Car Thing è il music player per auto di Spotify, ma non arriverà sul mercato

Autore: Pasquale Oliva ,
Copertina di Car Thing è il music player per auto di Spotify, ma non arriverà sul mercato

Di un dispositivo per auto a marchio Spotify si parla ormai da quasi un anno, da quando un particolare banner pubblicitario apparve sui dispositivi mobili di alcuni utenti. Voci di un music player per le quattro ruote del colosso dello streaming musicale sono giunte anche negli uffici del Financial Times, che ha cercato di fare il quadro della situazione con le poche informazioni disponibili.

Sembrava ormai un progetto finito del dimenticatoio, ma ora è Spotify a confermare l'esistenza di un prodotto creato appositamente per l'ascolto di musica in auto. Con un nuovo post pubblicato sul suo sito, l'azienda svedese rende infatti noto di aver ideato un dispositivo per musica e podcast utilizzabile con comandi vocali chiamato Car Thing.

Advertisement

A differenza di quanto si possa pensare, Spotify - per il momento - non ha alcuna intenzione di lanciare Car Thing sul mercato. Lo scopo del device è quello di raccogliere informazioni sulle abitudini degli utenti che utilizzano il servizio musicale in auto.

Gli statunitensi passano 70 miliardi di ore in auto ogni anno. È davvero tanto tempo speso in strada. Quindi è importante cosa fai - e cosa ascolti - per affrontare tutte queste ore in auto. Ecco perché Spotify sta cercando di apprendere di più sulle abitudini d'ascolto delle persone e delle loro preferenze per cercare di creare una impareggiabile esperienza per i nostri utenti.

Cercando di mettere a tacere tutte le voci che circolano su presunti hardware, Spotify dichiara senza mezzi termini di volersi concentrare esclusivamente sulla piattaforma di streaming, per aumentare il distacco dalla concorrenza - come Apple Music.

Advertisement

Sappiamo che ci sono alcune speculazioni sui nostri piani futuri, ma Car Thing è stato creato per aiutarci a capire di più su come le persone ascoltano musica e podcast. Il nostro obiettivo rimane quello di diventare la piattaforma musicale numero uno al mondo, non quello di creare hardware.

I test si svolgeranno solo in territorio statunitense e potrebbero presto coinvolgere anche altre categorie di prodotti, come Voice Thing e Home Thing, ovvero le versioni di Spotify di Google Home, Apple HomePod e Amazon Echo.

Per il momento bisogna dunque mettersi l'anima in pace. Nell'immediato futuro di Spotify non c'è alcun hardware per il mercato, ma mai perdere le speranze. L'azienda fondata da Daniel Ek potrebbe infatti cambiare idea e lanciarsi anche in settori attualmente inesplorati. 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

One Piece Film: Red, recensione: più musical che azione

Se non amate la musica Red per voi potrebbe rivelarsi una grossa delusione: il cuore pulsante dell’ultima pellicola della serie infatti è la musica.
Autore: Elisa Giudici ,
One Piece Film: Red, recensione: più musical che azione

One Piece Film: Red è un film che se ne frega della sua stessa spendibilità a livello internazionale ed è anche giusto così, considerando quanto il botteghino giapponese è sostenuto dalle pellicole nipponiche. A differenza dei film animati statunitensi infatti, attentamente calibrati per arrivare e parlare agli spettatori di tutti i continenti (quale che sia la loro cultura e la loro lingua), il lungometraggio diretto da Gorō Taniguchi è stato ideato avendo ben in mente solo il pubblico giapponese, con i suoi gusti e le sue passioni.

In una nazione in cui andare con gli amici al karaoke è un’esperienza tanto comune e trasversale quanto mangiare al ristorante o prendere un caffè in caffetteria, non stupisce dunque che si sia pensato di trasformare il tradizionale lungometraggio cinematografico dedicato al manga di Eiichiro Oda in una sorta di sing along, quasi un musical.

Sto cercando altri articoli per te...