6 curiosità su Don't Look Up, film Netflix con Leonardo DiCaprio e Jennifer Lawrence

Autore: Verdiana Paolucci ,
Netflix
2' 27''
Copertina di 6 curiosità su Don't Look Up, film Netflix con Leonardo DiCaprio e Jennifer Lawrence

Dopo l'uscita al cinema, #Don't Look Up arriva anche su Netflix.

L'atteso disaster movie di #Adam McKay, che è soprattutto una satira politica e sociale, racconta l'enorme "crociata" mediatica di due astronomi che cercano di avvisare l'umanità dell'avvicinamento di una cometa destinata a distruggere il nostro pianeta (per saperne di più, qui la nostra recensione del film). Uno dei punti di forza di Don't Look Up è la sua parata di stelle, dove emergono i premi Oscar #Leonardo DiCaprio, #Jennifer Lawrence e #Meryl Streep

Advertisement

Se avete già visto il film o semplicemente volete approfondirlo, ecco alcune curiosità e retroscena che forse non conoscete.

  1. Il significato del titolo
  2. Le disavventure di Jennifer Lawrence sul set
  3. Leonardo DiCaprio eroe (per davvero)
  4. La scena nello Studio Ovale è stata improvvisata
  5. Quei pazzi di Timothée Chalamet e Leonardo DiCaprio
  6. Leonardo DiCaprio contro il nudo di Meryl Streep

Don't Look Up Don't Look Up La dottoressa Kate Dibiasky, tirocinante presso un osservatorio astronomico, scopre che un bolide spaziale è diretto contro la Terra e la colpirà in sei mesi. Insieme al dottor Randall Mindy ... Apri scheda

Il significato del titolo

La frase "Don't Look Up", ovvero "Non guardate sopra" viene spesso ripetuto all'interno del film, ed è infatti lo slogan che utilizza il Presidente Jean Orlean (la Streep) per portare avanti la sua campagna presidenziale contro gli scienziati interpretati da DiCaprio e la Lawrence.

Netflix
Meryl Streep in una scena di Don't Look Up

La Orlean non crede all'esistenza della cometa in prossimità della Terra, perciò invita i suoi sostenitori a non alzare lo sguardo al cielo.

Secondo IMDB, il titolo del film si ispira al classico horror di Nicolas Roeg Don't Look Now, tradotto in italiano con #A Venezia... un dicembre rosso shocking.

Le disavventure di Jennifer Lawrence sul set

Netflix
Una scena di Don't Look Up con Jennifer Lawrence

Le riprese di Don't Look non sono state del tutto facili per Jennifer Lawrence, che ha vissuto una serie di disavventure, alcune esilaranti e per fortuna tutte a lieto fine.

Advertisement

Come ha scritto l'Hollywood Reporter all'inizio del 2021, l'attrice Premio Oscar si è ferita durante le riprese e la produzione è stata costretta a sospendere temporaneamente le riprese. L'incidente è accaduto mentre girava una scena con #Timothée Chalamet in cui era prevista l'esplosione di una vetrata. Una scheggia di vetro è finita pericolosamente vicino all'occhio dell'attrice, finendo per ferirle una palpebra. In seguito, la Lawrence ha fatto sapere di stare bene e di non aver subito danni.

Netflix
Un primo piano di Jennifer Lawrence nel film

Le sue sfortune non sono finite qui. In un panel per la prima del film, riportato da Variety, proprio a inizio riprese, la star ha perso un dente. Non potendo andare dal dentista, ha continuato comunque a girare.

Come se non bastasse, Jennifer Lawrence ha raccontare di aver anche ingoiato "molte volte" l'anello al naso che il suo personaggio indossa e, a un certo punto, lo ha sputato davanti al collega Leonardo DiCaprio .

Leonardo DiCaprio eroe (per davvero)

Netflix
Una scena con Leonardo DiCaprio dal trailer del film Netflix

L'attore possiede due husky che aveva portato sul set ed erano descritti da tutti come "due tornado" - stando a IndieWire, pare i cani avessero anche distrutto i mobili dell'appartamento che condivideva con #Jonah Hill durante le riprese.

Advertisement

Mentre giravano, uno dei due husky è finito in un lago ghiacciato ed è stato raggiunto dall'altro nel tentativo di aiutarlo. A quel punto, Leonardo DiCaprio si è reso protagonista di un gesto eroico: si è tuffato in acqua per salvarli sotto gli occhi sbalorditi dei presenti. 

Jennifer Lawrence ha ricordato così quel momento:

Uno dei suoi cani è caduto in acqua, quindi Leonardo si è buttato nel lago ghiacciato per salvarlo. Non appena ne ha spinto fuori uno, l'altro è saltato dentro.

