Buffy: il triangolo con Angel e Spike e gli altri amori della Cacciatrice

Autore: Elena Arrisico ,
Copertina di Buffy: il triangolo con Angel e Spike e gli altri amori della Cacciatrice

Nell’arco di sette stagioni di #Buffy l’ammazzavampiri (Buffy the Vampire Slayer), cinque stagioni aggiuntive in fumetti e cinque stagioni dello spin-off #Angel, la Cacciatrice Buffy Summers – interpretata da Sarah Michelle Gellar – ha vissuto diverse storie d’amore.

Le più importanti sono, sicuramente, quelle con Angel (David Boreanaz) e Spike (James Marsters), ma ci sono state altre brevi relazioni. Una su tutte? Quella con Riley Finn, interpretato da Marc Blucas.

Advertisement

Buffy ha sempre cercato relazioni che fossero serie e profonde, preferendo queste ultime a legami puramente casuali e brevi. La sua sfortuna è quella di essere sempre stata attratta da uomini che fossero pericolosi – sebbene Angel e Spike l’amassero veramente – e Buffy stessa lo riconosce quando, parlando con la sua migliore amica Willow Rosenberg (Alyson Hannigan), riflette sul fatto che una relazione sicura e bella, forse, potrebbe non essere intensa come un amore passionale che spesso va di pari passo con il dolore.

Il suo Osservatore, Rupert Giles (Anthony Head), ha sempre trovato abbastanza “poetico” che, in quanto Cacciatrice e dunque nemica giurata dei vampiri, Buffy fosse attratta proprio da loro.

Dopo la distruzione di Sunnydale – che avviene nell’ultima stagione della serie cult anni Novanta – Buffy dedica meno tempo alla sua vita amorosa e si dedica maggiormente – come aveva già anticipato a Angel, nell’episodio 7x22 La prescelta, Chosen in lingua originale – a se stessa e all’attività di cacciatrice e mentore per tutte le cacciatrici da lei attivate nel series finale.

Ma quali sono gli altri amori di Buffy? Dopo l’articolo sull’amore romantico tra Buffy e Angel e quello sull’amore maturo tra Buffy e Spike, richiamiamo alla memoria la storia d’amore con Riley, quelle che per Buffy sono state solo cotte di passaggio e scopriamo com'è finita.

Buffy l'ammazzavampiri Buffy l'ammazzavampiri Arriva nella piccola cittadina di Sunnydale Buffy Summers, una giovane ragazza appena trasferitasi con la madre da Los Angeles, città da cui aveva preferito andarsene dopo l'espulsione dalla scuola che ... Apri scheda

Non solo Angel e Spike: Riley, il soldato umano

La storia tra Buffy e Riley Finn (Marc Blucas) nasce dopo quella con Angel (David Boreanaz), ma prima di quella con Spike (James Marsters). Se ci fermiamo a riflettere, quella con Riley è stata l’unica relazione “normale” di Buffy: quella con un essere umano, sì problematico, ma pur sempre umano.

Buffy e Riley si conoscono durante la quarta stagione di BTVS, già nell’episodio 4x01 La matricola (The Freshman): i due sono, infatti, compagni di università e Riley è anche assistente della professoressa di psicologia Maggie Walsh (Lindsay Crouse).

Advertisement

Buffy e Riley iniziano a provare qualcosa l’uno per l’altra quando quest’ultimo difende la ragazza dai commenti inappropriati di un ragazzo (Parker), di cui parleremo più avanti. La loro storia affronta, però, delle difficoltà a causa della doppia vita che, inizialmente, entrambi conducono: Buffy è la Cacciatrice, mentre Riley si rivela essere il soldato di un’organizzazione segreta (The Initiative), che cattura e compie esperimenti scientifici su vampiri e demoni.

Quando, finalmente, scoprono la verità su di loro, iniziano a combattere fianco a fianco, finché la professoressa Walsh non tenta di uccidere Buffy, spaventata che quest’ultima possa scoprire che sta dando vita ad Adam (George Hertzberg), una potente arma creata con parti umane e demoniache. Infuriato, Riley diventa un disertore, ma scopre di essere sempre stato drogato dall’Organizzazione e di essere adesso indebolito: sebbene abbia conoscenze militari, parte della sua forza è dovuta a tali sostanze.

