8 film e serie TV da vedere se ti piace C'era una volta a... Hollywood

Autore: Manuela Greco ,
Netflix
4' 43''
Copertina di 8 film e serie TV da vedere se ti piace C'era una volta a... Hollywood

Vincitore di due premi Oscar nel 2020, C'era una volta a... Hollywood, di Quentin Tarantino è finalmente approdato su Netflix.

Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie, con le loro indimenticabili interpretazioni, sono riusciti a raccontare una storia articolata e complessa, che intreccia le vite dell'attore in declino Rick Dalton e della sua controfigura Cliff Booth a quella della bellissima Sharon Tate.

Advertisement

Una pellicola fresca, dinamica e sorprendente, che ha riscosso il favore di critica e pubblico. Se non l'avete ancora vista, è questa l'occasione adatta per recuperarla (o di un rewatch per chi l'aveva già vista al cinema).

Ma se avete amato C'era una volta a... Hollywood e cercate qualcosa di simile, ecco otto titoli tra film e serie TV da non perdere.

Once Upon a Time… in Hollywood Once Upon a Time… in Hollywood Los Angeles, 1969. TV star Rick Dalton, a struggling actor specializing in westerns, and stuntman Cliff Booth, his best friend, try to survive in a constantly changing movie industry. Dalton ... Apri scheda

Bastardi senza gloria

Primo film della trilogia del revisionismo storico di Quentin Tarantino, #Bastardi senza gloria si inscrive nel contesto storico dell'occupazione nazista in Francia.

Come C'era una volta a... Hollywood (ultimo della trilogia), anche Bastardi senza gloria è un film di genere ucronico: pur partendo da una premessa reale, si sviluppa e termina con un finale alternativo.

Nel film, infatti, Hitler e Goebbels perdono la vita per mano di un gruppo di soldati ebrei americani in missione su suolo francese per uccidere il maggior numero di tedeschi possibile.

Inglourious Basterds Inglourious Basterds In Nazi-occupied France during World War II, a group of Jewish-American soldiers known as "The Basterds" are chosen specifically to spread fear throughout the Third Reich by scalping and brutally ... Apri scheda

Django Unchained

Se bastardi senza gloria era la rivincita contro i nazisti e C'era una volta a... Hollywood regalava a Sharon Tate gli anni che non ha mai vissuto, #Django Unchained (secondo film della trilogia del revisionismo storico di Tarantino) rappresenta la vendetta degli afroamericani contro il razzismo dei bianchi.

Advertisement

Ambientato negli anni della guerra civile americana, il film è il racconto del rapporto che si viene a instaurare tra il cacciatore di taglie tedesco Schultz e lo schiavo Django.

Django Unchained Django Unchained With the help of a German bounty hunter, a freed slave sets out to rescue his wife from a brutal Mississippi plantation owner. Apri scheda

The Artist

Diretto da Michel Hazanavicius, #The Artist ci riporta nella Hollywood del 1927, ai tempi del cinema muto, quando il divo George Valentin cade in disgrazia con l'introduzione al cinema dell'elemento sonoro sulle immagini.

Come C'era una volta a... Hollywood con il segmento dedicato alla figura di Rick Dalton, anche The Artist ha il suo focus sul declino artistico del protagonista, che fatica a rimanere sulla cresta dell'onda.

The Artist The Artist Hollywood 1927. Georges Valentin è un divo del cinema muto. La vita sembra sorridergli finché l'avvento del film sonori lo condannerà all'oblio. Peppy Miller, giovane comparsa, sta invece per esssere ... Apri scheda

Hollywood

Come C'era una volta a... Hollywood, la miniserie del 2020 creata da Ryan Murphy e Ian Brennan si concentra sul mondo dell'industria cinematografica.

Advertisement

Pur se ambientata in un'epoca differente rispetto al film (alla fine degli anni Quaranta del '900), anche Hollywood esplora le dimaniche del settore e racconta l'ambizione del protagonista Jack Castello di diventare un attore in un periodo in cui al cinema razzismo e omofobia erano sistematici.

Hollywood Hollywood Un ambizioso gruppo di aspiranti attori e registi nella Hollywood del secondo dopoguerra farà di tutto per realizzare il proprio sogno nel mondo dello spettacolo. Apri scheda

L'ultimo tycoon

Altra serie televisiva ad aver raccontato il dietro le quinte dell'industria cinematografica è stata #L'ultimo tycoon, con protagonisti Matt Bomer e Lily Collins.

Ispirata al romanzo di Francis Scott Fitzgerald intitolato Gli ultimi fuochi, L'ultimo tycoon ci trasporta nella Hollywood del 1936, dove il produttore Monroe Stahr si oppone al tentativo del governo nazista di dettare le regole anche in ambito cinematografico.

