Escape from Pretoria, il trailer del thriller con Daniel Radcliffe

Autore: Alessandro Zoppo ,

L'infanzia è finita da tempo per Daniel Radcliffe. L'attore inglese, ieri Harry Potter, ora diventa Tim Jenkin, ovvero l'attivista (bianco) dell'ANC (l'African National Congress) che aiutò Nelson Mandela nella lotta all'apartheid. Come? Inventando un sofisticato e geniale sistema di comunicazioni segrete (la celebre Vula Connection) che permetteva ai leader imprigionati di tenere i contatti con i militanti all'esterno. Escape from Pretoria è il film, tratto dal suo romanzo autobiografico "Inside Out: Escape from Pretoria Prison", che racconta la sua clamorosa evasione da Robben Island.

Ricercatore universitario alla Facoltà di Sociologia, Jenkin venne arrestato nel 1978 dopo due anni e mezzo di lotta politica sotto copertura. Finito in cella nel carcere di massima sicurezza di Pretoria, riuscì ad evadere con due compagni (Stephen Lee e Leonard Fontaine, interpretati da Daniel Webber e Mark Leonard Winter) costruendosi con il legno della falegnameria una copia delle chiavi.

Advertisement

Batrax Entertainment / Arclight Films
Daniel Webber e Daniel Radcliffe in una scena del film Escape from Pretoria

Debutto alla regia dell'operatore Francis Annan, Escape from Pretoria è stato scritto da Annan con un altro esordiente, lo sceneggiatore L.H. Adams. Nel cast del film, insieme ai protagonisti, spiccano Ian Hart, Nathan Page, Jeanette Cronin e Ratidzo Mambo.

L'incredibile storia di Jenkin è stata raccontata da Stefania Maurizi per L'Espresso: oggi l'ex rivoluzionario vive a Londra, ha creato il CES (Community Exchange System, una piattaforma open source che sviluppa reti comunitarie di scambio e credito mutuali in piena autonomia) e non crede più di tanto nel potere della politica di cambiare lo stato delle cose.

Advertisement

Credo nella costruzione del mondo in cui voglio vivere: voglio uscire da questo sistema e sono entrato in un movimento chiamato 'Monete alternative', per creare i nostri stessi sistemi di pagamento. […] Quello che continua a tenerci dentro il vecchio sistema è il denaro tradizionale, perché se vuoi comperare una macchina, un telefono, una casa, hai bisogno di soldi. È lo stesso sistema con cui i colonialisti, non solo quelli sudafricani, hanno distrutto le società tradizionali. Non bisogna alimentare la bestia, non bisogna alimentare questo sistema: crea la società in cui vuoi vivere.

Jenkin è stato spesso in visita sul set del film ad Adelaide: ha dato numerosi consigli a Daniel Radcliffe, soprattutto sull'accento sudafricano e sulle scene più difficili da girare. Ha fatto inoltre da comparsa: è l'uomo che interpreta un prigioniero accanto a Radcliffe nella sala visite. 

Per vedere Escape from Pretoria bisognerà aspettare il 6 marzo 2020: è questa la data d'uscita fissata nel Regno Unito da Batrax Entertainment e Arclight Films.

Prodotto Consigliato 41.37€ da Amazon 40.06€ da Jacana Media

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La storia d'amore tra Namor e Shuri è stata scartata

Scopri cosa sarebbe potuta diventare l'intesa tra Shuri e Namor nel film Black Panther: Wakanda Forever. Lo rivela il montatore Michael P. Shawver.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
La storia d'amore tra Namor e Shuri è stata scartata

Uno dei montatori del film Black Panther: Wakanda Forever, Michael P. Shawver, ha dichiarato che Shuri e Namor avrebbero potuto avere una storia d'amore nel corso del film. Shawver ha detto che l'idea è stata presa in considerazione a causa dell'avvicinamento che c'è tra i due personaggi. 

Di seguito riportiamo le parole dette da Michael P. Shawver a proposito dei personaggi Shuri e Namor, nel corso di una intervista a Newsweek:

Sto cercando altri articoli per te...