Dobbiamo chiamarli Vampiri? Le creature di The Passage in 20 secondi

Autore: Chiara Poli ,

Il divertente video con tre fra i protagonisti di #The Passage - da sinistra Vincent Piazza, Caroline Chikezie e Henry Ian Cusick - non ci svela granché. I tre attori parlano contemporaneamente delle creature mostruose della serie, con la voce di Caroline che spicca (volutamente) sulle altre due.

Non ci sono grandi rivelazioni, ma una cosa è certa: sì, possiamo usare la parola vampiro.

Advertisement

Gallery: Alcune immagini di The Passage

Lo farà anche qualcuno nella serie, per riferirsi a chi ha superato da tempo l'età in cui il corpo umano dovrebbe cedere... E l'ha fatto nutrendosi di sangue fresco. Non vi dico di più per non rovinarvi sorprese, ma ci sarà molto su cui discutere una volta entrati nel mondo terrificante di The Passage, prodotta da Ridley Scott.

Advertisement

L'appuntamento con l'episodio pilota, il 28 gennaio in prima assoluta su FOX, ci introdurrà a un mondo destinato a scomparire. Il romanzo apocalittico di Justin Cronin da cui è tratta la serie vede i mostri di The Passage prendere il sopravvento. 

In fretta... Ma non da subito. Avremo modo di vedere chi sono, da dove vengono e perché diventano così potenti. Ci sarà tutto, nella serie: azione, tensione, avventura, horror e drama.

In particolare, l'importanza della piccola Amy - la bambina interpretata da Saniyya Sidney - si legherà alla storia delle creature. Mostri che hanno qualcosa in comune con i vampiri come letteratura, cinema e TV ce li hanno raccontati, ma che sono anche dotati di poteri che si spingono molto, molto più in là...

Siete curiosi di vederli all'opera? The Passage partirà il 28 gennaio con doppio episodio su FOX

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

Leggi la recensione del lungometraggio Blonde dedicato alla vita di Marilyn Monroe, disponibile su Netflix dal 28 settembre 2022.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

La prima cosa da sapere prima di guardare su Netflix Blonde è che questo è in tutto e per tutto un film e non un documentario sulla vita di Marilyn Monroe. Quindi i fatti, narrati dallo sceneggiatore e regista Andrew Dominik e basati sul romanzo omonimo di Joyce Carol Oates, "prendono in prestito" dalla vita della bionda più famosa del cinema alcuni momenti di vita personale e pubblica. Su di essi è stata costruita una storia drammatica e in parte sconvolgente, soprattutto per chi si è sempre fermato all'abbagliante immagine di Marilyn Monroe senza documentarsi oltre.

Blonde ha lo scopo di portare alla luce la doppia vita di Marilyn: la star bella e appariscente e la donna estremamente fragile che le ha dato vita. Marilyn Monroe nasce come Norma Jeane ma le due personalità sono completamente all'opposto, separate da pensieri, atteggiamenti e parole. Norma è una bambina cresciuta senza un padre e con una madre rancorosa, lei è sempre stata una donna sola mentre Marilyn è sempre stata circondata da ammiratori, fotografi e amanti. Norma Jeane non ha mai avuto un vero e proprio disturbo dissociativo della personalità, o almeno non le è mai stato diagnosticato, ma il distacco emotivo vissuto da Norma verso Marilyn è stato sempre più forte e forse decisivo anche nella sua dipartita.

Sto cercando altri articoli per te...