Dario Argento su Suspiria di Guadagnino: manca di ferocia

Autore: Simona Vitale ,
Copertina di Dario Argento su Suspiria di Guadagnino: manca di ferocia

Presentato in anteprima mondiale al 75esimo Festival Internazionale del Cinema di Venezia, dove ha raccolto ben 8 minuti di standing ovation (sebbene non siano mancati gli abbandoni della sala prima del termine della proiezione) Suspiria di Luca Guadagnino continua a far parlare di sé.

Il remake che il regista, candidato all'Oscar 2018 con Chiamami col tuo nome, ha realizzato del cult horror di Dario Argento del 1977 sembra dividere l'opinione pubblica: c'è chi parla del miglior horror del 2018 e chi già lo descrive come un flop. Sta di fatto che in merito al nuovo Suspiria ha rotto gli indugi ed è intervenuto anche lo stesso Dario Argento in persona, che tramite un messaggio su Facebook ha negato ogni coinvolgimento con il progetto di Luca Guadagnino:

Advertisement

Argento si è soffermato su come il suo film originale sia molto diverso dal remake di Guadagnino, che peccherebbe di ferocia. 

Il regista aveva espresso sostanzialmente lo stesso parere anche all'ANSA, qualche giorno prima del post su Facebook, dicendo:

Advertisement

Le differenze rispetto all’originale? Il mio stile aveva una ferocia e una grinta che il remake non ha. L’horror è una questione interiore, dipende da quello che hai dentro.

Suspiria di Luca Guadagnino è ambientato a Berlino nel 1977, dove la ballerina statunitense Susie Bannion viene ammessa in una prestigiosa compagnia di danza. Il suo arrivo coincide con la sparizione di un'altra danzatrice e mentre sembra calare l'oscurità e il terrore sulla compagnia, Susie comincia a pensare che proprio la sua nuova compagnia di danza possa nascondere oscuri e terribili segreti.

Nel cast della pellicola incontriamo Dakota Johnson, Chloë Grace-Moretz, Tilda Swinton, Mia Goth, Sylvie Testud, Angela Winkler, Małgosia Bela e Lutz Ebersdorf.

Suspiria arriverà nei cinema statunitensi il 26 ottobre 2018.

Via: Facebook/DarioArgentoOfficial

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...