Come potrebbe finire Better Call Saul? 7 modi in cui lo spin-off di Breaking Bad potrebbe concludersi

Autore: Elena Arrisico ,
Copertina di Come potrebbe finire Better Call Saul? 7 modi in cui lo spin-off di Breaking Bad potrebbe concludersi

Nata dalla costola di Breaking Bad – prodotta dal 2008 al 2013 per 5 stagioni – Better Call Saul è considerata sia prequel che sequel della serie che vede protagonista Walter White (Bryan Cranston): professore di chimica che, dopo aver scoperto di essere malato di tumore ai polmoni, si reinventa cuoco di metanfetamine - con il nome Heisenberg - per riuscire a pagarsi le cure e a garantire un futuro alla propria famiglia.

Proprio in Breaking Bad abbiamo conosciuto Saul Goodman (Bob Odenkirk), personaggio a cui è dedicata l’intera Better Call Saul, prodotta dal 2015 al 2022 per 6 stagioni. Ideata da Vince Gilligan e Peter Gould, la serie ci mostra cosa accade a Saul dopo le vicende di Breaking Bad - quando come Gene Takovic si nasconde a Omaha in Nebraska, per scappare dalla vita ad Albuquerque in New Mexico - e, al tempo stesso, ci consente di percorrere la sua storia prima di diventare Goodman, ovvero quando era semplicemente l’avvocato Jimmy McGill.

Ci si aspetta, quindi, che Better Call Saul 6 concluda tutte le trame irrisolte della serie, collegandosi anche alla storia di Breaking Bad: Saul è, infatti, ormai invischiato con il cartello, Mike è diventato il braccio destro di Fring e quest'ultimo sta per creare il suo impero della droga. Ci sono, inoltre, personaggi – come quello di Kim - non presenti in Breaking Bad, a cui è necessario dare una conclusione.

Come potrebbe finire Better Call Saul, quindi? Ecco alcuni modi in cui potrebbe concludersi la storia dello spin-off di Breaking Bad.

Better Call Saul Better Call Saul Sei anni prima che Saul Goodman conosca Walter White. Incontreremo l'uomo che sarà conosciuto come Saul Goodman, quando era ancora noto col nome di Jimmy McGill, un avvocato da poco, ... Apri scheda

Advertisement

1 – Mostrando la nascita del vero Saul Goodman

Nel corso delle stagioni di Better Call Saul, abbiamo assistito alla lenta trasformazione del serio avvocato Jimmy McGill – in lotta per dimostrare le sue qualità - nell’avvocato penalista Saul Goodman, dalla personalità un po’ meno “scrupolosa”. Nonostante questo, c’è ancora qualche differenza tra il Jimmy della quinta stagione di Better Call Saul e quello della seconda stagione di Breaking Bad.

La serie potrebbe finire proprio mostrandoci il completamento dell’evoluzione di Saul; il Saul che abbiamo conosciuto in Breaking Bad, quello che gira i famosi spot per farsi pubblicità – con lo slogan “Better Call Saul”, per l’appunto - e riceve i propri clienti nell'ufficio collocato all’interno di un centro commerciale di Albuquerque, caratterizzato da una Statua della Libertà gonfiabile sul tetto.

Netflix
Una scena con James McGill in Better Call Saul davanti alle camicie e giacche
James, Saul e la doppia identità

Il cambiamento potrebbe essere innescato da qualcosa che accade a Kim o, ad esempio, dall’impossibilità a uscire dal giro del cartello con il quale è, ormai, troppo coinvolto.

La transizione, ad ogni modo, dovrebbe concludersi per la fine di Better Call Saul e potremmo, quindi, vedere Saul all’inizio della sua attività a cui poi si rivolgono Walter e Jesse Pinkman (Aaron Paul).

2 – Compiendo il destino di Kim

Una delle domande che i fan di Better Call Saul si fanno più frequentemente riguarda il destino di Kim Wexler (Rhea Seehorn), non essendo quest’ultima presente in Breaking Bad. Per quale motivo? Cosa accadrà alla collega, amica e poi moglie di Jimmy?

Avvocato di successo, Kim ha fatto di tutto per liberarsi dal fardello di un’infanzia difficile, costruendosi da sola un futuro e una carriera brillanti. Sempre al fianco di Jimmy, spesso consigliandolo e confortandolo, è quasi impossibile immaginare che possa non essere più presente nella sua vita.

