È morto Bud Luckey, il creatore dello Sceriffo Woody di Toy Story

Autore: Redazione NoSpoiler ,
Copertina di È morto Bud Luckey, il creatore dello Sceriffo Woody di Toy Story

Forse non tutti lo sanno, ma Bud Luckey era una grande parte dell'infanzia di molte generazioni.

Il disegnatore e doppiatore statunitense è morto il 24 febbraio 2018 a Newtown, in Connecticut, all'età di 83 anni. Nella sua lunga carriera, Luckey aveva collaborato a molti dei progetti animati più apprezzati degli ultimi decenni.

Advertisement

In primo piano, c'è un onore: l'aver curato il design di Woody, lo sceriffo-giocattolo protagonista dell'amata saga di Toy Story, di cui realizzò oltre 200 versioni diverse. E poi c'era una voce: quella dell'asino Ih-Oh di Winnie the Pooh, che ha doppiato a partire dal 2011.

Ma questi non sono che due dei molti contributi che Luckey aveva offerto al mondo dell'intrattenimento, e in particolare a quello per bambini. Negli anni '70, dopo aver lavorato come animatore a The Alvin Show, prima serie animata con i chipmunks, iniziò una lunga collaborazione con lo show educativo Sesame Street (noto in Italia anche come Sesamo apriti), con protagonisti i simpatici Muppet. Fu inoltre produttore della serie degli anni '90 dedicato alle tartarughe ninja.

Advertisement

La fine degli anni '80 lo vide tra le prime reclute degli studi Pixar, per cui lavorò nel ruolo di animatore, character designer e storyboard artist.

Mi piace pensare che 30 anni fa, usavano l'animazione per insegnare ai bambini i numeri, e adesso quegli stessi bambini stanno insegnando a me come animare le cose usando i numeri.

Tra i progetti di Luckey si possono listare A Bug's Life, Monsters, Inc. e Cars, ma anche il cortometraggio Boundin', proiettato nelle sale prima de Gli Incredibili e di cui Luckey curò tutto: copione, regia e doppiaggio. Quest'ultimo - la storia di una pecora che perde la fiducia in sé stessa dopo essere stata tosata - valse a Luckey una nomination agli Oscar 2013 come Miglior corto animato, e una vittoria gli Annie Award nella stessa categoria. Potete vederlo di seguito.

Luckey non si risparmiò nemmeno come doppiatore, specie dopo essersi ritirato dall'attività di animatore nel 2008. Oltre ai personaggi già citati, prestò la voce anche all'agente dell'NSA Rick Dicker ne Gli Incredibili e al Clown Chuckles in Toy Story 3.

Ad annunciare la morte di Luckey è stato il figlio Luke, che in una dichiarazione ufficiale a The Hollywood Reporter ha confermato che il padre è morto dopo una lunga malattia.

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La cattiva è la più affascinante ne L'accademia del bene e del male [VIDEO]

Guarda la nuova clip de L'Accademia del bene e del male, il nuovo film fantasy Netflix dove i personaggi delle fiabe imparano a essere eroi... o cattivi!
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
La cattiva è la più affascinante ne L'accademia del bene e del male [VIDEO]

L'evento Netflix TUDUM 2022 ha presentato numerosi video esclusivi di film originali; tra questi L'Accademia del bene del male, incentrato su una scuola per eroi e cattivi delle favole. Questa nuova pellicola è basata sulla saga di libri fantasy omonima scritta da Soman Chainani e uscirà sulla piattaforma Netflix il 19 ottobre 2022. Vi abbiamo mostrato in precedenza il trailer del film; di seguito invece la nuova clip ufficiale, in lingua inglese con i sottotitoli in italiano:

In questo video si vede un rituale dove gli studenti vengono punti dai professori sul dito, in due file che li dividono chiaramente in buoni e cattivi. Quando il dito viene punto si illumina, e i maestri spiegano che ciò accade perché i ragazzi attingono alle loro emozioni per utilizzare la magia. Fa il suo ingresso nel salone della scuola una ragazza bionda vestita in stile dark, che con fare spavaldo si avvicina all'insegnante e chiede che i suoi poteri vengano attivati porgendo il dito.

La trama de L'Accademia del bene e del male

Il libro L'Accademia del Bene e del Male di Chainani si basa sull'esistenza di una forza che rapisce i bambini del villaggio di Gavaldon e li porta all'Accademia, che li addestra a diventare i protagonisti delle fiabe sia come principi, fate ed eroi, sia nel ruolo di streghe e nemici. Le protagoniste sono due amiche, Sophie e Agatha: la prima ama il colore rosa e sogna di sposare il Principe Azzurro, mentre la seconda è cupa e scontrosa. Quando le due sono rapite e giungono all'Accademia, sono molto stupite di scoprire che la romantica Sophie è stata assegnata all'Accademia del bene mentre la tetra Agatha a quella del male. Col passare del tempo Sophie cerca un modo per scambiarsi di posto con Agatha, mentre quest'ultima desidera solo tornare a casa insieme alla sua amica.

Sto cercando altri articoli per te...