C'è ancora spazio per gli smartphone con batterie removibili, ecco il Samsung Galaxy XCover Pro

Autore: Pasquale Oliva ,
Copertina di C'è ancora spazio per gli smartphone con batterie removibili, ecco il Samsung Galaxy XCover Pro

Bei tempi quelli in cui la batteria di cellulari prima e smartphone poi poteva essere facilmente sostituita sollevando la scocca posteriore (solitamente in policarbonato). Oggi il procedimento è molto più articolato, bisogna infatti affidarsi alle aziende produttrici o a tecnici specializzati di terze parti, ma non tutto è perduto. Con un colpo di scena - e lo è, considerate le tendenze degli ultimi anni - uno dei primi smartphone di Samsung di questo 2020 ci riporta indietro di qualche anno.

Trovare oggi nei negozi fisici e/o digitali uno smartphone con batteria removibile è praticamente una missione impossibile. O forse no? Il gigante sud-coreano ha un po' in sordina presentato il Galaxy XCover Pro, un dispositivo appartenente alla categoria 'rugged' resistente agli urti, impermeabile (certificazione IP68) e - appunto - con batteria da 4.050mAh removibile.

Advertisement

Samsung
Immagine stampa del Samsung Galaxy XCover Pro
Batteria removibile per il Samsung Galaxy XCover Pro

Il Galaxy XCover Pro ha un display Infinity-O FHD+ con diagonale da 6.3 pollici, 4GB di RAM, 64GB di memoria interna espandibile con microSD, un processore Exynos 9611, una fotocamera principale da 25MP abbinata ad una grandangolare da 8MP, una fotocamera anteriore da 13MP ed è munito di un pulsante laterale che integra un sensore per il riconoscimento dell'impronta digitale.

Il dispositivo sembra sia destinato esclusivamente al mercato finlandese, dove sarà disponibile da febbraio al costo di 499 euro.

Advertisement

Il futuro della linea Galaxy S

Quelli presentati al CES 2020 di Las Vegas ritraggono il presente di Samsung nel mercato degli smartphone, ma il colosso di Seoul sta preparando il terreno per il lancio dell'attesa nuova generazione di dispositivi della linea Galaxy S.

L'evento di presentazione dei nuovi smartphone sappiamo con certezza che si terrà l'11 febbraio 2020, ciò che invece stupisce è un'indiscrezione lanciata dal sito Ajunews. Stando a quanto riportato dal sito d'informazione asiatico, Samsung presenterà quattro smartphone che dovrebbero chiamarsi S20, S20 Plus, S20 Ultra e Bloom. Una nomenclatura certamente inaspettata, che rompe la tradizione numerica seguita fino al Galaxy S10.

Galaxy Bloom dovrebbe essere il nome del successore del Galaxy Fold, il primo dispositivo pieghevole targato Samsung. Per il design a conchiglia (facile tracciare un parallelismo con l'ultimo Motorola Razr) pare che l'azienda si sia ispirata ad un prodotto di Lancôme, famosa casa cosmetica francese. Sarà davvero così? Nel frattempo, possiamo dare una sguardo al dispositivo in una foto per la stampa (seppur di scarsa qualità).

Cosa ne pensate della scelta di Samsung per i nomi dei prossimi smartphone della linea Galaxy S?

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

The Walking Dead 11, dove eravamo rimasti [RIASSUNTO]

Leggi per ricordare in che modo si era conclusa la seconda parte della stagione undici di The Walking Dead, che ritorna su Disney+ per il gran finale.
Autore: Francesca Musolino ,
The Walking Dead 11, dove eravamo rimasti [RIASSUNTO]

La serie TV di The Walking Dead è giunta alla sua conclusione con la stagione undici, di cui sono già state trasmesse le prime due parti. Dal 3 ottobre 2022 su Disney+ sarà disponibile anche la terza e ultima parte con cui terminerà sia la stagione in corso che la serie. Visto che ci sono state due pause nel mezzo e diversi mesi di distanza tra un blocco di episodi e l'altro, può essere utile fare mente locale sugli eventi principali dei primi sedici episodi già trasmessi e su dove si era momentaneamente conclusa la trama.

Premessa

  • La decima stagione di The Walking Dead è incentrata sulla guerra contro i Sussurratori: negli episodi finali fa il suo ritorno Maggie, che viene avvisata del pericolo che incombe sul gruppo, tramite una lettera scritta da Carol dopo il terribile evento delle picche. Tutte le comunità unite, con l'aiuto anche di Negan e di Maggie con il suo nuovo gruppo, alla fine vincono la battaglia. 
  • Su un altro frangente il trio composto da Eugene, Yumiko ed Ezekiel è in viaggio per raggiungere Stephanie, la misteriosa donna che Eugene ha conosciuto via radio e di cui si è invaghito. Lungo la strada incontrano Principessa, un'eccentrica ragazza che da molto tempo vive da sola e fa quindi di tutto per farsi accettare dal trio e unirsi al loro viaggio. Una volta giunti tutti insieme sul luogo dell'appuntamento, si ritrovano accerchiati da alcuni soldati in armatura che dopo averli catturati, li conducono da chi di dovere per essere sottoposti a degli interrogatori.
  • Dopo che Michonne parte alla ricerca di Rick, in quanto trova delle sue tracce nei pressi dell'isola in cui vive un uomo di nome Virgil, quest'ultimo decide di tornare ad Oceanside, il luogo del loro primo incontro. Durante il tragitto si imbatte in Connie, sopravvissuta all'esplosione nella grotta di Alpha, alla quale presta soccorso.

Stagione undici: dove eravamo rimasti

Sto cercando altri articoli per te...