Dragon Ball Super: Broly, un nuovo trailer anticipa la trama del film

Autore: Redazione NoSpoiler ,

Il nuovo trailer di Dragon Ball Super: Broly è un vero e proprio tuffo nella mitologia della saga creata da Akira Toriyama.

Come promesso, il lungometraggio animato si addentra nella storia dei saiyan per raccontare (di nuovo, e in modo diverso) la storia non solo di Son Goku, ma anche di altri importanti personaggi del franchise. Il focus del nuovo filmato, infatti, non è tanto lo storico protagonista di Dragon Ball, ma il destino che lo unisce ad altri due leggendari guerrieri: Vegeta e Broly.

Advertisement

Ci sono grandi piani per i giovani saiyan: piani che spingono alcuni di loro verso i "territori di frontiera" di un impero, dove avranno il compito di conquistare nuovi mondi. O, forse, di portare a termine una vendetta: questo è, almeno, l'obiettivo del padre di Broly, Peragus, che giura di avere la sua rivincita contro i suoi oppressori. Non è solo il dominio di Freezer (e di King Cooler) quello a cui lui si oppone, ma anche quello di Re Vegeta, che nel trailer vediamo costretto a piegarsi di fronte a guerrieri più abili di lui.

Toei Animation
Re Vegeta si inginocchia a Freezer
Freezer e Re Cooler arrivano sul pianeta Vegeta

Altrettanto disperata, ma con risultati ben diversi, è la situazione di Bardok e Gine: i genitori di Goku appaiono in diverse sequenze del trailer. La più interessante è quella in cui sono costretti a dire addio al figlioletto (più grande del neonato che abbiamo visto nella prima serie di Dragon Ball), poco prima che il loro pianeta natale venga distrutto. È molto probabile quindi che la side-story Dragon Ball Minus che ci ha presentato per la prima volta la madre di Goku e il suo rapporto con Bardak tra le pagine di Shonen Jump nel 2014 sarà tra i punti-chiave della storia.

Advertisement

Oltre a farci incontrare la madre di Goku, il film ha promesso di mostrarci anche personaggi che non si vedevano da tempo nell'anime. Tra questi, ci sono anche Zarbon, Dodoria e la Ginyu Force al comando di Freezer, che possiamo vedere in azione nel nuovo trailer.

Toei Animation
I genitori di Goku piangono l'addio al figlioletto
I genitori di Goku mettono in salvo il figlio

Dragon Ball Super: Broly, però, non sarà composta interamente da flashback: la narrazione ci porterà anche nell'"adesso" dei protagonisti, per mostrarci un epico scontro tra Goku, Vegeta e Broly, che finalmente entra di diritto nella storia canonica della saga.

Il film debutterà in Giappone il 14 dicembre e negli Stati Uniti il 16 gennaio 2019. Maggiori informazioni sul lungometraggio sono attese nel corso del weekend, grazie al panel del New York Comic Con che si svolgerà venerdì 5.

Via: ComicBook

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Un nuovo capitolo di Cloverfield è in lavorazione

Scopri chi è il regista del quarto capitolo di Cloverfield, la saga di fantascienza prodotta da J.J. Abrams cominciata nel 2008.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Un nuovo capitolo di Cloverfield è in lavorazione

J.J. Abrams è tornato a produrre un nuovo capitolo del franchise Cloverfield, come ha riportato Deadline. Il regista di Cloverfield 4, che segue The Cloverfield Paradox del 2018, sarà Babak Anvari, che vanta in curriculum diversi film horror e thriller. L'artista iraniano-britannico ha infatti diretto Under The Shadow - Il diavolo nell'ombra, che gli è valso il premio BAFTA al miglior regista esordiente nel 2016, e I Came By, thriller del 2022 disponibile su Netflix con Hugh Bonneville. 

Secondo un vecchio rumor Cloverfield 4 potrebbe essere il sequel del primo film, intitolato semplicemente Cloverfield, uscito nel 2008. Infatti i due capitoli successivi della saga cinematografica si erano discostati dagli eventi narrati nel primo film: 10 Cloverfield Lane del 2016 era un thriller psicologico che seguiva tre personaggi chiusi all'interno di un bunker, mentre The Cloverfield Paradox del 2018 (disponibile su Netflix) era ambientato nel futuro e riprendeva i temi della minaccia al pianeta Terra e della lotta per la sopravvivenza.  Dunque i due capitoli successivi a Cloverfield non hanno ripreso in modo sostanziale gli eventi del primo film, preferendo la narrazione di vicende connesse in maniera più indiretta. Cloverfield 4 potrebbe invece riprendere gli eventi proprio dal finale di Cloverfield, che dopo aver introdotto l'attacco di un enorme mostro venuto dallo spazio nella città di New York, si conclude con i due protagonisti, Ruth e Beth, che si sono rifugiati sotto un ponte mentre intorno a loro cadono delle bombe. L'ultima esplosione mette fine alle riprese della telecamera di Rob: Cloverfield infatti è un film che utilizza la caratteristica del found footage, ossia proporre un film che sembri un filmato amatoriale ritrovato.

Le opere del genere found footage hanno avuto un buon successo negli ultimi anni; ricordiamo in particolare uno dei capostipiti di questo tipo di film, The Blair Witch Project - Il mistero della strega di Blair del 1999. Inoltre anche Paranormal Activity del 2007 ha riscosso un buon successo di pubblico. Non si sa al momento se anche Cloverfield 4 sarà realizzato con questa particolare caratteristica, ma secondo me potrebbe essere una buona idea, anche perché è un tratto distintivo del primo film della serie che gli dona una certa originalità.

Immagine di copertina da Cloverfield (Paramount Pictures)

Sto cercando altri articoli per te...