La scena nello Studio Ovale è stata improvvisata

Netflix
Jonah Hill, Leonardo DiCaprio, Meryl Streep e Jennifer Lawrence in Don't Look Up

Una delle scene più esilaranti del film è quella in cui gli astronomi interpretati dalla Lawrence e DiCaprio hanno un colloquio con il Presidente Orlean e il suo staff, tra cui il figlio interpretato da Jonah Hill.

Ebbene, il siparietto nello Studio Ovale è stato improvvisato! In un'intervista concessa a Deadline, il regista Adam McKay ha raccontato che i quattro attori hanno girato per due giorni un'intera scena di 16 minuti.

Advertisement

Il più entusiasta era DiCaprio, come ha spiegato lui stesso a IndieWire, poiché non gli capita spesso di improvvisare nei suoi film:

Fin dall'inizio, Jen e io abbiamo sviluppato i nostri personaggi davanti alla telecamera attraverso molte improvvisazioni. Anche agli altri attori è stata data carta bianca per approfondire i loro personaggi. È stato incredibile lavorare al fianco di un cast così straordinario.

Quei pazzi di Timothée Chalamet e Leonardo DiCaprio

Netflix
Una scena del film Don't Look Up

Un viaggio in macchina con Leonardo DiCaprio e Timothée Chalamet? Un sogno per i loro fan, un incubo per Jennifer Lawrence.

Questo è in sostanza quanto è emerso nel corso di una divertente chiacchierata durante il programma di Stephen Colbert, in cui la star ha raccontato qualche aneddoto accaduto sul set di Don't Look Up.

I tre stavano girando una scena in auto e la Lawrence ha ricordato, in maniera scherzosa, quanto i suoi due colleghi fossero "fastidiosi":

Mi hanno fatto impazzire quel giorno. Timothée era solo eccitato all'idea di uscire di casa; penso che fosse la sua prima scena. E Leo aveva scelto la canzone in radio e aveva attaccato un sermone per spiegare di cosa parlasse. È stato un inferno!

Leonardo DiCaprio contro il nudo di Meryl Streep

Netflix
Una scena di Don't Look Up con Meryl Streep

Leonardo DiCaprio ha un'alta considerazione di Meryl Streep tanto da sentirsi a disagio in una scena che vede protagonista la grande attrice americana. Si tratta di una breve sequenza di nudo in cui la Streep appare di spalle e che l'attore non ha proprio gradito.

In un'intervista con The Guardian, il regista ha parlato a questo proposito, spiegando che DiCaprio vede la star come "una regina del cinema" e "una figura così speciale nella storia del cinema."

Fin da subito opposto alla scena, nonostante McKay gli avesse spiegato di cosa si trattasse:

Leo mi ha chiesto se avevo davvero bisogno di far vedere quella scena di nudo, e ho pensato: 'Si tratta del presidente Orlean, non è Meryl Streep.' Lui però non ha nemmeno battuto ciglio.

E cosa ne pensava la diretta interessata? Meryl Streep era d'accordo al cento per cento: una vera professionista!

Quanto dura Don't Look Up?

Il film dura 2 h e 25 minuti.

Quando esce Don't Look Up in Italia?

Il film è uscito dall'8 dicembre al cinema, e dal 24 su Netflix.

Ci sono scene post-credits in Don't Look Up?

Sì, ci sono due scene durante e dopo i titoli di coda.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La sentita lettera di Jonah Hill sui suoi problemi di salute mentale

Leggi per scoprire le ultime dichiarazioni rilasciate dall'attore e produttore Jonah Hill, visto di recente nel film Don't Look Up.
Autore: Francesca Musolino ,
La sentita lettera di Jonah Hill sui suoi problemi di salute mentale

L'attore Jonah Hill nonché comico, sceneggiatore, produttore cinematografico e regista statunitense, dopo aver appena concluso le riprese del documentario Stutz, ha dichiarato che non sarà presente alla promozione di tale progetto. Una decisione che vale anche per i prossimi contenuti in arrivo dato che Hill ha deciso di rallentare il ritmo. Questo perché le frequenti apparizioni pubbliche, nel tempo lo hanno portato a soffrire di ansia.

Un disturbo che è diventato una vera e propria patologia per l'attore, in quanto dura ormai da quasi vent'anni e aumenta ogni volta che si ritrova a dover presenziare a un evento. Come è facile dedurre, questo disturbo ha peggiorato anche la sua qualità di vita; e di conseguenza, Hill ha scelto di mettere al primo posto la salute per salvaguardare anche il suo lavoro. L'attore ha comunicato questa decisione attraverso una dichiarazione scritta, che Deadline ha pubblicato in data 18 agosto 2022. Di seguito riportiamo alcuni passaggi:

Sto cercando altri articoli per te...