È morto Lyle Waggoner, spalla di Lynda Carter in Wonder Woman

Autore: Rina Zamarra ,

Lyle Waggoner se n’è andato a 84 anni a causa di un cancro. L’attore si è spento martedì 17 dicembre nella sua casa in California, circondato dall’affetto della moglie, dei due figli e dei quattro nipoti. 

Lyle era diventato famoso alla fine degli anni ’60 quando era entrato a far parte del cast del programma televisivo The Carol Burnett Show in veste di presentatore (video in testata). La sua presenza, elegante e simpatica, aveva conquistato il pubblico al punto da farlo diventare  protagonista degli sketch, ruolo che ha mantenuto dal 1967 fino al 1974. 

Advertisement

Apprezzato dal pubblico femminile per la sua bellezza, Lyle conquista nel 1973 persino le pagine di Playgirl come modello. È il primo numero della rivista e l’attore è protagonista delle pagine centrali. 

Dopo il programma televisivo, Lyle recita nel ruolo dell’ufficiale Steve Trevor nella serie ABC Wonder Woman con Lynda Carter. 

Advertisement

Il personaggio di Lyle finisce con l’aeroplano sull’Isola delle Amazzoni e porta con sé Diana (Wonder Woman). I due si insediano a Washington, dove collaborano insieme per combattere i nazisti. 

Nonostante il successo della serie, ABC decide di interromperla per via dei costi eccessivi dovuti all’ambientazione risalente al 1940. 

Per ovviare ai costi e accontentare i fan del programma, la CBS sposta la storia agli anni ’70. Lyle così viene richiamato a interpretare il figlio di Steve Trevor. Il nuovo personaggio è un agente segreto che collabora con Wonder Woman, interpretata sempre da Lynda Carter. 

La nuova serie va avanti per due stagioni fino al 1979, dopodiché Lyle partecipa a diverse serie in veste di guest star, da Mork and Mindy a Happy Days fino a #La signora in giallo

Advertisement

Negli anni ’80 abbandona le scene per fondare la compagnia Star Waggons, che fornisce servizi cinematografici e televisivi. Lyle è riuscito molto bene anche nella carriera di imprenditore, oggi la compagnia è gestita dei figli e dà lavoro a circa 100 addetti. 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Starzplay diventa Lionsgate+, cosa cambia?

Lionsgate+ è il nuovo nome di Starzplay, la piattaforma streaming che propone serie come The Serpent Queen, It's a Sin e Gaslit.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Starzplay diventa Lionsgate+, cosa cambia?

Il servizio streaming Starzplay cambia nome, con un rebrand comunicato il 28 settembre 2022 in via ufficiale. Il nome scelto è Lionsgate+, che suonerà familiare a una larga fetta di pubblico: Lions Gate infatti è una casa di produzione cinematografica molto famosa, che vanta tra i suoi titoli The Day After Tomorrow, Cena con delitto - Knives Out, Zero Contact, nonché le saghe cinematografiche John Wick, Hunger Games e Twilight. Di seguito, il video con il promo di Lionsgate+:

Lionsgate+ è il nuovo nome del servizio in Europa e America Latina, mentre mantiene il nome Starz nel Nord America e il nome Starzplay Arabia nell'Asia sud-occidentale. Dal 29 settembre il nuovo nome e il nuovo logo saranno visibili agli abbonati di molte nazioni, tra cui l'Italia. Lionsgate+ permette di accedere a una libreria di titoli tra cui i drammi in costume della Royal Collection e serie come il thriller Gaslit, il poliziesco Express e i drammatici The Serpent Queen (di cui si può vedere il trailer) e It's a Sin.

Sto cercando altri articoli per te...