Better Call Saul: 8 dettagli su Breaking Bad che il prequel rivela e che potresti non aver notato

Autore: Elena Arrisico ,
Netflix
8' 35''
Copertina di Better Call Saul: 8 dettagli su Breaking Bad che il prequel rivela e che potresti non aver notato

Nonostante si dovesse confrontare con #Breaking Bad – prodotta per 5 stagioni dal 2008 al 2013 - nel tempo #Better Call Saul si è dimostrata anche migliore della serie di cui rappresenta il prequel, per svariati motivi.

La saga iniziata con la storia dell’insoddisfatto professore di chimica malato di cancro Walter White (Bryan Cranston), poi trasformatosi nel temibile re delle metanfetamine Heisenberg, è proseguita con lo spin-off prodotto dal 2015 e alla sua sesta e ultima stagione e con la parentesi di #El Camino - Il film di Breaking Bad (El Camino: A Breaking Bad Movie), che ci ha mostrato cosa accade a Jesse Pinkman (Aaron Paul) dopo gli eventi di Breaking Bad.

Advertisement

Che il prequel divenisse un successo, quanto e più di Breaking Bad, non era affatto una cosa scontata, soprattutto tenendo in considerazione l’elevata qualità e il riscontro avuto dalla serie madre; eppure su questo universo narrativo c’era – e c’è ancora – molto da dire: assistiamo alla trasformazione da avvocato di Jimmy McGill (Bob Odenkirk) nel Saul Goodman di Breaking Bad e ci vengono regalati dettagli sulla vita di vecchi e nuovi personaggi tutti collegati tra loro.

Data, per l’appunto, la connessione tra Better Call Saul e Breaking Bad, facciamo un ripasso di alcuni pezzi di storia che il prequel ha rivelato e che potrebbero essere passati inosservati.

  1. Cinnabon
  2. Kevin Costner
  3. Marco
  4. Casa Tranquila
  5. I cellulari
  6. La nipote di Mike
  7. Kim e Ice Station Zebra Associates
  8. Krazy-8, Nacho Varga, Marco e Lionel Salamanca

Better Call Saul Better Call Saul Sei anni prima che Saul Goodman conosca Walter White. Incontreremo l'uomo che sarà conosciuto come Saul Goodman, quando era ancora noto col nome di Jimmy McGill, un avvocato da poco, ... Apri scheda

1 – Saul lavora in un Cinnabon store

Il primo riferimento a Breaking Bad arriva praticamente subito, nell’episodio 1x01 Uno (Uno) di Better Call Saul: ci viene, infatti, immediatamente mostrato un flashforward in cui un Saul con baffi e occhiali è sotto falsa identità - con il nome di Gene Takavic - e lavora come manager in un Cinnabon store a Omaha in Nebraska.

Nel corso della serie ci vengono mostrate diverse scene in bianco e nero, che rappresentano ciò che accade in seguito agli eventi visti in Breaking Bad. Non tutti, però, forse ricordano che Saul aveva, in qualche modo, predetto il proprio destino nell’episodio 5x15 Tutto torna (Granite State) della serie madre: mentre si stavano preparando per la resa dei conti, sul suo cambio di identità Saul dice a Walter che manterrà un basso profilo.

Saul dice che cercherà di non attirare l’attenzione su di sé e che, nel migliore scenario possibile, lavorerà in un Cinnabon a Omaha (che è, poi, quello che farà realmente per scappare dalla vita di Albuquerque in New Mexico).

Better Call Saul è sia un prequel che un sequel, perché vedremo il destino che attende Jimmy/Saul/Gene.

Advertisement

2 – La somiglianza di Saul con Kevin Costner

Nell’episodio 1x10 Marco (Marco) di Better Call Saul, conosciamo la storia del migliore amico di Saul, nonché compagno di truffe, Marco Pasternak (Mel Rodriguez). I due si ritrovano dopo tanto tempo a Chicago e, in onore dei vecchi tempi, provano nuovamente qualche “piccola” truffa (Saul, in seguito, decide di ritornare ancora una volta sulla retta via e riprendere il suo lavoro da avvocato per aiutare gli anziani clienti).

Una delle scene vede una donna arrabbiata con Saul per essersi spacciato per Kevin Costner, così da portarla a letto. Anche più avanti nella serie, si farà menzione alla presunta somiglianza di Jimmy con l’attore.

Tutto ciò non è casuale, ma è un riferimento alla terza stagione di Breaking Bad quando Saul racconta a Walt di aver convinto, una volta, una donna di essere Kevin Costner, perché era lui stesso a crederci davvero e ad essere stato, quindi, convincente.