Gli indizi principali si trovano nella quinta stagione di Better Call Saul. Avendo affrontato Lalo Salamanca (Tony Dalton) per difendere Jimmy, si potrebbe temere la morte di Kim per mano del cartello e questo sarebbe il finale peggiore (ma meno probabile, se si pensa che in Breaking Bad non sembra vi sia segno di lutto in Saul).

AMC, Netflix
Bob Odenkirk e Rhea Seehorn in Better Call Saul
Kim e Saul in una scena di Better Call Saul


Dopo aver lasciato Mesa Verde e Schweikart & Cokely, nell’episodio 5x10 Qualcosa di Imperdonabile (Something Unforgivable), Kim ha una sorta di punto di rottura con ciò che era quando, incontrando Howard Hamlin (Patrick Fabian), racconta a Jimmy il suo piano per vendicarsi del boss della Hamlin, Hamlin & McGill (scioccando persino il marito). Abbracciando l’illegalità, Kim potrebbe, quindi, essere arrestata.

Ma ci sono anche altre due ipotesi, che potrebbero giustificare l’assenza di Kim da Breaking Bad: Jimmy e Kim potrebbero aver divorziato o Kim potrebbe vivere sotto falsa identità – o essere parte di un programma di protezione testimoni – a causa del rischio provocato dal cartello.

3 – Dando modo a Lalo di vendicarsi

Nell’ultimo episodio di Better Call Saul 5, 5x10 Qualcosa di Imperdonabile (Something Unforgivable), viene tesa una trappola a Lalo Salamanca da parte di Gus con l’aiuto di Nacho Varga (Michael Mando) che, in segreto, lavora per quest’ultimo nella speranza di cambiare vita.

Gus prepara l’omicidio di Lalo e, grazie a Nacho, riesce a consentire l’accesso dei sicari alla villa dell’uomo. Lalo, però, riesce a sopravvivere e a farsi credere morto, dopo aver intuito che a tradirlo è stato Nacho.

Advertisement

AMC/Netflix
Tony Dalton è Lalo Salamanca in Better Call Saul


Better Call Saul potrebbe, quindi, concludersi con la vendetta di Lalo nei confronti di Gus e Nacho (forse, anche di Saul e Kim). Un indizio in merito potrebbe celarsi nell’episodio 2x08 Conviene chiamare Saul (Better Call Saul) di Breaking Bad, in cui Walter e Jesse conducono Saul in mezzo al deserto che, impaurito, grida:

Non sono stato io! È stato Ignacio! È stato lui, vi prego! Chi è che vi manda? È stato Lalo?

Questo, naturalmente, lascia pensare che Lalo sia ancora vivo nella timeline di Breaking Bad (sebbene, apparentemente, non più un problema per Gus). Che sia in prigione o in fuga?

Advertisement

4 – Facendo redimere Nacho

Il finale di Better Call Saul potrebbe vedere Nacho redimersi, dato che cerca di uscire dal giro criminale nel quale si trova coinvolto da molto tempo. Purtroppo, però, dopo aver tradito Lalo alla fine della quinta stagione lavorando per Fring, sulla sua testa pende una taglia.

Lalo, sicuramente, sarà in cerca di vendetta per la strage della sua famiglia, mentre Nacho farà di tutto per continuare a proteggere suo padre (magari proprio sacrificando se stesso per farlo, dopo averlo messo tante volte in pericolo).

AMC, Netflix
Michael Mando in una scena di Better Call Saul
Nacho collabora segretamente con Gus


La frase di Saul in Breaking Bad, nell’episodio 2x08 Conviene chiamare Saul (Better Call Saul), potrebbe voler dire che Nacho è ancora vivo o in fuga?

5 – Presentando il laboratorio di Gus

In Better Call Saul, Gustavo Fring (Giancarlo Esposito) cerca di costruire il suo impero dando vita al laboratorio che abbiamo conosciuto in Breaking Bad, in cui lavorano Walt e Jesse. Nonostante i numerosi tentativi, però, sono sorte diverse problematiche.

Cercando di eliminare dai giochi Lalo – ed è lecito pensare che ci riesca, visto quanto accaduto nella serie madre – Gus dovrebbe riprendere in mano il progetto del laboratorio.

