Un brand ambassador di Samsung utilizza iPhone X in pubblico: multa da 1.6 milioni di dollari

Autore: Pasquale Oliva ,
Copertina di Un brand ambassador di Samsung utilizza iPhone X in pubblico: multa da 1.6 milioni di dollari

Quando si è un brand ambassador di un marchio bisogna prestare molta attenzione alle apparizioni in pubblico. Lo insegna l'esperienza di Ksenia Sobchak, scelta da Samsung per promuovere i suoi prodotti in Russia.

Come riportato dal The Mirror, la giornalista e presentatrice, brand ambassador del colosso sud-coreano, ha utilizzato un iPhone X durante un'intervista televisiva. La Sobchak ha cercato di nascondere lo smartphone con un foglio di carta, ma alle telecamere non è sfuggito il particolare che ha fatto infuriare Samsung.

Advertisement

Advertisement
The Mirror/CEN
Uno screen che mostra la brand ambassador di Samsung mentre utilizza un iPhone X in TV
Ksenia Sobchak, brand ambassador di Samsung, mentre utilizza in TV un iPhone X

Come se non bastasse, si dice che il noto personaggio abbia utilizzato lo smartphone di Apple anche durante alcuni eventi a Mosca e in altre apparizioni in programmi televisivi.

I passi falsi della testimonial, definita la Paris Hilton di Russia e ritenuta la figlioccia del Presidente Vladimir Putin, non sono passati inosservati, anzi. Samsung ha inflitto una sanzione da 1,6 milioni di dollari per la violazione del contratto stipulato tra le due parti.

Purtroppo per Samsung, questa non è la prima occasione in cui viene "tradita" da un suo brand ambassador.

Nel 2014 Adam Levine, cantante della band Maroon 5, promosse il lancio del servizio Milk Music di Samsung, ma a distanza di una settimana si mostrò in TV mentre utilizzava un iPhone. Il tennista David Ferrer nel 2013 invece pubblicizzò l'allora nuovo Samsung Galaxy S4 su Twitter, pubblicando tuttavia il post da un iPhone.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...