Come sono nati I Simpson? Ecco le due versioni della storia

Autore: Antonio Preziosi ,
Copertina di Come sono nati I Simpson? Ecco le due versioni della storia

Sei davvero sicuro di conoscere la vera storia dei Simpson? 

Forse non lo sai, ma esistono ben due leggende dietro la nascita del serial. Una è sicuramente più romantica, la preferita da giornalisti e fan mentre l'altra più cinica e senza fronzoli. Entrambe le storie sono contenute nel libro I Simpson - Trent'anni di un mito dell'autore Moritz Fink.

Advertisement

La storia pop che tutti conoscono

Siamo nel 1985, anno del concerto evento Live Aid, dell'esordio di Super Mario Bros per NES e dell'uscita nelle sale mondiali di Ritorno al futuro. In quel periodo, Matt Groening, fumettista squattrinato residente nella parte povera di Los Angeles, realizza le strisce del suo fumetto d'esordio Life In Hell. Nonostante il discreto successo di LIH, Matt era insoddisfatto, avrebbe voluto realizzare un prodotto di maggiore impatto, e la vita decise di ripagare i suoi sforzi. Un giorno speciale, Groening ricevette la telefonata di James L. Brooks, uno tra i produttori più influenti di Hollywood conosciuto per programmi televisivi di successo come Taxi e Mary Tyler Moore.

Brooks rivelò all'artista di essere un grande fan del sopracitato Life in Hell, tanto da avere una striscia del fumetto appesa sulla parete del suo ufficio, la famosa Los Angeles Way of Death che rappresentava i molteplici modi di morire nella città degli angeli. La striscia gli fu regalata dalla collega Polly Platt.

Advertisement

Matt Groening
I Simpson: Los Angeles Way of Death da Life in Hell

Brooks propose a Groening di incontrarsi per parlare di un progetto segreto per il futuro e nel 1986, il fumettista viene invitato negli studi della Gracie Films, la società di produzione di Brooks per realizzare l'adattamento animato di Life in Hell, che sarebbe andato in onda su FOX durante il Tracey Ullman Show. Groening però non aveva alcun intenzione di lavorare ad un adattamento del suo fumetto, avrebbe voluto realizzare qualcosa di totalmente differente.

E il resto è storia. In soli 2 minuti - il tempo che gli fu concesso per esprimere ai dirigenti la sua idea - Groening realizzò una versione abbozzata di quelli che sarebbero diventati I Simpson. L'artista prese ispirazione da un suo romanzo breve che realizzò alle superiori intitolato The Mean Little Kids, in cui figurava un ragazzino ribelle che ha ispirato la nascita di Bart. L'idea era quella di portare in TV la storia di una famiglia disfunzionale, ispirata (almeno per i nomi) ai membri della sua famiglia: il padre Homer, la madre Marge, le sorelle minori Lisa e Maggie e il fratello maggiore Mark, che Groening trasformò in Bart, in quanto Bart è l'anagramma di brat ovvero monello.

La storia alternativa

FOX
Matt Groening in una foto promozionale

La seconda storia ruota intorno ad un gruppo di produttori della Gracie Films riuniti in un brainstorming in California, ad un country club in Oaji, per trovare le idee giuste per la realizzazione di sketch da inserire all'interno del varietà The Tracey Ullman Show. Un'idea è quella di utilizzare clip animate che facessero da ponte narrativi all'interno del programma. Uno dei produttori propose il fumetto Life in Hell, in quanto i disegni di Groening erano particolari e ricchi di un particolare fascino. Qualche settimana dopo, Groening e i dirigenti si incontrarono, e rimasero davvero colpiti dall'estro creativo del fumettista.

L'artista però non era disposto a cedere i diritti per la licenza di merchandising dei suoi personaggi, così gli fu chiesto se avesse altri personaggi per cui avrebbe ceduto tali diritti a FOX. Uno dei produttori storici dei Simpson, Richard Sakai, propose a Groening di creare altri personaggi, così da non perdere alcun diritto sul suo fumetto. Lo stesso vale per Jay Kennedy, distributore del fumetti di Groening, che gli consigliò di lasciar andare i conigli antropomorfi per realizzare personaggi dalle forme umane più commercializzabili. Groening creò così la famiglia Simpson e Sakai ed Estin rimasero soddisfatti. In questo modo nacque anche lo storico sodalizio tra Groening e FOX. 

Advertisement

E voi? Cosa ne pensate? Quale tra le due storie apprezzate maggiormente?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Servant 4, il vero volto di Leanne nel nuovo trailer [GUARDA]

Guarda il nuovo inquietante trailer della serie TV Servant, che ritorna su Apple TV+ a gennaio 2023 con la sua quarta e ultima stagione.
Autore: Francesca Musolino ,
Servant 4, il vero volto di Leanne nel nuovo trailer [GUARDA]

M. Night Shyamalan torna a stupire nel nuovo trailer della serie TV Servant. La quarta e ultima stagione di Servant finalmente scopre tutte le carte sul personaggio di Leanne e mette un punto alle situazioni rimaste in sospeso. Apple TV+ ha pubblicato un nuovo trailer sulla quarta stagione di Servant dove è lo stesso zio George a dire chi è veramente la nipote Leanne.

 

Sto cercando altri articoli per te...