Dragon Ball FighterZ celebra il Goku Day 2019 con un video (e il DLC Goku bambino)

Autore: Andrea Guerriero ,
Copertina di Dragon Ball FighterZ celebra il Goku Day 2019 con un video (e il DLC Goku bambino)

Con Dragon Ball FighterZ, i ragazzi di Arc System Works sono riusciti a regalare ai fan dell'opera prima di Akira Toriyama uno dei videogame a tema meglio riusciti di sempre.

Il picchiaduro ad incontri confezionato dagli stessi autori di BlazBlue e Guilty Gear disponbile su PlayStation 4, Xbox One, PC e Nintendo Switch è infatti seducente non solo nella componente squisitamente visiva - qui lo stile è identico a quello del celebre anime -, ma anche in quella ludica, con un gameplay bilanciato che sterza verso tecnicismi comunque mai frustranti.

Advertisement

Naturale allora che il publisher Bandai Namco continui a supportare il progetto a colpi di DLC e nuovi contenuti. 

L'ultimo è Goku bambino, eroe in miniatura visto sul piccolo schermo nella controversa serie Dragon Ball GT. L'arrivo del celebre protagonista del manga/anime in questa specifica versione da bambino rappresenta un evento piuttosto importante, dal momento che si tratta del primo personaggio proveniente da una serie non canonica. I fan si sono ulteriormente entusiasmati quando hanno scoperto che Kid Goku potrà trasformarsi nell'iconico Super Saiyan di quarto livello grazie al Meteor Attack denominato Dragon Fist Explosion. 

Advertisement
Bandai Namco
Goku Bambino arriva in Dragon Ball FighterZ
Goku Bambino di Dragon Ball GT è disponibile in Dragon Ball FighterZ come DLC

Acquistando il nuovo contenuto aggiuntivo avrete accesso ad una serie di costumi che non si limiteranno ad avere colori alternativi. Oltre alle classiche colorazioni alternative, potremo far indossare al piccolo Goku gli abiti di quando era solo un bambino nel primissimo arco narrativo del manga. Nel pacchetto è incluso anche un adesivo e ben due diversi personaggi da utilizzare nella lobby, ovvero Kid Goku e Goku Super Sayian di quarto livello.

E se è vero che il piccolo lottatore è già disponibile per il download, allo stesso tempo il team di sviluppo giapponese ha deciso di celebrare il Goku Day 2019 pubblicando un trailer, visibile poco più in alto in questo articolo.

Il filmato è ovviamente tutto incentrato su Goku e omaggia le gesta compiute dal Saiyan a difesa dell'umanità.

Non solo, per il Goku Day 2019 i gestori del sito ufficiale della serie di Akira Toriyama hanno indetto un simpatico sondaggio per scegliere il Goku più amato dagli appassionati. Le risposte potranno essere inviate fino al 31 maggio nel tentativo di vincere uno speciale premio destinato a 59 fortunati partecipanti. Sarà poi avviata un'iniziativa commerciale con una nuova serie di prodotti a tema che avranno per protagonista, appunto, la versione più amata di Goku.

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La depressione dei lavoratori Marvel per la Saga del Multiverso è più che giustificata

Leggi per scoprire le nuove rivelazioni, in merito al polverone che i dipendenti VFX hanno alzato contro Marvel Studios.
Autore: Francesca Musolino ,
La depressione dei lavoratori Marvel per la Saga del Multiverso è più che giustificata

Da oltre un decennio attraverso il Marvel Cinematic Universe, ci siamo appassionati nel vedere anche sullo schermo i supereroi di carta, che da sempre ci hanno regalato grandi emozioni con le loro storie a fumetti.
Tanti racconti diversi, su quelle che da semplici persone comuni, per svariati motivi da un giorno all'altro si sono ritrovate ad avere superpoteri e abilità particolari.
Ed ecco quindi che possiamo vedere Iron Man sfrecciare nel cielo con le sue armature, Thor mentre si teletrasporta da un mondo all'altro, Wanda che altera la realtà costruendo scenari immaginari e Wasp che si rimpicciolisce o ingrandisce ogni volta che una situazione lo richiede.
Ma affinché tutto questo sia possibile, dietro c'è un grande lavoro fatto da altri tipi di eroi: gli eroi invisibili.

Come spettatori, siamo da sempre abituati a ricevere il prodotto finito, giudicando solo ciò che vediamo sullo schermo.
Ma poche volte ci soffermiamo a domandarci quante persone, quante ore di lavoro, quanti sacrifici siano stati impiegati su ogni singolo pixel; perché un puzzle, per essere completo, ha bisogno di ogni suo pezzo al posto giusto.
Questa è una regola che vale in ogni ambiente e in ogni contesto. Ma purtroppo l'era del consumismo ci ha abituati a essere troppo superficiali; e con la scusante de "il cliente ha sempre ragione", valutiamo soltanto i contenuti finali, senza mai fare un percorso a ritroso per capire la storia che c'è dietro a quel contenuto. 
Ed è proprio sul binomio domanda-offerta che ruotano il mondo dell'economia e di tutti i settori annessi, incluso quello dell'intrattenimento. Perché è chiaro che se il consumatore non ottiene ciò che vuole, si rischia un flop; e di conseguenza, va sempre accontentato.

Sto cercando altri articoli per te...