Cina, clonato cane poliziotto per ridurre i tempi d'addestramento

Autore: Giovanni Rispo ,
Copertina di Cina, clonato cane poliziotto per ridurre i tempi d'addestramento

Cinque anni di duro lavoro, un costo medio di 75mila dollari e il 35% delle reclute che non supera le prove finali. Sono questi i numeri relativi all’addestramento delle unità cinofile della polizia cinese. Numeri che rappresentano un problema non di poco conto, visto che limitano fortemente l’arruolamento di tali risorse.

La soluzione? Un programma che prevede la clonazione delle unità "veterane".

Advertisement

A mettere in atto il discutibile programma sono stati i genetisti della Sinogene Biotechnology Company di Pechino che, in collaborazione con l’Università agricola dello Yunnan, hanno dato alla luce Kunxun, cucciola nata dalla clonazione genetica di Huahuangma, cane lupo di 7 anni e veterano della polizia.

Advertisement

L’obiettivo di questa clonazione è semplice: ridurre costi e tempi della formazione delle unità cinofile, facendo affidamento su un DNA proveniente da un cane che "ha già dimostrato" di portare a termine in maniera positiva l'addestramento necessario.

Kunxun si dimostra socievole con gli umani e tutto farebbe sperare in una riuscita del progetto.

La cucciola fa bene a godersi al massimo i primi mesi di vita, perché a partire dal 6° verrà sottoposta a un intenso addestramento che prevede la ricerca di tracce o prove, il controllo della folla in caso di disordini pubblici e l'identificazione delle sostanze stupefacenti.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Come finisce Decision to Leave, il film e il caso spiegato

Confuso dal finale di Decision to Leave? Leggi la spiegazione del caso poliziesco e di quanto succede nella scena finale in questo approfondimento.
Autore: Elisa Giudici ,
Come finisce Decision to Leave, il film e il caso spiegato

Confusi dal finale di Decision to Leave? È comprensibile. Il film di Park Chan-wook infatti porta lo spettatore nei meandri di un’investigazione poliziesca complessa, con tanto di salto temporale a metà film. Non solo: c’è un’ulteriore evoluzione rispetto alla prima investigazione, senza dimenticare un finale tutto da decifrare.

C’è molto da scoprire insomma in un film bellissimo ma che richiede molta attenzione allo spettatore, come anticipato nella recensione di Decision to Leave.

Sto cercando altri articoli per te...