Breaking Bad: Vince Gillighan voleva che la crystal meth fosse blu (contro il parere della DEA!)

Autore: Alice Grisa ,
Copertina di Breaking Bad: Vince Gillighan voleva che la crystal meth fosse blu (contro il parere della DEA!)

Uno degli elementi più poetici di Breaking Bad è proprio lei, la crystal meth – la blue meth – che, come sa chi è arrivato fino alla fine della serie, accompagna anche le ultimissime sequenze con una canzone indimenticabile: My baby blue.

La trama della serie AMC, considerata da molti la migliore di sempre, racconta di Walter White, un professore di chimica del liceo, che scopre di essere affetto da una grave malattia. Consapevole di avere davanti, probabilmente, solo un periodo limitato, decide di "rompere" con la correttezza e la normalità e di cominciare a cucinare e spacciare metamfetamine, forte della sua conoscenza, per trovare i soldi da dare alla sua famiglia per il futuro.

Advertisement

Ad aiutarlo sarà Jesse Pinkman, un suo ex alunno, sballato quanto basta per conoscere l’ambiente.

Il normale padre di famiglia dei sobborghi che rompe la corteccia del male (“breaking bad” fa riferimento proprio a intraprendere una strada negativa) ha tenuto incollati milioni di telespettatori di tutto il mondo con il fiato sospeso per cinque stagioni, grazie alla magistrale scrittura di Vince Gillighan, il creatore della serie.

Era già noto che lo showrunner avesse interpellato esperti di scienze e chimica per rendere la narrazione il più possibile coerente e coesa. E inoltre il team di scrittura ha lavorato a stretto contatto con la DEA (Drug Enforcement Administration), l’agenzia federale americana anti-droga dove nella serie lavora Hank, il cognato di Walter.

AMC
Hank in una scena di Breaking Bad
Hank lavora proprio alla DEA

Quello che non molti sanno, però, è che Gillighan, nonostante il parere degli esperti, si è preso delle libertà – delle “licenze poetiche” – rispetto alla realtà dei fatti nel mondo del traffico di stupefacenti.

Advertisement

Uno dei consulenti assunti, la dottoressa Donna Nelson, ha raccontato a Showbiz Cheat Sheet la propria esperienza. Gillighan era estremamente interessato a come si svolgeva la cucina di metamfetamine e voleva che tutto nel suo show fosse coerente e verosimile. 

Si era anche preoccupato, direttamente con la DEA, che la serie non insegnasse inavvertitamente i telespettatori a fabbricare droga!

Advertisement
AMC
Breaking Bad - Jesse e Walter
Walter e Jesse cucinano crystal meth

È stato molto preciso, ma su una cosa non ha voluto transigere: la crystal meth doveva essere blu. Ecco come Donna racconta l’episodio.

Vince è venuto da me e mi ha detto: "Cosa ne pensi di fare la metanfetamina blu?" E io ho risposto: "No, non lo farei mai". E lui: "Bè, non ci sarebbe una qualche ragione se fosse pura che potrebbe essere blu? Sai, almeno un po’ blu". E io: "No, perché la metanfetamina è bianca". E lui rispose: "E se fosse pura?" E io: "Allora sarà bianca". E lui: "E se fosse davvero, davvero, davvero pura?" E io: "Allora sarà davvero, davvero, davvero, davvero, davvero bianca".

Alla fine però da bianca divenne blu.

Ed è uno dei motivi per cui questa serie rimane indimenticabile.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Vince Gilligan: "La mia prossima serie sarà diversa da Better Call Saul e Breaking Bad"

Leggi del prossimo progetto attualmente in lavorazione di Vince Gilligan, creatore e regista di Breaking Bad e Better Call Saul.
Autore: Marco Manvati ,
Vince Gilligan: "La mia prossima serie sarà diversa da Better Call Saul e Breaking Bad"

Better Call Saul, serie spin-off della serie cult Breaking Bad terminata nel 2013, sta volgendo al termine con il tredicesimo e ultimo episodio della sesta stagione in onda su Netflix martedì 16 agosto 2022.

Vince Gilligan, creatore di entrambe le serie e del film a esse legato El Camino, si è detto molto contento di aver creato queste 127 ore di puro intrattenimento, ma ora è pronto a voltare pagina e creare una nuova serie completamente slegata da Breaking Bad e Better Call Saul.

In un'intervista per AMC, il regista e autore ha dichiarato quanto segue:

Dopo un totale di 127 ore, che è anche il tempo esatto che ha impiegato quel povero ragazzo a decidere di tagliarsi il braccio, ora è tempo di lavorare a qualcosa di nuovo. Presto la presenterò e non potrà che essere qualcosa di totalmente differente da Breaking Bad e Better Call Saul, e spero che alla gente piacerà.

Anche se ora la mente di Vince Gilligan è completamente focalizzata su questo suono nuovo progetto, non nega che in un futuro molto lontano potrebbe tornare a rivisitare le storie di Saul, Jesse e Walter:

Sto cercando altri articoli per te...