Anne Hathaway e la passione per lo sport dopo la gravidanza

Autore: Maria Teresa Moschillo ,

Anne Hathaway è da poco diventata mamma del piccolo Jonathan e non potrebbe essere più in forma.

Advertisement

L'attrice - nel cast di Alice Attraverso Lo Specchio, in questi giorni in uscita al cinema - sembra avere maggiore fiducia in se stessa dopo la gravidanza e sentirsi ancora più a suo agio con il proprio corpo e con tutto ciò che compete la cura della forma fisica.

Proprio qualche giorno fa, durante un'apparizione all'Ellen DeGeneres Show, la neo mamma si è divertita a raccontare del suo ritorno in palestra.

Come riportato da Harper's Bazaar, l'attrice ha divertito il pubblico narrando le sue imprese tra uomini muscolosi "che sembrano allenatori di Thor".

Advertisement

Prima tutti quei tipi muscolosi mi avrebbero intimidito. Ora no, ora sono determinata a correre e a sollevare i miei pesetti da 2 kg! Penso 'Ho fatto uscire un bambino dal mio corpo e ora mi sento benissimo, posso fare tutto!'. Non mi interessa che aspetto ho.

La bella e simpatica Anne ha tenuto inoltre a sottolineare come sia solo una la cosa da dire a una mamma, e poco importa da quanto abbia partorito.

L'unica cosa da dire è: 'Oh mio Dio, stai benissimo!'. Non importa se non è vero o se quella donna ha avuto un figlio 13 anni fa, bisogna dirle che è splendida!

Guardando la sua silhouette e il suo sorriso, come darle torto?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

Leggi la recensione del lungometraggio Blonde dedicato alla vita di Marilyn Monroe, disponibile su Netflix dal 28 settembre 2022.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

La prima cosa da sapere prima di guardare su Netflix Blonde è che questo è in tutto e per tutto un film e non un documentario sulla vita di Marilyn Monroe. Quindi i fatti, narrati dallo sceneggiatore e regista Andrew Dominik e basati sul romanzo omonimo di Joyce Carol Oates, "prendono in prestito" dalla vita della bionda più famosa del cinema alcuni momenti di vita personale e pubblica. Su di essi è stata costruita una storia drammatica e in parte sconvolgente, soprattutto per chi si è sempre fermato all'abbagliante immagine di Marilyn Monroe senza documentarsi oltre.

Blonde ha lo scopo di portare alla luce la doppia vita di Marilyn: la star bella e appariscente e la donna estremamente fragile che le ha dato vita. Marilyn Monroe nasce come Norma Jeane ma le due personalità sono completamente all'opposto, separate da pensieri, atteggiamenti e parole. Norma è una bambina cresciuta senza un padre e con una madre rancorosa, lei è sempre stata una donna sola mentre Marilyn è sempre stata circondata da ammiratori, fotografi e amanti. Norma Jeane non ha mai avuto un vero e proprio disturbo dissociativo della personalità, o almeno non le è mai stato diagnosticato, ma il distacco emotivo vissuto da Norma verso Marilyn è stato sempre più forte e forse decisivo anche nella sua dipartita.

Sto cercando altri articoli per te...