Advertisement
AMC
Una scena della serie TV Breaking Bad

La stagione finale di Better Call Saul dovrebbe mostrarci il potere raggiunto da Gus, la ripresa dei lavori per la creazione del laboratorio di metanfetamine e l’avvio ufficiale di quest’ultimo, oltre che qualcosa in più sulla società Madrigal Elektromotoren GmbH che include la catena di fast-food Los Pollos Hermanos.

In tanti sperano anche che venga approfondito il rapporto di lavoro nato tra Gus e Mike Ehrmantraut (Jonathan Banks), dato che in Breaking Bad sembra essere più profondo di com'è adesso.

6 – Rivelando il futuro di Saul come Gene o come Jimmy

Una delle parti più interessanti del finale di Better Call Saul sarà quella che riguarda la storia dopo Breaking Bad, ovvero le scene in bianco e nero che vedono protagonista Saul sotto falsa identità come Gene Takovic, manager di un Cinnabon a Omaha.

Nell’episodio 5x01 Uomo magico (Magic Man), Jimmy/Saul/Gene viene apparentemente seguito e poi riconosciuto da un tassista – che potrebbe essere un poliziotto o un criminale - e questo lo manda nel panico, per la paura che possa accadergli qualcosa di brutto.

Gene, quindi, si rimette in contatto con Ed Galbraith (Robert Forster) per domandargli con urgenza una nuova identità; improvvisamente, però, il protagonista cambia idea e decide di risolvere la cosa da solo.

Netflix
Un'immagine di Bob Odenkirk in Better Call Saul


Come riuscirà Saul a proteggersi? La timeline in bianco e nero di Gene sarà, molto probabilmente, protagonista di Better Call Saul 6: si potrebbe, infatti, ipotizzare che Jimmy deciderà di affrontare i propri crimini, confessando le attività illecite.

La speranza è che, in questo futuro, per Jimmy/Saul/Gene possa esserci spazio anche per il ritorno di Kim, così da dargli un meritato happy ending. È da ricordare che, nell’episodio 2x03 Amarillo (Amarillo) di Better Call Saul, Jimmy e Kim guardano Ice Station Zebra (Base Artica Zebra), il film preferito di quest’ultima, mentre la holding di Saul Goodman in Breaking Bad si chiama Ice Zebra Station Associates: si tratta, forse, di un modo per ricordare Kim o c’è sempre stata lei dietro la compagnia?

AMC
Ed the Disappearer - Better Call Saul 5
Ed the Disappearer - Better Call Saul 5

Potremmo immaginare che Jimmy l’abbia convinta a nascondersi per proteggerla. Del resto, lascia pensare il fatto che la donna sia cresciuta in una piccola cittadina del Nebraska e che Jimmy/Saul/Gene abbia scelto proprio Omaha per nascondersi. Forse, per starle vicino? È per questo che Gene ci ripensa e decide di non scappare più?

7 – Facendo comparire Walt e Jesse in Better Call Saul

Infine, in tanti si chiedono se anche Walt e Jesse faranno una piccola comparsa nel finale di Better Call Saul. Se sì, come? Saul viene presentato per la prima volta in Breaking Bad soltanto nell’episodio 2x08 Conviene chiamare Saul (Better Call Saul), ma potrebbe esserci qualche altro collegamento antecedente ai fatti?



Si potrebbe, ad esempio, ipotizzare che Kim riceva Jesse come suo cliente: adesso che la donna si occupa di casi pro bono e conoscendo il passato di Jesse come spacciatore, non è difficile immaginare che possa finire per difendere Jesse.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Guai legali per Better Call Saul, avvocati veri a lavoro

La serie televisiva di Netflix Better Call Saul è stata citata in giudizio per una rappresentazione dannosa della catena Liberty Tax Service.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Guai legali per Better Call Saul, avvocati veri a lavoro

Il protagonista di Better Call Saul è un avvocato e soprattutto le prime stagioni si sono concentrate su questo aspetto. Tutto ciò può risultare abbastanza curioso e singolare a seguito della citazione in giudizio da parte di Liberty Tax Service.

Attenzione: l'articolo contiene un piccolo spoiler sui primi episodi dello show.

Sto cercando altri articoli per te...