Clonare il cucciolo di casa? È possibile, a un costo da 35mila a 50mila dollari

Autore: Silvia Artana ,
Copertina di Clonare il cucciolo di casa? È possibile, a un costo da 35mila a 50mila dollari

Vedere morire il proprio animale domestico è un momento molto duro. Ma l'addio può non essere per sempre. Un'azienda USA, la ViaGen Pets, permette di clonare il cucciolo di casa. Il costo per i cani è di 50mila dollari, mentre per i gatti la cifra da pagare è leggermente più bassa ed è pari a 35mila dollari.

In realtà, il servizio non è nuovo. Ma negli USA (e per riflesso nel mondo) è tornato alla ribalta in questi giorni, dopo che una coppia ha rivelato di avere clonato il suo amato Labrador, Marley.

Advertisement

Come riporta KGTV, David e Alicia Tschirhart non potevano sopportare l'idea di vivere senza il loro fedele quattro zampe e hanno deciso di affidarsi alla scienza per "riaverlo con sé". Il risultato è Ziggy, che a quanto pare presenta incredibili somiglianze con l'originale:

Hanno la stessa personalità, giocano nello stesso modo e amano gli stessi giocattoli.

Marito e moglie hanno dichiarato che il prezzo pagato vale fino all'ultimo centesimo, a maggior ragione perché devono la vita a Marley. David ha spiegato che l'amato Labrador si è reso protagonista di un gesto eroico, avvisandoli della presenza di un serpente a sonagli:

Era il 2014, Marley aveva 12 anni, Alicia era incinta di 4 mesi. All'improvviso, Marley è sfrecciato davanti a me e si è messo a colpire con le zampe e a scavare il terreno verso il quale Alicia stava allungando la mano [per prendere un bastone, n.d.r.].

Alicia ha proseguito il racconto, rivelando che l'intervento di Marley è stato fondamentale:

Avevo visto un grosso bastone e stavo per raccoglierlo. Non mi sono accorta del serpente fino a che Marley si è messo a colpire con le zampe il terreno.

David ha dichiarato che clonare l'adorato compagno a quattro zampe è stata la scelta più giusta che potessero fare per la famiglia:

Non riesco a pensare a un modo migliore di crescere, per i miei figli, che avere Ziggy intorno.

Photo by Paul Hanaoka on Unsplash
Gatto bianco e rosso sul tavolo di una casa
Non solo cani. Anche i gatti possono essere clonati al costo di 35mila dollari

Come osserva CNN, la clonazione degli animali domestici annovera diversi esempi. Nel 2018, Barbara Streisand ha rivelato che i suoi due cani sono stati clonati da un altro che aveva in precedenza. Mentre in Corea del Sud, il procedimento è stato utilizzato su un cane da fiuto con un olfatto leggendario. Più indietro ancora nel tempo, nel 2009, è stata la volta di un cane eroe dell'11 settembre, Trakr, di essere clonato.

Ma (inevitabilmente) la possibilità e la scelta di clonare i cuccioli di casa è al centro di un acceso dibattito. Il sito ricorda la dura presa di posizione di una delle più importanti organizzazioni per la difesa degli animali in America, la Humane Society of the United States:

Gli esperimenti di clonazione riflettono uno spirito comune a tutte le forme di crudeltà sistematiche nei confronti degli animali. Gli animali sono trattati alla stregua di merci, anziché come esseri viventi e individui con una natura e bisogni ben definiti. 

CNN riporta anche una dichiarazione rilasciata dalla PETA nel 2018:

Advertisement

Se si pensa che milioni di cani che possono offrire altrettanto affetto vengono soppressi ogni anno nei canili perché non hanno una casa, la clonazione diventa ancora più indifendibile.

Contattata dal sito, ViaGen ha risposto chiarendo che agli animali utilizzati come surrogati viene dedicata la massima attenzione:

Advertisement

Sono trattati con il più alto livello di cura, alimentazione e rispetto.

E ha replicato di non ritenere che la clonazione abbia conseguenze rilevanti sulla sorte dei cani e gatti in attesa di adozione:

Il numero di animali clonati è una piccola frazione rispetto a quelli che passano attraverso i rifugi. Crediamo che dovremmo lavorare tutti insieme per aiutare a trovare una casa per sempre agli animali dei rifugi. Ma non crediamo che la clonazione influisca sul problema in maniera significativa.

Quello che è certo, come scrivono sia KGTV che CNN, è che al momento ViaGen Pets ha una lista d'attesa di un anno. Perché per ogni padrone, il suo cucciolo è unico. Per sempre.

Photo cover credits:Berkay Gumustekin

Photo text credits: Paul Hanaoka

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Svelata la data di uscita di Blood Origin, prequel di The Witcher

Leggi per scoprire quando uscirà in streaming su Netflix Blood Origin, il primo spin-off/prequel sulla serie TV The Witcher.
Autore: Francesca Musolino ,
Svelata la data di uscita di Blood Origin, prequel di The Witcher

Un bellissimo regalo di Natale è in arrivo per tutti i fan di The Witcher. Durante l'evento TUDUM 2022 di Netflix tra gli annunci relativi a tanti titoli della piattaforma attraverso trailer, locandine e dietro le quinte, una grande novità è stata rivelata anche per quanto riguarda The Witcher. Lo spin-off/prequel della serie, Blood Origin, uscirà su Netflix il 25 dicembre 2022. 

Il poster ufficiale pubblicato durante l'evento di Netflix.

Sto cercando altri articoli per te...