La serie, pur potendo contare su un ottimo cast e un eccezionale comparto costumi, è stata cancellata dopo una sola stagione, che si è conclusa, purtroppo, con un finale aperto.

L'ultimo Tycoon L'ultimo Tycoon Dall'ultimo lavoro di F. Scott Fitzgerald, The Last Tycoon segue la vita di Monroe Stahr, ragazzo d'oro di Hollywood mentre combatte la figura del padre e il capo Pat Brady ... Apri scheda

Charlie Says

C'era una volta a... Hollywood porta sul grande schermo, anche se con evidenti cambiamenti, il massacro di Cielo Drive, l'omicidio di Sharon Tate e di altre quattro persone ad opera della Manson Family.

Se si vuole approfondire la storia di Charles Menson e il modo in cui riusciva a esercitare la sua influenza sui suoi seguaci, #Charlie Says è il film che fa per voi.

La pellicola racconta la storia della Menson Family dal punto di vista di Lulu, Sadie e Cadie, tre adepte del culto di Menson che, durante la loro permanenza in prigione, vengono seguite da Karlene Faith, una donna che tenta di comprendere il modo in cui le loro menti siano state assoggettate a Charles.

Tra le chicche del film c'è il finale, una sorta di what if che, come nel film di Tarantino, ci offre uno sguardo a come le cose sarebbero potute andare.

Charlie Says Charlie Says La vicenda concentra lo sguardo sui delitti della Famiglia Manson. Dopo il processo tre giovani donne colpevoli dei delitti vengono condannate a morte, ma poi la sentenza viene modificata in ... Apri scheda

Mindhunter

Ancora per chi fosse interessato all'analizzare la figura di Charles Menson, #Mindhunter è un vero e proprio must.

La serie segue il lavoro degli agenti Holden Ford e Bill Tench, padri di un nuovo metodo di indagine, la profilazione. I due protagonisti visitano numerose prigioni degli Stati Uniti per intervistare (e cercare di comprendere) i più famosi ed efferati pluriomicidi come Ed Kemper o Jerry Brudos.

Nel quinto episodio della seconda stagione, Bill e Holden intervistano Charles Menson, che durante il colloquio nega ogni responsabilità dell'omocidio di Sharon Tate.

È curioso che a interpretare il serial killer sia in C'era una volta a... Hollywood che in Mindhunter sia il medesimo attore, Damon Herriman.

Mindhunter Mindhunter Un agente dell'unità crimini seriali dell'FBI sviluppa tecniche di profilazione criminale mentre dà la caccia a noti serial killer e stupratori. Apri scheda

Il buono, il brutto, il cattivo

C'era una volta a... Hollywood è caratterizzato da una mescolanza di generi che vanno dal dramma alla commedia fino ad arrivare al thriller. Con la figura di Rick Dalton, il flm di Quentin Tarantino sfiora anche il western.

Il personaggio interpretato da Leonardo DiCaprio nella pellicola è un attore che tenta di dare una scossa alla propria carriera in declino. Il suo agente gli propone però di raggiungere l'Italia per un ruolo in uno spaghetti wester, un tipo di film a quei tempi considerato di serie B.

Tra gli archetipi del genere c'è #Il buono, il brutto, il cattivo di Sergio Leone, una pellicola che riuscì a dare nuova linfa vitale agli spaghetti western portandoli al loro apice.

Ambientato durante la guerra di secessione, racconta le vicende di tre uomini senza scrupoli che si uniscono per impossessarsi di un tesoro nascosto in un cimitero.

Il buono, il brutto, il cattivo Il buono, il brutto, il cattivo Durante la guerra di Secessione, tre spregiudicati avventurieri, cercano di impossessarsi di un carico d'oro che gli permetterebbe di chiudere con la vita da pistoleri. Ma la guerra li costringerà ... Apri scheda

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Le 10 sigle più belle delle serie originali Netflix

Le cantiamo, le impariamo a menadito e le analizziamo fotogramma per fotogramma. Le sigle d'apertura sono una parte fondamentale delle serie televisive. Ecco una lista delle migliori tra quelle degli show originali Netflix.
Autore: Manuela Greco ,
Le 10 sigle più belle delle serie originali Netflix

Le sequenze d'apertura sono un must delle serie TV: introducono agli spettatori la storia che verrà raccontata e rimangono impresse nella loro memoria anche a distanza di anni.

Nonostante Netflix abbia inserito la possibilità di saltarle, le sigle di alcune delle serie originali del catalogo sono dei veri e propri capolavori, un mix di musica e immagini che riescono in pochi minuti (talvolta addirittura in pochi secondi) a catturare e rispecchiare perfettamente lo spirito dell'opera.

Sto cercando altri articoli per te...