David Bowie ci ha lasciati, ma vivrà nei nostri cuori

Autore: Chiara Poli ,

18 mesi. Tanto a lungo è durata la sua coraggiosa battaglia contro il cancro che l'ha ucciso ieri, 10 gennaio, a soli due giorni dal suo sessantanovesimo compleanno e dall'uscita del suo ultimo album, Blackstar.

18 mesi senza che nessuno, tranne la sua famiglia, sapesse della malattia. David Bowie ci ha lasciati. E aveva scelto di lottare per la vita senza clamore, supportato solo dagli affetti più cari e da quella forza interiore che abbiamo imparato a conoscere attraverso la sua arte.

Advertisement

Sì. David Bowie ci ha lasciati. E lo conoscevamo. Tutti noi. Perché con lui se ne va un pezzo della nostra storia. La testimonianza di come un uomo possa esprimere, con la sua arte, emozioni che ci riguardano tutti. La prova della versatilità - musica, cinema, teatro - di un grande artista che ha lasciato un segno indelebile nella vita di tutti coloro che si sono imbattutti nelle sue canzoni, nelle sue interpretazioni, nei cinquant'anni che l'hanno visto protagonista.

La notizia è arrivata ancor prima che il suo sito ufficiale fosse aggiornato. Ed è stata così sconvolgente che in molti, prima che la famiglia confermasse, hanno pensato a uno scherzo di pessimo gusto.

Invece è tutto vero. Vero come l'innovazione del suo lavoro, la genialità delle sue sperimentazioni, la potenza dei suoi testi.

Io ricordo, da bambina, il video di China Girl: si diceva che la modella scelta per girare insieme a lui si fosse lamentata del fatto che Bowie "facesse sul serio" mentre giravano la scena d'amore sulla spiaggia. Certo che faceva sul serio, David Bowie. Faceva sul serio in tutto. 

Faceva sul serio, quando ci diceva che tutti potevamo essere eroi, anche solo per un giorno.

Advertisement

Faceva sul serio quando ci incantava con Labyrinth (mio fratello, dieci anni più grande di me, mi portò al cinema vederlo. E poi mi disse: ecco la musica che devi ascoltare) e ci raccontava che tutto era possibile.

Faceva sul serio quando considerava irrilevanti le etichette che hanno cercato di affibiargli, per tutta la vita.

Advertisement

La mia natura sessuale è irrilevante. Sono un attore, recito una parte, frammenti di me stesso.

E oggi, tutti noi abbiamo perso un frammento di noi stessi.

Il Duca Bianco se n'è andato, ma la sua musica vivrà per sempre.

Ciao, David.

Hai corso, vissuto, amato e gridato per mezzo secolo. Hai cambiato le nostre vite. Ora tocca a noi farti vivere in eterno nei nostri cuori.

Riposa in pace.

Advertisement
David Bowie
David Bowie

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Boris 4, il trailer punta alla diversità [GUARDA]

Guarda il nuovo esilarante trailer pubblicato da Disney+ sulla nuova stagione della serie TV Boris - La fuori serie italiana, in arrivo prossimamente sulla piattaforma.
Autore: Francesca Musolino ,
Boris 4, il trailer punta alla diversità [GUARDA]

Ormai ci siamo quasi. I protagonisti di Boris, la fiction dentro la fiction, stanno per tornare con la quarta stagione in esclusiva dopo ben dodici anni di assenza. Il regista René Ferretti, interpretato da Francesco Pannofino, è pronto a girare una nuova serie TV insieme alla sua vecchia e scapestrata troupe di nullafacenti. Disney+ presenta il nuovo trailer ufficiale di Boris 4.

Sto cercando altri articoli per te...