Assassin's Creed: Ragnarok, è questo il nuovo capitolo della saga Ubisoft?

Autore: Andrea Guerriero ,
Copertina di Assassin's Creed: Ragnarok, è questo il nuovo capitolo della saga Ubisoft?

Il nome di Assassin's Creed risuona nell'universo videoludico fin dal 2007. Era un anno trionfale per Xbox 360 e PS3, che accoglievano il primo capitolo di una saga destinata a diventare leggenda. 

Il resto è storia, con gli Assassini targati Ubisoft a essersi incarnati in una pletora di capitoli diversi, tra principali e spin-off. Fino alla definitiva evoluzione con Origins e Odyssey, episodi che hanno introdotto elementi mai visti prima nel franchise, come un mondo completamente aperto ed esplorabile e feature tipiche dei giochi di ruolo.

Advertisement

E se è vero che non tutti hanno apprezzato questa sterzata verso gli actionGDR, il colosso francese pare voler proseguire per la sua strada. Ed essere al lavoro sulla prossima declinazione della serie. Declinazione che, almeno a sentire gli ultimi rumor apparsi sul sito DSOGaming, dovrebbe portare il nome di Assassin's Creed Ragnarok. Il suo debutto potrebbe essere nel 2020 sia su PC, PlayStation 4 e Xbox One, che sulle console next-gen, vale a dire PlayStation 5 e Xbox Scarlett - nessun riferimento invece a Google Stadia, pensata per il gaming in streaming. 

Primi (presunti) dettagli per Assassin's Creed Ragnarok

Assassin's Creed Ragnarok, a questo punto una vera e propria produzione cross-gen, dovrebbe abbracciare la mitologia norrena, come già successo per l'ultimo capitolo di God of War sull'ammiraglia Sony. Andremo a vestire i panni di un alleato di Ragnarr Loðbrók, impegnato a formare la Grande Armata Danese. Le ambientazioni coinvolte nel gioco saranno di conseguenza Gran Bretagna, Danimarca, Svezia, Norvegia e Finlandia.

Come già visto in Assassin's Creed Odyssey, anche Ragnarok vanterà meccaniche ruolistiche, con la possibilità di spostarsi in nave, conquistare i territori attraverso epiche battaglie e gestire l'economia dei vari avamposti. A differenza del precedente capitolo, però, le battaglie navali avranno un peso minore, in modo tale da spingere i giocatori a esplorare a piedi il vasto mondo di gioco. Non mancherà neppure la fedele aquila del protagonista, utilissima per evidenziare i nostri avversari e individuare eventuali obiettivi nascosti.

Advertisement

Gallery: Le prime, presunte immagini di Assassin's Creed Ragnarok

Non solo, il report parla pure del ritorno della modalità cooperativa, vista nel controverso Assassin's Creed Unity, tornato alla ribalta dopo il tragico incendio che ha coinvolto la cattedrale metropolitana di Notre-Dame. La co-op dovrebbe essere dedicata principalmente alle missioni secondarie e all'esplorazione del vasto mondo di gioco. Pare infine che Ubisoft stia lavorando ad una serie di DLC che ci permetteranno di viaggiare tra i 9 regni grazie all'albero Yggdrasil.

Ragnarok: verità o seducente fake?

Lo ammettiamo, anche a noi piacerebbe vedere un Assassin's Creed "vichingo", pizzicato a rielaborare in salsa poligonale la mitologia scandinava, assieme a diversi fatti storici.

Pare però che la segnalazione di DSOGaming - così come le immagini trapelate, che trovate nella galleria poco più in alto in questo stesso articolo - possa essere un fake creato ad arte, per quanto seducente. Stando agli aggiornamenti emersi sul forum ResetEra, il tutto sembra essere stato tratto dalla demo "The Blacksmith" realizzata con l'engine Unity.

Come se non bastasse, poi, l'utente Zodiac, evidentemente avvezzo all'engine Unity, ha affermato di conoscere perfettamente la stance di combattimento in cui viene immortalato il protagonista che credevamo poter essere un Assassino. Detto questo, la maggior parte dei rumor, alcuni dei quali provenienti anche da fonti riconosciute come Jason Scheier di Kotaku, convergono nel suggerire un nuovo capitolo di Assassin's Creed ambientato nell'era dei vichinghi.

Advertisement

Con buona probabilità, il titolo vedrà la luce nel 2020 e sarà pubblicato cross-gen su PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox One, Xbox Scarlet e PC.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Stephen King bacchetta una scena della serie TV The Last of Us

Leggi per scoprire che cosa ha fatto storcene il naso allo scrittore Stephen King nel terzo episodio della serie TV The Last of Us.
Autore: Francesca Musolino ,
Stephen King bacchetta una scena della serie TV The Last of Us

La serie TV The Last of Us tratta dall'omonimo videogioco di Naughty Dog continua ad aumentare l'apprezzamento del pubblico episodio dopo episodio. In particolare Long Long Time ovvero il terzo episodio della serie TV The Last of Us, ha commosso ed emozionato i fan per la storia d'amore tra Frank e Bill

Tuttavia c'è anche chi come Stephen King, ha bacchettato l'episodio in questione per una scena che sembra essere fin troppo surreale. Lo scrittore ha espresso le sue perplessità in un tweet come riportiamo di seguito:

Sto cercando altri articoli per te...