3 – L’anello di Marco

Parlando sempre dell’episodio 1x10 Marco (Marco) di Better Call Saul, dopo la morte di Marco per un attacco di cuore, dalla madre dell’amico Jimmy riceve in dono un suo anello che porterà per sempre come ricordo.

Breaking Bad - Reazioni collaterali Breaking Bad - Reazioni collaterali Walter White è un professore di chimica di Albuquerque. Vive con la moglie Skyler, incinta della loro secondogenita, e il figlio Walter Jr, affetto da un handicap motorio che gli ... Apri scheda

Advertisement

I fan di Breaking Bad conoscono bene questo anello, perché Saul Goodman lo indossa nel corso della serie.

4 - Hector Salamanca e Casa Tranquila

Interpretato da Mark Margolis, Hector Salamanca è uno dei personaggi più importanti di Breaking Bad, ma per tutta la serie non ci è stato spiegato il passato del narcotrafficante ed ex-braccio destro di Don Eladio (Luis Politti).

Patriarca della famiglia Salamanca, nonché – tra gli altri – zio di Tuco (Raymond Cruz) e Lalo (Tony Dalton) e nemico di Gustavo Fring (Giancarlo Esposito), di Hector non sapevamo come mai avesse avuto un ictus e non potesse più parlare e camminare, finendo a Casa Tranquila.

I dettagli sono stati svelati in Better Call Saul. Vediamo, per la prima volta, la casa di cura di Albuquerque, in New Mexico, quando Jimmy – vestito di tutto punto – vi si reca per cercare di conquistare anziani clienti, nell’episodio 1x05 Il pastorello delle Alpi (Alpine Shepherd Boy).

Quando conosciamo Hector, quest’ultimo non è ancora su una sedia a rotelle: a causare l’infarto e la sua condizione seguente è Nacho Varga (Michael Mando), poi diventato informatore e intermediario di Fring. Dopo l’ictus, Hector finisce a Casa Tranquila.

Advertisement

In Breaking Bad, Walt giunge a un patto con l’uomo per eliminare un nemico comune: Gus. Nell’episodio 4x13 Fine della storia (Face Off), Hector accetta di morire in un attentato suicida nella casa di riposo, pur di uccidere Fring: credendo che Hector abbia collaborato con la DEA per incastrarlo, Fring si reca a Casa Tranquila per ucciderlo con un’iniezione letale, ma l’uomo fa esplodere la bomba di Walt collegata al campanello della sedia a rotelle.

5 – I telefoni cellulari che vende Jimmy

Un altro collegamento tra Better Call Saul e Breaking Bad riguarda i telefoni cellulari che Saul Goodman dispensa ai propri clienti per evitare che questi vengano rintracciati.

Grazie a Better Call Saul, scopriamo l’origine della scorta di cellulari dell’avvocato. Non potendo svolgere per un anno l’attività di avvocato, Saul trova un lavoro in un negozio di telefonia: nell’episodio 4x05 Guadagno facile (Quite a Ride), l’uomo inizia a vendere cellulari non rintracciabili ai criminali, recandosi in prima persona in zone frequentate da quest’ultimi convincendoli degli acquisti.

Così facendo, Saul vende numerosi telefoni che, a quanto risulta da Breaking Bad, gli restano: Saul ha ancora una scorta di cellulari, che dà ai suoi clienti quando necessario.

Inoltre - come detto prima - il prequel di Breaking Bad ci ha permesso di assistere alla trasformazione del protagonista da Jimmy McGill a Saul Goodman: lo vediamo utilizzare, per la prima volta, questo pseudonimo per gli spot girati quando era sospeso dall’esercizio della professione legale e, in seguito, anche per vendere i cellulari. Nell’episodio 4x10 Vincitore (Winner) di Better Call Saul, poi Jimmy prende ufficialmente il nome di Saul Goodman.

6 – Kaylee è la vera motivazione di Mike

In Breaking Bad, sappiamo che Mike Ehrmantraut (Jonathan Banks) fa quello che fa per poter garantire un futuro migliore a sua nipote Kaylee.

Interpretata da Kaija Roze Bales in Breaking Bad e da Faith Healey, Abigail Zoe Lewis e Juliet Donenfeld in Better Call Saul, la piccola è figlia di Matt, figlio di Mike. Uno dei pochi errori riscontrabili in Breaking Bad e Better Call Saul riguarda l’età di Kaylee: la bambina ha, infatti, dieci anni in Breaking Bad – iniziata nel 2008 – ma in Better Call Saul – ambientata nel 2002 – sembra avere 6 o 7 anni.

