CodeMiko è una streamer virtuale che sta facendo impazzire Twitch

Autore: Andrea Guerriero ,
Copertina di CodeMiko è una streamer virtuale che sta facendo impazzire Twitch

A qualcuno suonerà solo come un nome vagamente giapponese e istantaneamente geek. Per molti, invece, CodeMiko è attualmente uno dei volti più interessanti tra quelli presenti su Twitch

Nell'affollata offerta messa sul piatto dalla piattaforma di video streaming di casa Amazon tutti possono piazzarsi davanti alla webcam ed iniziare a trasmettere, dando libero spazio alla propria creatività.

Advertisement

Vien da sé che sul portale biancoviola ci sia spazio per i format più disparati. Compreso per l'appunto quello della streamer che, in poco più di un mese, è riuscita a conquistare i cuori degli appassionati, e oltre 500mila iscritti sul proprio canale. 

Il motivo dell'immediato successo di CodeMiko è da ricercarsi nel suo aspetto. E non, come spesso accade, per le sue forme generose e gli outfit provocanti, ma perché la giovane è solita mostrarsi attraverso un modello in tre dimensioni pazientemente animato con le tecnologie più avanzate. 

Come "funziona" CodeMiko

CodeMiko si presenta in video come una giovane ragazza dai capelli generalmente rosa o viola, e un top sul quale compaiono in tempo reale gli interventi in chat degli spettatori. Non solo, molto spesso ricorda personaggi legati a doppio filo all'universo videoludico, amatissimi dal popolo nerd

Come dicevamo, la particolarità delle sue dirette è quella di "regalarsi" al pubblico come un modello 3D realizzato utilizzando con maestria l'Unreal Engine, noto e diffusissimo motore grafico di Epic Games - sì, proprio gli autori del fenomeno multiplayer Fortnite

Il modello così realizzato viene poi animato in tempo reale dalla sua creatrice: una ragazza che si fa chiamare semplicemente The Technician, e di cui CodeMiko è a tutti gli effetti un avatar. 

Naturalmente è la giovane a sedersi e a trasmettere, indossando una tuta Xsens legata al motion capture, ovvero una tecnica particolarmente diffusa per quel che concerne i videogiochi. I sensori percepiscono alla perfezione i suoi movimenti, e trasmettono i dati istantaneamente per poi trasformarli nelle animazioni di CodeMiko, che appare a schermo per intrattenere i tanti spettatori. Lo stesso avviene per le espressioni del volto, riprodotte sugli occhi, il naso, la bocca e le guance digitali dell'alter ego di The Technician.

Prodotto Consigliato ??? € da Amazon 449.99€ da Nintendo

Advertisement
Advertisement

Il risultato è una streamer virtuale che assicura un livello di interazione con i follower decisamente unico, impossibile da replicare per un essere umano in carne ed ossa.

Il futuro del live streaming?

Quello dei Vtuber, o YouTuber virtuali, non è comunque un fenomeno nuovo. Da anni è diffuso in Giappone, ma solo nell'ultimo periodo sta seducendo il pubblico occidentale, per sbarcare sulle piattaforme di streaming in diretta.

L'impatto è stato fragoroso, considerando che i modelli in 3D di influencer permettono azioni - e reazioni! - particolari quando si tratta di interagire con i fan.

CodeMiko/Twitch
La streamer The Technician su Twitch
The Technician utilizza il motion capture per

Con il sistema di donazioni interno a Twitch, ad esempio, gli utenti possono chiedere di tutto a CodeMiko, così come farle ingigantire immediatamente la testa, farla esplodere o trasformarla in un clown. A sua volta l'autrice può modificare a piacimento e in tempo reale il modo in cui CodeMiko si presenta, "speziando" lo spettacolo e aprendo a nuove forme di intrattenimento sulla piattaforma.

Advertisement
CodeMiko/Twitch
CodeMiko è una streamer virtuale su Twitch
Le animazioni di CodeMiko sono identiche a quelle di una persona in carne e ossa

In queste eclettiche vesti, The Technician si è ritagliata ampio seguito su Twitch, riuscendo tra l'altro a intervistare varie personalità famose nell'ecosistema acquisito da Amazon. Tra queste anche Pokimane, che ha partecipato ad alcune sessioni con CodeMiko contribuendo a renderla virale in poche settimane.

A sua volta, la giovane streamer ha attirato l'attenzione di Kotaku, uno dei portali di videogame più affermati e conosciuti. Nella loro intervista - a questo indirizzo - il volto dietro al modello 3D si fa più umano e si mette del tutto a nudo.

E ci si chiede, forse a ragione, se non sia proprio questo il futuro del live streaming. 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

Leggi la recensione del lungometraggio Blonde dedicato alla vita di Marilyn Monroe, disponibile su Netflix dal 28 settembre 2022.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

La prima cosa da sapere prima di guardare su Netflix Blonde è che questo è in tutto e per tutto un film e non un documentario sulla vita di Marilyn Monroe. Quindi i fatti, narrati dallo sceneggiatore e regista Andrew Dominik e basati sul romanzo omonimo di Joyce Carol Oates, "prendono in prestito" dalla vita della bionda più famosa del cinema alcuni momenti di vita personale e pubblica. Su di essi è stata costruita una storia drammatica e in parte sconvolgente, soprattutto per chi si è sempre fermato all'abbagliante immagine di Marilyn Monroe senza documentarsi oltre.

Blonde ha lo scopo di portare alla luce la doppia vita di Marilyn: la star bella e appariscente e la donna estremamente fragile che le ha dato vita. Marilyn Monroe nasce come Norma Jeane ma le due personalità sono completamente all'opposto, separate da pensieri, atteggiamenti e parole. Norma è una bambina cresciuta senza un padre e con una madre rancorosa, lei è sempre stata una donna sola mentre Marilyn è sempre stata circondata da ammiratori, fotografi e amanti. Norma Jeane non ha mai avuto un vero e proprio disturbo dissociativo della personalità, o almeno non le è mai stato diagnosticato, ma il distacco emotivo vissuto da Norma verso Marilyn è stato sempre più forte e forse decisivo anche nella sua dipartita.

Sto cercando altri articoli per te...