Colette, il trailer italiano ufficiale del film con Keira Knightley

Autore: Silvia Artana ,

La vicenda della scrittrice e attrice teatrale francese Sidonie-Gabrielle Colette, divenuta un simbolo della Belle Époque parigina per il suo stile innovativo e spregiudicato, arriva al cinema nel film Colette.

A dare il volto a una delle donne più carismatiche e anticonformiste del XX secolo è Keira Knightley, che torna a misurarsi con un personaggio storico dopo avere interpretato Lady Georgiana Spencer ne La duchessa e la crittanalista e numismatica britannica Joan Clarke in The Imitation Game.

Advertisement

Presentato in anteprima al Sundance Film Festival 2018, Colette sarà proiettato al Torino Film Festival (in programma dal 23 all'1 dicembre 2018) e debutterà in sala il 6 dicembre 2018.

In attesa dell'arrivo sul grande schermo, Vision Distribution ha rilasciato il trailer italiano ufficiale.

Vision Distribution/Fosforo Press
Colette con Keira Knightley
Il poster del film Colette con Keira Knightley

Come riportato nella sinossi, Colette è una giovane nata e cresciuta in un piccolo centro della campagna francese, che si trasferisce nella Parigi di fine '800 dopo il matrimonio con Willy, un ambizioso impresario letterario.

Advertisement

Colette inizia a frequentare i salotti letterari della Villa Lumière e la loro vivacità intellettuale, insieme alle insistenze del marito, la convincono a rimettere mano a dei vecchi scritti realizzati durante gli anni della scuola.

La sua attività prende forma in una serie di romanzi pubblicati con il nome di Willy, che ben presto diventano un vero e proprio fenomeno letterario, così come la loro protagonista, Claudine, che assurge al ruolo di icona della cultura pop parigina, oltre che di simbolo di libertà femminile.

L'incredibile successo dei libri e la nuova consapevolezza che Colette matura in parallelo alla sua eroina spingono la giovane donna a mettere fine al proprio matrimonio e a iniziare una battaglia per rivendicare la proprietà dei romanzi di Claudine e ottenere l'emancipazione sociale.

Advertisement
Vision Distribution/Fosforo Film
Colette: Keira Knightley
Keira Knightley in un'immagine dal film Colette

Il film Colette porta la firma del regista Wash Westmoreland (Non è peccato - La Quinceañera, The Last of Robin Hood, Still Alice).

Insieme a Keira Knightley, nel cast ci sono Dominic West (The Forgotten, The Wire), Fiona Shaw (Petunia Evans nella saga di Harry Potter), Denise GoughEleanor Tomlinson (Alice in Wonderland, Il cacciatore di giganti) e Robert Pugh (Master & Commander - Sfida ai confini del mare, Robin Hood).

Siete pronti a tornare indietro nel tempo e a tuffarvi nell'atmosfera tumultuosa e affascinante della Parigi di fine '800?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza [RECENSIONE]

Leggi la recensione del lungometraggio Blonde dedicato alla vita di Marilyn Monroe, disponibile su Netflix dal 28 settembre 2022.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza [RECENSIONE]

La prima cosa da sapere prima di guardare su Netflix Blonde è che questo è in tutto e per tutto un film e non un documentario sulla vita di Marilyn Monroe. Quindi i fatti, narrati dallo sceneggiatore e regista Andrew Dominik e basati sul romanzo omonimo di Joyce Carol Oates, "prendono in prestito" dalla vita della bionda più famosa del cinema alcuni momenti di vita personale e pubblica. Su di essi è stata costruita una storia drammatica e in parte sconvolgente, soprattutto per chi si è sempre fermato all'abbagliante immagine di Marilyn Monroe senza documentarsi oltre.

Blonde ha lo scopo di portare alla luce la doppia vita di Marilyn: la star bella e appariscente e la donna estremamente fragile che le ha dato vita. Marilyn Monroe nasce come Norma Jeane ma le due personalità sono completamente all'opposto, separate da pensieri, atteggiamenti e parole. Norma è una bambina cresciuta senza un padre e con una madre rancorosa, lei è sempre stata una donna sola mentre Marilyn è sempre stata circondata da ammiratori, fotografi e amanti. Norma Jeane non ha mai avuto un vero e proprio disturbo dissociativo della personalità, o almeno non le è mai stato diagnosticato, ma il distacco emotivo vissuto da Norma verso Marilyn è stato sempre più forte e forse decisivo anche nella sua dipartita.

Sto cercando altri articoli per te...