I soldi guadagnati da Mike sono destinati alla bambina, figlia del suo defunto figlio. In Breaking Bad, conosciamo Mike Ehrmantraut come impiegato di Gustavo Fring ma, tramite dei flashback nell’episodio 1x06 Poliziotti (Five-O) di Better Call Saul, ci viene mostrato che il figlio Matt – poliziotto come lo era Mike - venne ucciso da due poliziotti corrotti che, in seguito, Mike uccide per vendicare la morte del figlio.

Ci sono altri collegamenti “nascosti” tra le due serie. Nell’episodio 2x03 Amarillo (Amarillo) di Better Call Saul, Mike regala a sua nipote un peluche a forma di maialino, che avevamo già visto nell’episodio 5x02 L’affare tedesco (Madrigal) di Breaking Bad quando Mike lo usava per distrarre un uomo mandato a ucciderlo. Presente in entrambe le serie è anche il locale Loyola’s Diner, dove Mike si reca spesso a mangiare.

In Better Call Saul, inoltre, vediamo il primo incontro tra Mike e Saul: Mike inizia, infatti, a lavorare come parcheggiatore al tribunale di Albuquerque, dove Saul si reca spesso per lavoro. Scopriamo anche come si incontrano Mike e Gus: a unirli e a portarli a una collaborazione duratura è l’odio comune per Hector.

7 – La Ice Station Zebra Associates e il destino di Kim

Sfortunatamente, la dolce Kim Wexler (Rhea Seehorn) non è presente in Breaking Bad. Non ci è dato, quindi, ancora sapere quale sia il suo destino, ma la sesta stagione di Better Call Saul, probabilmente, ce lo svelerà.

Moglie di Jimmy/Saul, quello di Kim è uno dei personaggi migliori della saga che non viene, però, menzionato nella serie madre o, almeno, non direttamente.

Nell’episodio 2x03 Amarillo (Amarillo) di Better Call Saul, Kim e Jimmy guardano insieme il film preferito della donna: Ice Station Zebra – in italiano Base Artica Zebra - film di John Sturges del 1968 tratto dall’omonimo romanzo di Alistair MacLean.

In Breaking Bad, la holding di Saul Goodman per l’evasione fiscale si chiama proprio Ice Zebra Station Associates. Si tratta di un tributo di Saul a Kim?

8 – La storia di Krazy-8, Nacho Varga, Marco e Lionel Salamanca

In Better Call Saul ci viene mostrata la storia di personaggi come Domingo Molina/Krazy-8 (Maximino Arciniega), Nacho Varga, Marco Salamanca (Luis Moncada) e Lionel Salamanca (Daniel Moncada).

Futuro partner di Jesse – verrà ucciso da Walt – vediamo Krazy-8 lavorare per Tuco e apparire, per la prima volta, nell’episodio 2x04 Senza guanti (Gloves Off) di Better Call Saul.

Marco e Lionel Salamanca sono, invece, i nipoti di Hector nonché cugini di Tuco che vediamo nell’episodio 2x06 Bali Ha’i (Bali Ha’i), quando Mike li vede su un tetto vicino a dove Kaylee sta giocando: nel prequel, abbiamo modo di sapere di più anche della loro infanzia.

Non tutti, infine, avranno notato che – sebbene il suo destino sia ancora incerto – il personaggio di Nacho viene nominato in Breaking Bad creando, di fatto, un ulteriore collegamento tra le due serie. Nell’episodio 2x08 Conviene chiamare Saul (Better Call Saul), quando viene rapito da Walt e Jesse, Saul spaventato dice: “Non sono stato io! È stato Ignacio! È stato lui, vi prego!”.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Better Call Saul 6x1: l'easter egg del tappo, spiegato

Un tappo storico quello della bottiglia
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Better Call Saul 6x1: l'easter egg del tappo, spiegato

Better Call Saul è una delle serie drammatiche migliori degli ultimi anni. Lo spin-off di Breaking Bad creato da Vince Gilligan e Peter Gould vanta un'eccellente scrittura e una attenta regia. Proprio quest'ultimo aspetto tecnico è uno dei pregi della serie, così come lo era in Breaking Bad, poiché si concentra molto sui dettagli ma sa anche dare ampio respiro agli spazi del New Mexico. Proprio uno dei particolari ha attirato l'attenzione dei fan: si tratta di quel tappo, decisamente atipico, inquadrato all'inizio del sesto episodio.

Come ben sapranno i fan della serie TV, disponibile su Netflix con un episodio a settimana, le puntate di Better Call Saul si aprono spesso con una sequenza ambientata nel presente per poi, dopo la breve sigla, tornare al flashback di Saul Goodman, utile a raccontare la sua vita prima di diventare l'avvocato cinico di Breaking Bad.

Sto cercando altri articoli per te...