DOOM Eternal è più grande, grosso e cattivo con The Ancient Gods

Autore: Andrea Guerriero ,
Copertina di DOOM Eternal è più grande, grosso e cattivo con The Ancient Gods

In una generazione videoludica particolarmente fitta di uscite come quella attuale, esistono titoli - in esclusiva o multipiattaforma - che sono riusciti ad emergere dalla massa. E in alcuni casi addirittura ad imporsi come nuovo punto di riferimento per il genere di appartenenza.

Tra questi, è impossibile non citare DOOM Eternal, shooter in prima persona plasmato dai talentuosi veterani di id Software per conto del publisher Bethesda Softworks. E disponibile per l'acquisto dallo scorso mese di marzo su un po' tutte le piattaforme in commercio, dal PC a PlayStation 4, passando per Xbox One, Nintendo Switch e Google Stadia, pronto a "contaminare" di brutale azione sparacchina anche le console next- gen di Sony e Microsoft - le attesissime PS5 e Xbox Series X in uscita a novembre

Advertisement

Prodotto Consigliato 25.99€ da Amazon 62.99€ da Bethesda

Dopo il reboot del 2016, la leggenda degli FPS ha bissato con un secondo capitolo monumentale in cui tornare a decimare le legioni demoniache nei panni del Doom Slayer, tra colpi feroci, armi dalla potenza di fuoco devastante e una trascinante soundtrack dalle sonorità heavy metal. Un'esperienza imperdibile quella messa sul piatto dalla mitologica software house americana, ora ancora più ricca grazie all'uscita ufficiale del DLC The Ancient Gods Parte 1.

Advertisement

Il ritorno del Doom Slayer

Come promesso, le alte sfere di Bethesda sono andate allora a rilasciare su tutte le piattaforme di riferimento il primo atto dell'espansione stand alone di DOOM Eternal, che non richiede l'acquisto o l'installazione del gioco originario. Espansione protagonista di un immancabile - e trascinante! - trailer di lancio:

Già disponibile per il download, The Ancient Gods Parte 1 va a riallacciarsi agli eventi conclusivi della storia principale di DOOM Eternal, per quanto non sia necessario averla portata a termine per godersi senza rimpianti il nuovo DLC. Lo Slayer si vedrà costretto a proseguire la sua guerra contro le forze del male dopo aver abbattuto la Khan Maykr e annientato la reincarnazione dell'Icona del Peccato.

Dal punto di vista del gameplay e dei contenuti, l'esperienza in due atti sviluppata da id Software va ad introdurre due ambientazioni mai viste prima in Eternal, naturalmente popolate da nemici di varia natura, ora ancora più aggressivi ed arcigni. Senza dimenticare i tanti segreti da scoprire e collezionare disseminati nelle mappe. Come sottolinea il trailer, poi, in questa espansione sarà ancora più rilevante l'interazione con l'ambiente circostante, che l'eroe dovrà analizzare con attenzione per sfruttarlo a proprio vantaggio contro le schiere di demoni che gli si pareranno davanti. Il tutto arricchito dalla nuova colonna sonora composta da David Levy e Andrew Hulshult.

Prodotto Consigliato ??? € da Amazon Nintendo

Augurandovi buona visione, ricordiamo che The Ancient Gods Parte 1 è disponibile per tutti i possessori del Pass Anno 1, della Digital Deluxe Edition di DOOM Eternal o come acquisto separato, con tanto di accesso alla modalità multiplayer asimmetrica Battlemode.

Advertisement
Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Stephen King bacchetta una scena della serie TV The Last of Us

Leggi per scoprire che cosa ha fatto storcene il naso allo scrittore Stephen King nel terzo episodio della serie TV The Last of Us.
Autore: Francesca Musolino ,
Stephen King bacchetta una scena della serie TV The Last of Us

La serie TV The Last of Us tratta dall'omonimo videogioco di Naughty Dog continua ad aumentare l'apprezzamento del pubblico episodio dopo episodio. In particolare Long Long Time ovvero il terzo episodio della serie TV The Last of Us, ha commosso ed emozionato i fan per la storia d'amore tra Frank e Bill

Tuttavia c'è anche chi come Stephen King, ha bacchettato l'episodio in questione per una scena che sembra essere fin troppo surreale. Lo scrittore ha espresso le sue perplessità in un tweet come riportiamo di seguito:

Sto cercando altri articoli per te...