Nel tempo, però, Riley inizia a soffrire di complessi di inferiorità: non si aspettava, infatti, che Buffy fosse così forte e, quando perde la propria super-forza – in seguito all’abbandono dell’Organizzazione – ciò si accentua maggiormente. Quando, poi, la madre di Buffy scopre di avere un tumore e lei si confida prima con Spike, la distanza tra i due cresce ancora di più: Riley si sente sempre più escluso dalla sua vita e la gelosia nei confronti di Angel e Spike aumenta.

Riley si convince del fatto che Buffy non lo ami realmente e che lei sia attratta soltanto da uomini forti come, appunto, i due vampiri. Durante la quinta stagione, la frustrazione per aver perso i propri “super-poteri” - che lo stavano anche uccidendo – porta Riley a recarsi in un covo di vampiri, dove si fa mordere abitualmente: quando lo scopre – grazie a una soffiata di un geloso e già innamorato Spike – Buffy ne resta molto delusa.

Sebbene sappia di avere sbagliato, Riley sente che Buffy non lo ama: il ragazzo le dà, quindi, un ultimatum al termine del quale partirà per una missione in Sudamerica; Buffy, però - ancora arrabbiata per quanto accaduto - arriva in ritardo all'appuntamento, quando l’elicottero di Riley è già partito.

Advertisement

Riley torna a Sunnydale soltanto per un episodio, nella sesta stagione6x15 Difficile da dimenticare, As You Were in originale – per chiedere l’aiuto di Buffy per catturare un demone: è qui che Riley presenta a Buffy la moglie, Sam (Ivana Milicevic).

Successivamente, nei fumetti, Riley aiuterà Buffy come agente sotto copertura contro Twilight.

Le brevi relazioni della Cacciatrice

A parte Angel, Spike e Riley – come detto prima - Buffy ha avuto alcune storie brevi o semplici cotte, che in molti neanche ricordano: interpretato da Jason Behr, Billy Fordham, ad esempio – che compare nell’episodio 2x07 La verità fa male, Lie to Me in originale – viene introdotto come la prima cotta di Buffy, quella delle elementari.

Advertisement

Tyler è un vecchio interesse amoroso della Cacciatrice, di quando quest'ultima ancora viveva a Los Angeles. Dei tempi di LA ci sono, poi, Jeffrey Kramer e Oliver Pike – nel film del 1992, interpretati rispettivamente da Randall Batinkoff e da Luke Perry – mentre pochissima importanza hanno avuto cotte come Owen Thurman (Christopher Wiehl), Cameron Walker (Jeremy Garrett) e Scott Hope (Fab Filippo).

Prima di Riley, nella quarta stagione, c’è stato Parker Abrams (Adam Kaufman): studente all’università, dopo essersi mostrato come un ragazzo sensibile e aver fatto pensare a Buffy che potesse nascere qualcosa di serio – dopo la rottura con Angel – si dimostra, in realtà, interessato esclusivamente al “divertimento”, ferendo i sentimenti della ragazza.

Nella settima stagione, Buffy esce con il Preside – nonché figlio della Cacciatrice Nikki Wood, uccisa da Spike a New York negli anni Settanta - Robin Wood (D.B. Woodside), ma non intraprende con lui una vera relazione.

E nei fumetti? Buffy ha la sua prima (e unica) esperienza omosessuale con la Cacciatrice Satsu: la relazione tra le due ha brevissima durata, perché Buffy capisce di non essere gay. Al San Francisco Police Department, conosce Robert Dowling: un ragazzo normale – che le ricorda un po' Riley – con il quale inizia una breve storia (salvo poi decidere di restare semplicemente amici e lavorare insieme nella supernatural task force).

Come è andata a finire?

I due amori più importanti della vita di Buffy restano, comunque, Buffy e Spike. La stagione 7 di Buffy si conclude con la Cacciatrice che decide che non è il momento per avere una relazione stabile: sta ancora crescendo come persona e ha bisogno di capire chi sia, prima di occuparsi nuovamente della sfera romantica. Rifiuta – non definitivamente - quindi, quella che sembra una proposta di Angel e dice “ti amo” per la prima volta a Spike, poco prima che quest’ultimo si sacrifichi per chiudere la Bocca dell’Inferno e salvare il mondo.

In occasioni separate, la Prescelta ha praticamente fatto intendere, sia a Angel che a Spike, che potrebbe avere un futuro con loro. In seguito alla distruzione di Sunnydale e all’attivazione delle Potenziali di tutto il mondo, Buffy e la Scooby Gang si occupano del loro addestramento, mentre nuove minacce incombono.

