Annie Awards 2020, trionfano Klaus e Dov'è il mio corpo

Autore: Alessandro Zoppo ,
Copertina di Annie Awards 2020, trionfano Klaus e Dov'è il mio corpo

Gli Annie Awards 2020 confermano molte delle previsioni della vigilia. La 47esima Notte degli Oscar dell'animazione, i riconoscimenti assegnati da ASIFA-Hollywood ovvero la sezione hollywoodiana della Association Internationale du Film d'Animation, è stata appannaggio di Netflix.

Ad aggiudicarsi più premi di tutti è Klaus: I segreti del Natale, il primo cartoon realizzato dal colosso dello streaming e diretto in 2D dall'esordiente spagnolo Sergio Pablos: il film si porta a casa sette statuette, tra cui quelle per il miglior film, per la migliore regia e per il migliore storyboarding.

Advertisement

Se Disney strappa complessivamente cinque premi (grazie a Frozen II - Il segreto di Arendelle, l'intramontabile Topolino e l'animazione dei personaggi di #Avengers: Endgame) e il franchise di Dragon Trainer resta a bocca asciutta (soltanto una statuetta: quella per la migliore produzione speciale, il corto natalizio How to Train Your Dragon Homecoming), a trionfare nella categoria di miglior film indipendente è Dov'è il mio corpo.

Il lavoro poetico e intimista di Jérémy Clapin, mix di animazione tradizionale e 3D, bissa i successi alla Semaine de la Critique di Cannes e ad Annecy e ottiene anche i premi per la migliore sceneggiatura (adattamento del romanzo Happy Hand di Guillaume Laurant) e per la migliore colonna sonora di Dan Levy.

Netflix domina anche sul fronte televisivo. Come da pronostico, la serie antologica Love, Death & Robots vince quattro Annie Awards, mentre Carmen Sandiego e Tuca & Bertie ne conquistano altri tre.

Il miglior cortometraggio è Tio Tomás, a contabilidade dos dias (Uncle Thomas, Accounting for the Days) della portoghese Regina Pessoa, un toccante tributo della regista al geniale ed eccentrico zio, che ha avuto un ruolo chiave nel suo percorso da filmmaker, come ha raccontato ad Animation Magazine.

Nella categoria Miglior spot televisivo (Best Commercial), vince lo spot psichedelico realizzato dalla Fender per ricordare la Telecaster del 1959 di Jimmy Page, il glorioso chitarrista dei Led Zeppelin. Una sei corde regalatagli da Jeff Beck e vettore di un "viaggio mistico" lanciato dal celebre brand di chitarre per presentare al pubblico le nuove serie Custom, Mirrored e Dragon.

Advertisement

Alla luce di questi risultati, la corsa all'Oscar 2020 per il miglior film d'animazione si fa davvero interessante. Ogni candidato ha vinto un premio importante che spesso fa da anticamera alla statuetta dell'Academy: di Klaus e Dov'è il mio corpo abbiamo detto; Missing Link ha conquistato il Golden Globe; #Toy Story 4 ha strappato il PGA Award. Soltanto Dragon Trainer appare più indietro degli altri quattro in nomination. Chi vincerà il prossimo 9 febbraio?

Annie Awards 2020: tutti i vincitori

Nell'attesa, ecco tutti i vincitori della 47esima edizione degli Annie Awards:

Miglior film (Best Feature)
Klaus: I segreti del Natale

Miglior film indipendente (Best Indie Feature)
Dov'è il mio corpo

Miglior speciale (Best Special Production)
How to Train Your Dragon Homecoming

Miglior cortometraggio (Best Short Subject)
Tio Tomás, a contabilidade dos dias (Uncle Thomas, Accounting for the Days)

Advertisement

Migliore Realtà Virtuale (Best VR)
Bonfire

Miglior spot televisivo (Best Commercial)
The Mystical Journey of Jimmy Page's '59 Telecaster (Fender)

Miglior produzione TV per bambini in età prescolare (Best TV/Media – Preschool)
Ask the StoryBots (episodio: Why Do We Have to Recycle?)

