Caterina la Grande, la nuova serie HBO arriva l'1 novembre su Sky

Autore: Alessandro Zoppo ,
News
3' 1''
Copertina di Caterina la Grande, la nuova serie HBO arriva l'1 novembre su Sky

Le atmosfere, a giudicare dalle prime foto di Caterina la Grande, sono epiche e sfarzose. La Russia del XVIII secolo è piombata nella mani di una sovrana algida e potente, capace di espandere come mai prima di allora i confini dell'impero. Quei colori vividi, come possiamo ammirare nelle immagini della serie TV, animeranno la prima stagione del period drama, al debutto su Sky Atlantic e in streaming su NOW TV l'1 novembre 2019. Non solo: tutti gli episodi saranno disponibili on demand dallo stesso giorno.

La serie, prodotta da Sky insieme a HBO dopo il successo mondiale di Chernobyl, non poteva che avere la più grande attrice inglese della sua generazione come protagonista: Helen Mirren. Il riferimento ad una pagina importante di storia russa è doveroso: il suo vero nome è Elena Vasil'evna Mironova, nipote di un diplomatico russo ed ex colonnello dell'esercito zarista, che arrivò in Inghilterra per sfuggire al comunismo.

Advertisement

Sky / HBO
Helen Mirren in una scena della serie TV Caterina la Grande

Nello show scritto da Nigel Williams (che ha già lavorato con Mirren nella mini-serie Elizabeth I) e diretto da Philip Martin (un altro esperto di regnanti: ha diretto 7 episodi di The Crown), l'attrice premiata con l'Oscar per The Queen (allora era Elisabetta II) interpreta una donna forte e intelligente, sofisticata e lungimirante, capace di sostenere da sola un immenso potere politico.

L'arco temporale della serie si apre nel 1762, quando il colpo di stato che depone Pietro III porta al trono la moglie Caterina. Considerata illegittima a corte perché di origini tedesche e soprattutto poiché donna, la sovrana è chiamata a contrastare innanzitutto le pressioni del Ministro Panin (Rory Kinnear), che trama alle sue spalle per passare il comando al principe Paolo (Joseph Quinn), figlio di Caterina e Pietro.

Sky / HBO
Helen Mirren in una scena della serie TV Caterina la Grande

Caterina non accetta le seconde nozze con un altro uomo, l'amante infedele Grigory Orlov (Richard Roxburgh). Anzi: l'imperatrice dallo sguardo fiero e indipendente intrattiene numerose relazioni. Tra queste spicca il legame con lo scaltro e affascinante tenente Grigorij Potëmkin (Jason Clarke), che per sedurla – narrano le cronache dell'epoca – disseminò la Crimea di villaggi in cartapesta.

Potëmkin diventa ben presto l'amante della sovrana, il suo più fidato consigliere e (secondo alcuni storici) persino il padre di una figlia segreta, Elizaveta. Ma la campagna militare contro l'Impero Ottomano strema il Generale e lo conduce alla morte. Distrutta dal dolore, Caterina si ritira dalla vita pubblica e accetta soltanto i consigli della contessa Bruce (Gina McKee), per non ricadere nelle trame di corte che riprendono impietose.

Advertisement
Sky / HBO
Jason Clarke in una scena della serie TV Caterina la Grande

Helen Mirren racconta così la lavorazione a questo progetto molto ambizioso.

Advertisement

La storia di Caterina mi ha sempre affascinata, non solo per il mio legame con la Russia. Era una pioniera, ha portato un approccio molto innovativo e rigeneratore. Ha sicuramente saputo anticipare i tempi, è stato un personaggio davvero molto affascinante da interpretare.

Alla base c'è poi una love story tra due spiriti liberi che condividono la totale devozione al loro Paese.

È una semplice storia umana, di amore e gelosia, dolore e piacere e tutte le cose che l'amore porta con sé.

Sky / HBO
Helen Mirren in una scena della serie TV Caterina la Grande

Il regista Philip Martin sottolinea invece la modernità di una vicenda settecentesca, ricostruita con dovizia di particolari dallo scenografo Tom Burton e dalla costumista Maja Meschede.

Molte questioni che Caterina ha dovuto affrontare come leader continuano a essere decisamente attuali. Ad esempio, bilanciare il nazionalismo e l'espansione con il liberalismo e il cambiamento sociale, la tensione tra le vite personali e i ruoli pubblici dei nostri leader e le particolari pressioni sulle donne al potere.

L'appuntamento con la storia di una delle donne più potenti della Storia è fissato a venerdì 1 novembre su Sky Atlantic.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Euphoria 3, Zendaya entusiasta degli sviluppi narrativi

Leggi cosa ha dichiarato Zendaya, protagonista di Euphoria, sulla prossima terza stagione della serie HBO che promette nuovi scenari.
Autore: Giulia Angonese ,
Euphoria 3, Zendaya entusiasta degli sviluppi narrativi

Zendaya, star della serie TV Euphoria nel ruolo di Rue, adolescente con problemi di droga, in un'intervista con The Hollywood Reporter, ha rivelato cosa le piacerebbe vedere nella prossima stagione del teen drama HBO che racconta amicizie, traumi e amori di un gruppo di liceali della California. La seconda stagione di Euphoria, uscita nello scorso gennaio (qui le nostre considerazioni), ha approfondito singolarmente le storie dei giovani personaggi, arrivati ormai alla fine del liceo e pronti a entrare così nel mondo degli adulti. Una nuova dimensione che per Zendaya sarà ricca di emozioni, soprattutto per la sua Rue, in procinto di affrontare un percorso di recupero dalla tossicodipendenza.

Sarà interessante esplorare i personaggi fuori dalla scuola. Voglio vedere come sarà Rue nel suo percorso di sobrietà, potenzialmente caotico. Vale anche per gli altri personaggi, i quali stanno cercando di capire cosa fare delle loro vite, una volta finita la scuola, e che tipo di persone vogliono essere.

Sto cercando altri articoli per te...