David di Donatello 2020: dove vedere la cerimonia, in chiaro e in streaming

Autore: Rina Zamarra ,
News
1' 57''
Copertina di David di Donatello 2020: dove vedere la cerimonia, in chiaro e in streaming

I premi David di Donatello saranno consegnati venerdì 8 maggio alle 21:25 durante la cerimonia presentata da Carlo Conti. 

Le restrizioni imposte dal Covid 19 saranno applicate anche alla cerimonia di premiazione. Carlo Conti, infatti, sarà negli studi Rai di Via Teulada, ma premiati e ospiti non saranno con lui. Attori, registi e sceneggiatori saranno in collegamento da remoto.

Advertisement

L’Accademia del Cinema Italiano ha deciso di non rimandare ulteriormente la 65esima edizione dei Premi David di Donatello, con l’intento di lanciare un messaggio di fiducia per il futuro del cinema italiano. Per questo motivo è stata scelta la formula più in linea con le misure per il contenimento del contagio. 

David di Donatello
Carlo Conti - presentatore cerimonia David di Donatello
Carlo Conti - presentatore della 65esima edizione dei David di Donatello

Dove andrà in onda la cerimonia?

Potete seguirla: 

Advertisement
  • in diretta su Rai Uno dalla 21:25
  • in diretta su Rai Movie dalle 21:25
  • in streaming su Rai Play 
  • in diretta radio su Rai Radio Due

Non solo, sul profilo Instagram di Rai Uno ci saranno i commenti in diretta di Alberto Farina e Paola Jacobbi. 

La serata si preannuncia ricca di eventi. È previsto un omaggio speciale a due grandi protagonisti della storia del cinema italiano: Alberto Sordi e Federico Fellini. Il ricordo del regista sarà affidato proprio alle parole di Sordi che ha condiviso con Fellini i set di film come Lo sceicco Bianco e I vitelloni. 

Il ricordo del grande comico romano, invece, sarà affidato agli interventi di Paola Cortellesi, Christian De Sica, Sabrina Ferilli, Alessandro Gassmann, Luciana Littizzetto, Leonardo Pieraccioni, Vincenzo Salemme e Carlo Verdone. 

È stato annunciato, inoltre, il David di Donatello speciale a Franca Valeri e quello dello spettatore a Ficarra e Picone. Il David dello spettatore viene assegnato al film uscito in sala entro il 31 dicembre 2019 e più visto dal pubblico. In questa 65esima edizione, gli spettatori hanno premiato Il primo Natale del duo comico siciliano. 

Advertisement

Durante la serata verranno assegnati anche i 22 premi alla regia, alla scenografia, alla sceneggiatura, al migliore attore e alla migliore attrice protagonista e non solo. Tra i candidati spiccano Il traditore di Marco Bellocchio (18 candidature), Il primo re di Matteo Rovere (15 candidature), Pinocchio di Matteo Garrone (15 candidature), Martin Eden di Pietro Marcello (11 candidature), 5 è il numero perfetto di Igort (9 candidature) e Suspiria di Luca Guadagnino (6 candidature). 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

5 lezioni che ci insegna Pinocchio

Cosa ci insegna Pinocchio? Dal classico Disney fino all'adattamento più recente con Tom Hanks, ecco cosa abbiamo imparato dal burattino più famoso.
Autore: Elisa Giudici ,
5 lezioni che ci insegna Pinocchio

Ha più di 130 anni, ma li porta benissimo: Pinocchio, il burattino di legno che voleva essere un bambino, continua a essere un’icona planetaria. Non male per un personaggio nato dall’immaginazione di uno scrittore toscano sul finire dell’Ottocento, le cui avventure risultano ancor oggi sorprendenti (drammatiche, talvolta crudeli) anche a un lettore moderno. Viene da stupirsi al pensiero di ciò che combina e subisce Pinocchio negli scritti di Collodi, al pensiero che il suo sia anche un racconto didattico per bambini.

A onor del vero, la storia nota a livello globale del burattino non è tanto quella di Collodi - già popolarissima a fine Ottocento - ma la versione del 1940 resa celebre dal classico ideato e prodotto da Walt Disney in persona. È cosa nota che le versioni animate dalla Casa del Topo, soprattutto agli albori dalla sua fondazione, fossero tutt’altro che fedeli. Pinocchio non fa eccezione e, pur conservando i tratti fondamentali del personaggio, viene ingentilito di molto nella sua trasformazione in cartone animato.

Sto cercando altri articoli per te...