E se Rufy fosse stato una donna? Oda ammette di averci pensato

Autore: Mario Spagnoletto ,
Copertina di E se Rufy fosse stato una donna? Oda ammette di averci pensato

Il numero otto di One Piece: Color Walk WOLF - serie di artbook in edizione limitata che raccoglie le illustrazione più belle mai realizzate dal maestro Eiichiro Oda - è ormai prossimo all'uscita. Proprio in occasione dell'uscita di questo volume, Oda ha rilasciato un'intervista a Katsuya Terada, rivelando un curioso retroscena sul personaggio di Rufy.

Oda ha ammesso di aver pensato ad una versione femminile di Monkey D. Rufy, il protagonista indiscusso di One Piece, in un periodo di enorme stanchezza. Sandman, un utente di Twitter molto informato sul mondo di One Piece, ha condiviso una parte dell'intervista, scrivendo:

Advertisement

Oda può realizzare disegni sempre più belli quando si impegna, ma una volta, a causa della stanchezza, ha disegnato un paio di tette sul petto di Rufy.

Advertisement

Ma, sfortunatamente, non esiste nessuna bozza o illustrazione legata a questa ipotetica versione femminile di Rufy, anche se sul web è molto facile trovare disegni realizzati dai fan. Anche se, dopo esserci ormai abituati al look maschile di Rufy, farebbe strano anche solo pensare ad una versione femminile del personaggio. Ma chissà che un giorno non avremo modo di vedere una versione transgender di Rufy, magari grazie ai poteri di Emporio Ivankov.

Via MangaForever

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

House of the Dragon al buio, HBO risponde ai fan furiosi

Leggi per scoprire come mai i fan di House of the Dragon si sono tanto arrabbiati dopo la messa in onda del settimo episodio.
Autore: Francesca Musolino ,
House of the Dragon al buio, HBO risponde ai fan furiosi

Sembra che stia diventando quasi un vizio di House of the Dragon quello di riportare nella serie non solo i tributi e i riferimenti a Il Trono di Spade, ma anche gli stessi errori. Nel terzo episodio dello spin-off infatti c'era già stata una svista che aveva fatto divertire i fan, perché ricordava proprio lo stesso scenario di quando ne Il Trono di Spade era comparso un bicchiere di Starbucks.

Questa volta invece da ridere c'è ben poco ed è dovuta intervenire la stessa HBO, per calmare le ire dei fan  furiosi per quanto è accaduto nel settimo episodio di House of the Dragon. Durante alcune scene ambientate nella tarda notte, il buio era talmente oscuro da non permettere quasi la visione di ciò che stava accadendo sullo schermo. La stessa situazione che era capitata nell'episodio La Lunga Notte de Il Trono di Spade durante la battaglia contro gli Estranei.

Sto cercando altri articoli per te...