I codici Netflix per accedere alle categorie segrete di film e serie TV

Autore: Matteo Tontini ,
Copertina di I codici Netflix per accedere alle categorie segrete di film e serie TV

Che sia autunno o primavera, estate o inverno, gli appassionati di cinema e serie TV con abbonamento a Netflix trovano sempre il tempo di guardare qualcosa sulla piattaforma. Non è mai facile scegliere cosa vedere, dal momento che sono migliaia i titoli offerti dal servizio, e spesso orientarsi tra le varie sezioni può essere difficile; ci sono tuttavia delle categorie segrete, rintracciabili tramite dei codici, che rendono il menu dispersivo.

In questo modo gli utenti hanno la possibilità di accedere con più facilità ai contenuti che preferiscono e trovare film, serie TV e documentari altrimenti nascosti o difficilmente individuabili. Chi utilizza Netflix saprà che il servizio di streaming ordina i titoli in macro-categorie: qualora un utente desidi guardare un documentario, quindi, deve dirigersi nella sezione apposita e scorrere fin quando non trova il contenuto che gli interessa. Tuttavia, nel caso in cui cerchi qualcosa di più specifico (per esempio una commedia politica, piuttosto che un documentario sportivo), la situazione si complicherebbe e la ricerca potrebbe rivelarsi lunga e frustrante.

Advertisement

È qui che entrano in gioco i codici, riportati in questa mini-guida che li raccoglie tutti. Basta un click per accedere alla categoria segreta corrispondente, oppure si può inserire il codice relativo alla categoria scelta al posto delle "XXXX" nel seguente link, da incollare poi nella barra degli indirizzi del proprio browser:

Advertisement

https://www.netflix.com/browse/genre/XXXX

Ecco tutti i codici per accedere al catalogo completo:

Azione e avventura (1365)

Film Classici (31574)

Commedie (6548)

Drammi (5763)

Film Horror (8711)

Film Romantici (8883)

Fantascienza e fantasy (1492)

Film sportivi (4370)

Thriller (8933)

Documentari (6839)

Serie TV (83)

Serie TV per adolescenti (60951)

Film per bambini e famiglie (783)

Anime (7424)

Film indipendenti (7077)

Foreign movies - Film Stranieri (7462)

Musica (1701)

Natale

Altri

Ora avete a disposizione tutte le informazioni: buona scoperta!

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

La depressione dei lavoratori Marvel per la Saga del Multiverso è più che giustificata

Leggi per scoprire le nuove rivelazioni, in merito al polverone che i dipendenti VFX hanno alzato contro Marvel Studios.
Autore: Francesca Musolino ,
La depressione dei lavoratori Marvel per la Saga del Multiverso è più che giustificata

Da oltre un decennio attraverso il Marvel Cinematic Universe, ci siamo appassionati nel vedere anche sullo schermo i supereroi di carta, che da sempre ci hanno regalato grandi emozioni con le loro storie a fumetti.
Tanti racconti diversi, su quelle che da semplici persone comuni, per svariati motivi da un giorno all'altro si sono ritrovate ad avere superpoteri e abilità particolari.
Ed ecco quindi che possiamo vedere Iron Man sfrecciare nel cielo con le sue armature, Thor mentre si teletrasporta da un mondo all'altro, Wanda che altera la realtà costruendo scenari immaginari e Wasp che si rimpicciolisce o ingrandisce ogni volta che una situazione lo richiede.
Ma affinché tutto questo sia possibile, dietro c'è un grande lavoro fatto da altri tipi di eroi: gli eroi invisibili.

Come spettatori, siamo da sempre abituati a ricevere il prodotto finito, giudicando solo ciò che vediamo sullo schermo.
Ma poche volte ci soffermiamo a domandarci quante persone, quante ore di lavoro, quanti sacrifici siano stati impiegati su ogni singolo pixel; perché un puzzle, per essere completo, ha bisogno di ogni suo pezzo al posto giusto.
Questa è una regola che vale in ogni ambiente e in ogni contesto. Ma purtroppo l'era del consumismo ci ha abituati a essere troppo superficiali; e con la scusante de "il cliente ha sempre ragione", valutiamo soltanto i contenuti finali, senza mai fare un percorso a ritroso per capire la storia che c'è dietro a quel contenuto. 
Ed è proprio sul binomio domanda-offerta che ruotano il mondo dell'economia e di tutti i settori annessi, incluso quello dell'intrattenimento. Perché è chiaro che se il consumatore non ottiene ciò che vuole, si rischia un flop; e di conseguenza, va sempre accontentato.

Sto cercando altri articoli per te...