglie Amber Heard, che ha accusato l'ex di averle usato violenza. Accuse rispedite al mittente in una battaglia giudiziaria e mediatica durissima, con ripercussioni importanti sulle carriere di entrambi gli interpreti. Nel mezzo c'è Warner Bros, che vanta contratti sia con Depp sia con Heard per ruoli chiave dell'universo di Harry Potter e della DC. 

Advertisement

Animali fantastici - I segreti di Silente Animali fantastici - I segreti di Silente Il professor Albus Silente sa che il potente mago oscuro Gellert Grindelwald è intenzionato a prendere il controllo del mondo magico. Non essendo in grado di fermarlo da solo, Silente ... Apri scheda

Preoccupata per il danno d'immagine al franchise collegato al mondo di Harry Potter, negli scorsi mesi Warner Bros ha chiesto a Depp un passo indietro dal ruolo di Grindelwald. L'addio improvviso di Depp nel bel mezzo delle riprese già avviate del terzo film della saga ha scatenato una vera e propria crisi: bisognava trovare un sostituto e in fretta, perché il regista David Yeats aveva già cominciato a girare con il resto del cast. 

Come Mads Mikkelsen ha ottenuto il ruolo di Grindelwald

Nell'intervista l'attore danese ha spiegato che i contatti con Warner Bros in merito alla parte sono stati davvero frenetici. Una volta ricevuto il copione del terzo film, Mikkelsen l'ha letto e l'ha apprezzato, decidendo di confermare la propria disponibilità ad interpretare il villain della pellicola. Una scelta che, era ben consapevole, avrebbe urtato la sensibilità di molti spettatori: 

Mi hanno chiamato e non avevano tempo da perdere, a me il copione è piaciuto e quindi ho detto loro sì. Lo so che è stata una scelta controversa per molte persone, ma a volte le cose vanno così. 

Advertisement
Warner Bros
Johnny Depp nel ruolo di Grindelwald
Mads Mikkelsen ha dovuto confermare la sua disponibilità a sostituire Depp senza poter parlare al collega della situazione

Il Grindelwald di Mads Mikkelsen sarà diverso anche nel look

Una sfida non indifferente, quella di subentrare a un attore tanto noto e amato in un ruolo cruciale per i destini della saga come quella del super cattivo, giunto alla sua terza apparizione. Di comune accordo con Warner Bros, Mads Mikkelsen ha tentato di fare suo il ruolo, senza ricalcare pedissequamente il lavoro del suo predecessore.

Il suo Grindelwald quindi non tenterà di somigliare a tutti i costi a quello di Depp, ma avrà una sua specificità, sottolineata anche da un look e un guardaroba rivisto e differente da quello adottato da Depp. 

Non volevo copiare il lavoro fatto da Johnny. Penso sia un attore capacissimo, quindi copiarlo sarebbe stato un suicidio creativo. Ho dovuto trovare un'interpretazione della parte che diventasse definitivamente mia, lavorando anche come ponte rispetto a quello che ha fatto lui. Il mio approccio è differente, ma dovrete aspettare l'anno prossimo per scoprirlo. 

Riguardo alle circostanze che lo hanno portato a ottenere la parte, Mikkelsen si è detto dispiaciuto per la triste circostanza, augurando ai due colleghi protagonisti di una sofferta battaglia legale di trovare la situazione. Nel frattempo la star di Hannibal ha concluso le riprese del terzo film di Animali Fantastici (la cui lavorazione è stata caratterizzata da continui scandali e polemiche) e sta lavorando al fianco di Harrison Ford nel nuovo Indiana Jones 5

A quanto dichiarato da Mikkelsen, Animali Fantastici 3 dovrebbe arrivare nelle sale nel 2022.

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Johnny Depp potrebbe tornare in Animali fantastici

Leggi le dichiarazioni di Mads Mikkelsen sul possibile ritorno di Johnny Depp nei panni di Grindelwald, il mago oscuro di Animali fantastici.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Johnny Depp potrebbe tornare in Animali fantastici

Mads Mikkelsen ha ricevuto il premio Honorary Heart of Sarajevo al Sarajevo Film Festival, e ha incontrato il pubblico la mattina del 15 agosto 2022 per l'evento "Coffee With...", come riporta Deadline. Parlando del suo ruolo di Grindelwald in Animali fantastici - I segreti di Silente, il celebre attore ha ammesso che si sentiva intimidito nel rimpiazzare Johnny Depp, che era stato esonerato dalla produzione a causa dello scandalo con la ex-moglie Amber Heard. Ora Depp è tornato a recitare, e il collega Mikkelsen lo sostiene apertamente. L'attore danese ha dichiarato:

Ha vinto la causa in tribunale, quindi stiamo a vedere se tornerà. Potrebbe. Sono un grande fan di Johnny. Penso che sia un attore fantastico, penso che abbia fatto un lavoro fantastico. Detto questo, non avrei potuto copiarlo. Sarebbe stato un suicidio creativo. Quindi, abbiamo dovuto inventarci qualcos'altro, qualcosa che fosse mio, e costruire un ponte tra lui e me.

Sto cercando altri articoli per te...