Edward Norton parla del suo Hulk e di un sequel più dark mai realizzato

Autore: Rina Zamarra ,
Copertina di Edward Norton parla del suo Hulk e di un sequel più dark mai realizzato

Edward Norton è tornato sui grandi schermi con la sua seconda prova come regista. Il suo film Motherless Brooklyn - I segreti di una città è atteso come film di apertura alla Festa del Cinema di Roma 2019 e l’attore e regista ha rilasciato diverse interviste in questo periodo. Ce n’è stata una in particolare che ha attirato l’attenzione per il riferimento a Hulk. 

Intervistato dal New York Times, Norton ha chiarito alcuni aspetti del progetto mai andato in porto, che lo avrebbe visto nei panni di i Bruce Banner per la seconda volta. L’attore, infatti, è stato protagonista del film L’incredibile Hulk (2008) e avrebbe dovuto prestare il suo volto a Bruce in un secondo film.

Advertisement

Come ha rivelato al l New York Times, la sua intenzione era dare vita a un personaggio molto più dark: 

Ciò che ha fatto Christopher Nolan con Batman si muoveva lungo un percorso che apprezzavo: lungo, dark e serio. Pensavo che il personaggio di Hulk fosse perfetto per lo stesso percorso… Avevo proposto un progetto costituito da due film: le origini e poi l’idea di Hulk come di un sognatore cosciente… 

Secondo quanto dichiarato da Norton, la sua idea era piaciuta al Presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, con cui sembra ci fosse un ottimo rapporto. Peccato, che il progetto non sia mai andato in porto e Norton sia stato sostituito da Mark Ruffalo

Marvel
The Incredible Hulk: Banner trasformato in Hulk
L'Hulk trasformato di Edward Norton

Nel 2010 Kevin Feige ha rilasciato una dichiarazione in merito alla vicenda: 

Advertisement

La nostra decisione non è stata presa per motivi economici. Abbiamo bisogno di un attore che incarni la creatività e lo spirito di collaborazione degli altri membri del cast. 

Secondo Norton la dichiarazione del Presidente Marvel è stata solo un tentativo di proteggere il brand: 

Era una difesa della di o qualcosa del genere. Alla fine non stavano andando nella direzione di qualcosa di lungo, dark e serio. Ma non importa. Abbiamo avuto un confronto positivo sul film, abbiamo esaminato il tempo necessario e non sarei andato avanti. Onestamente, avrei voluto più soldi di quanto avrebbero voluto pagarmi. Ma non è per questo che avrei voluto fare un altro film su Hulk. 

I giornali americani hanno riferito di frizioni tra Kevin Feige e Edward Norton, che quest’ultimo ha liquidato come un semplice tentativo di fare sensazionalismo per aumentare i lettori. Ha, infatti, aggiunto: 

Kevin aveva un’idea di ciò che si poteva realizzare ed era notevole. Ma non aveva le atmosfere e le tematiche che mi avrebbero convinto a voler trascorrere il mio tempo sul set. 

Cosa ne pensate: vi sarebbe piaciuto vedere Edward Norton nei panni di un Hulk più dark e serio?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La storia di Emil Blonsky aka Abominio dopo L'Incredibile Hulk

Scopri cosa è successo al personaggio di Tim Roth, il villain Emil Blonsky aka Abominio, dopo la fine dei fatti narrati ne L'incredibile Hulk del 2008.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
La storia di Emil Blonsky aka Abominio dopo L'Incredibile Hulk

Così come Iron Man L'Incredibile Hulk è uscito nei cinema nell'ormai lontano 2008 e fa parte di quel magico anno in cui è iniziato il Marvel Cinematic Universe (MCU).

Il film diretto da Louis Leterrier fa parte della Fase 1 di questo universo cinematografico e ha introdotto personaggi come Bruce Banner/Huk e il Generale Ross che si sono visti anche in film successivi dell'MCU.

Sto cercando altri articoli per te...