Miglior produzione TV per bambini (Best TV/Media – Children)
Topolino (episodio: Un regalo speciale)

Miglior produzione TV generale (Best TV/Media – General Audience)
BoJack Horseman (episodio: Il nuovo cliente)

Miglior film studentesco (Best Student Film)
The Fox & The Pigeon di Michelle Chua

Advertisement

Migliori effetti per una produzione TV (Best FX for TV/Media)
Love, Death & Robots (episodio: Guerra segreta) - Viktor Németh, Szabolcs Illés, Ádám Sipos, Vladimir Zhovna

Migliori effetti per un film (Best FX for Feature)
Frozen 2 (Benjamin Fiske, Alex Moaveni, Jesse Erickson, Dimitre Berberov, Kee Nam Suong)

Miglior animazione dei personaggi – TV (Best Character Animation – TV/Media)
His Dark Materials - Queste oscure materie (episodio: Betrayal) - Aulo Licinio

Miglior animazione dei personaggi – Film (Best Character Animation – Animated Feature)
Klaus - Sergio Martins (Alva)

Miglior animazione dei personaggi – Live Action (Best Character Animation – Live Action)
Avengers: Endgame - Weta Digital / Sidney Kombo-Kintombo

Miglior animazione dei personaggi – Videogame (Best Character Animation – Video Game)
Unruly Heroes - Magic Design Studios

Miglior Character Design – TV (Best Character Design – TV/Media)
Carmen Sandiego (episodio: Il caso della Magna Carta) - Keiko Murayama

Miglior Character Design – Film (Best Character Design – Feature)
Klaus - Torsten Schrank

Miglior regia – TV (Best Direction – TV/Media)
Topolino (episodio: Un pedaggio da incubo) - Alonso Ramirez Ramos

Miglior regia – Film (Best Direction – Feature)
Sergio Pablos (Klaus)

Miglior colonna sonora – TV (Best Music – TV/Media)
Love, Death & Robots (episodio: Il vantaggio di Sonnie) - Rob Cairns

Miglior colonna sonora – Film (Best Music – Feature)
Dov'è il mio corpo? - Dan Levy

Miglior scenografia – TV (Best Production Design – TV/Media)
Love, Death & Robots (episodio: La testimone) - Alberto Mielgo

Miglior scenografia – Film (Best Production Design – Feature)
Klaus - Szymon Biernaki, Marcin Jakubowski

Miglior storyboarding – TV (Best Storyboarding – TV/Media)
Carmen Sandiego (episodio: Le origini di Carmen Sandiego) - Kenny Park

Miglior storyboarding – Film (Best Storyboarding – Feature)
Klaus - Sergio Pablos

Miglior voce – TV (Best Voice Acting – TV/Media)
Bob's Burgers (episodio: Il giorno libero di Bob) - H. Jon Benjamin (Bob)

Miglior voce – Film (Best Voice Acting – Feature)
Frozen 2 - Josh Gad (Olaf)

Miglior sceneggiatura – TV (Best Writing – TV/Media)
Tuca & Bertie (episodio: I laghi di gelatina) - Shauna McGarry

Miglior sceneggiatura – Film (Best Writing – Feature)
Dov'è il mio corpo? - Jérémy Clapin, Guillaume Laurant

Miglior montaggio – TV (Best Editorial – TV/Media)
Love, Death & Robots (episodio: Alternative storiche) - Bo Juhl, Stacy Auckland, Valerian Zamel

Miglior montaggio – Film (Best Editorial – Feature)
Klaus - Pablo García Revert

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

I migliori anime del 2022 (finora)

Quali anime hanno dominato la prima metà del 2022? Ecco i titoli d'animazione della prima metà dell'anno che ci sono piaciuto di più.
Autore: Elisa Giudici ,
I migliori anime del 2022 (finora)

Quali sono i migliori anime del 2022? Dopo i primi sei mesi, si può già dire che il 2022 è stato un anno particolarmente ricco di anime popolari e memorabili. 

A farla da padre sono sempre gli shounen (anime tratti da manga destinato a un pubblico giovane e maschile) ma anche altri filoni ci hanno regalato titoli sorprendenti e appassionanti. 

Sto cercando altri articoli per te...