Nei fumetti, quando Buffy cade vittima di un incantesimo sul vero amore, questa viene trasportata in una sorta di mondo dei sogni: qui, vede l’immagine di un sogno che la ritrae tra le braccia sia di Angel che di Spike. In seguito, l'amore tra Buffy e Angel scoppia nuovamente e permette loro di creare un universo in cui essere felici; la coppia, però, è costretta a rinunciare al paradiso perché la sua esistenza comporta la distruzione di tutto il resto. Così come con Angel, anche con Spike Buffy ritrova l’amore e, finalmente, ammette a se stessa di amarlo, intraprendendo una relazione seria con lui.

The WB
James Marsters e David Boreanaz in Angel
Spike e Angel in una scena della serie Angel

Sia con Angel che con Spike, però, la storia non è mai realmente finita: Buffy lascerà per loro, per sempre, una porticina aperta nel suo cuore.

Bangel o Spuffy?

Negli anni, in rete, si è discusso su chi fosse il vero amore della Cacciatrice: si sono create due fazioni, che vedevano una parte tifare per la coppia Buffy e Angel e un’altra per Buffy e Spike. L’amore con Angel è quello romantico, il primo e indimenticabile; quello con Spike è quello maturo e passionale. Ma cosa pensa il cast di Buffy the Vampire Slayer? Team Bangel o team Spuffy?

Come riportato da Entertainment Weekly, nel 2017, Sarah Michelle Gellar ha dichiarato:

C'era qualcosa di così bello per me nella storia di Buffy e Angel. Penso che Spike capisse una parte diversa di chi era Buffy. […] Ma, secondo me, per Buffy il vero amore è Angel.

In un’intervista a The Wrap del novembre 2020, David Boreanaz ha, invece, spiegato che non c’è nulla di cui discutere: Buffy e Angel sono l'endgame.

Il vero amore è il primo amore e il primo amore è il vero amore. Fine della storia. […] Voglio dire… è abbastanza semplice, no? [...] Sapete… le parole arrivano dalla bocca del diretto interessato. Credo di avere l’ultima parola sull’argomento!

Joss Whedon, il creatore del Buffyverse, ha descritto Angel e Spike come “i due più importanti uomini nella vita di Buffy”. 

Sono diviso a metà: Spike ha ottenuto un'anima grazie a lei, ma quella di Angel e Buffy è la più grande storia d'amore che io potrò mai raccontare.

Come dargli torto?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Il reboot afroamericano di Buffy annullato dai produttori?

Leggi di come versano gli stati di lavoro sull'atteso reboot di Buffy l'ammazzavampiri, originariamente annunciato nel 2018.
Autore: Marco Manvati ,
Il reboot afroamericano di Buffy annullato dai produttori?

Nel 2018 è stato confermato un reboot di Buffy l'ammazzavampiri, ossia la nota serie TV degli anni '90 che ha riscosso un enorme successo con ben sette stagioni prodotte. Da allora non si sono avute più notizie di questo nuovo progetto.

Il reboot, con Gail Berman nei panni di produttore esecutivo, dovrebbe avere come protagonista una ragazza afroamericana (come riportato da Deadline), a differenza dell'opera originale che aveva la caucasica attrice Sarah Michelle Gellar al comando della congrega dei Cacciatori di Vampiri. Ma, adesso, stando a quanto riportato da Berman stesso durante l'ultima puntata del podcast di The Hollywood Reporter, il progetto è stato messo in pausa.

I motivi non sono stati esplicitati, ma dallo stato in cui versava la produzione del reboot potremmo intuire il perché è stato stoppato il progetto: il nuovo Buffy, oltre a non avere ancora un network dove poter mettere in onda i propri episodi, mancava ancora di una linea guida su cosa sarebbe dovuto essere.

Infatti, si era ancora indecisi se renderlo un vero e proprio reboot, e introdurre quindi nuovi personaggi e nuovi attori, oppure un semplice revival, richiamando i vecchi protagonisti per combattere il male ancora una volta.

All'epoca dell'annuncio del reboot, nel 2018, la showrunner Monica Owusu-Breen affermò infatti che i personaggi originali largamente amati dai fan non potevano essere sostituiti, e nemmeno avrebbero provato a farlo, suggerendo però che il mondo di oggi è molto più pauroso rispetto a 20 anni fa. Quest'ultima frase in particolare suggeriva quindi un reboot.


Nel frattempo, se avete voglia di guardare un prodotto legato a vampiri e mostri di ogni genere, vi consigliamo di dare un'occhiata al film Day Shift, da poco approdato su Netflix. La pellicola e Buffy ha infatti una cosa in comune con il film Day Shift.

Sto cercando altri articoli per te...