Donano 45 casse di banane alla prigione (ma in realtà sono 540 pacchetti di cocaina)

Autore: Rina Zamarra ,
Copertina di Donano 45 casse di banane alla prigione (ma in realtà sono 540 pacchetti di cocaina)

Venerdì 21 settembre è arrivato una donazione molto particolare al Texas Department of Criminal Justice: 2 pallet con 45 scatole di banane. Il carico è partito da Port Freeport, a poche miglia di distanza da Houston e non era accompagnato da note particolari. Le banane erano state donate alla prigione perché già mature e quindi non adatte alla vendita.

E fino a qui, tutto nella norma. Peccato che due agenti che stavano scaricando la frutta si siano accorti di qualcosa di anomalo. Una cassa sembrava più pesante rispetto alle altre. Hanno pensato bene di aprirla per controllare e al suo interno hanno trovato una sorpresa: la cassa conteneva davvero delle banane, ma posizionate sopra a dei pacchetti contenenti una strana polverina bianca.

Advertisement

Gli agenti della dogana sono arrivati sul posto e hanno verificato che la polverina bianca non era altro che cocaina. Una volta svuotate tutte le casse, sono state contati ben 540 pacchetti di cocaina per un valore di quasi 18 milioni di dollari.

Advertisement

Al momento sono in corso delle indagini per stabilire chi abbia inviato il regalo. Come ha riportato la CNN, non si tratta certo del primo caso di trasporto di cocaina tra frutta e verdura. Forse, però, si tratta del primo caso di errore nella consegna. Il mittente non ha sicuramente inserito l’indirizzo del Texas Department of Criminal Justice!

Ai trafficanti comunque la fantasia non manca e anche una certa predilezione per i trasporti ortofrutticoli. Nel 2017, per esempio, furono trovate due tonnellate di marijuana trasformate in lime. I trafficanti avevano ricreato il frutto riempiendolo di droga. In apparenza, sembravano effettivamente dei semplici lime confusi tra i frutti veri. Nel 2016, invece, toccò alle carote trasformarsi in custodie per il trasporto della marijuana.

Cosa ne pensate: la polizia scoprirà mai il mittente dello speciale carico di banane?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Anche Robert Downey Jr. replica alle accuse di Tarantino

Leggi per sapere che cosa ha replicato Robert Downey Jr. in merito alle dichiarazioni che Quentin Tarantino ha fatto sui titoli prodotti da Marvel Studios.
Autore: Francesca Musolino ,
Anche Robert Downey Jr. replica alle accuse di Tarantino

Alcune dichiarazioni di Quentin Tarantino sui titoli prodotti da Marvel Studios hanno finito per alzare un polverone. Per questo motivo diversi attori che fanno parte del Marvel Cinematic Universe (MCU) si sono sentiti chiamati in causa e hanno voluto dire la loro in merito. 

Il primo che ha replicato a Tarantino è stato Simu Liu in qualità di protagonista del film Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli. Mentre in seguito anche Samuel L. Jackson che nell'MCU interpreta Nick Fury ha risposto alle parole pronunciate dal regista. Questa volta è il turno di Robert Downey Jr. attore che è conosciuto per il ruolo di Iron Man sempre all'interno dell'Universo Marvel.

Sto cercando altri articoli per te...