Gli Eterni torneranno, ma lo farà anche Ikaris?

Autore: Giulia Greco ,
Copertina di Gli Eterni torneranno, ma lo farà anche Ikaris?

Tra i prodotti del Marvel Cinematic Universe, un po' come fatto in precedenza da #WandaVision, Eternals si è immediatamente distinto per la propria unicità. Si è allontanato dallo stile classico dei cinecomic di casa Marvel e ha proposto una narrazione inusuale. Eternals è una storia che si basa essenzialmente sui personaggi, sui loro moventi, su ciò che li rende più o meno simili agli umani che per millenni si sono limitati a osservare da lontano.

In virtù della natura più intimistica e introspettiva del film, riusciamo facilmente a comprendere la ragione della necessità dei conflitti interiori che vengono narrati all'interno della pellicola e che conducono a una spaccatura netta tra gli esseri immortali di Eternals.

Advertisement

Alla scoperta della propria identità, delle proprie origini e della reale missione che sono tenuti a portare a termine, gli Eterni reagiscono in modi diametralmente opposti. Sersi e Phastos, che più di tutti hanno amato gli umani, si dimostrano pronti a tutto pur di proteggere la Terra dall'Emersione di un Celestiale chiamato Tiamut. D'altro canto, Ikaris, il più fedele tra i seguaci di Arishem, non riesce a voltare le spalle al suo dio, non è capace di dubitare di lui e sceglie di sacrificare quanto ha di più caro in nome della sua missione. Ed è proprio questo che rende Ikaris un personaggio estremamente interessante e il suo destino nel finale del film tanto discusso.

Circa cinquemila anni dopo il suo arrivo sulla Terra, Ikaris viene a conoscenza dello scopo per cui gli Eterni sono stati inviati sul pianeta. Conoscere la verità, una realtà alla quale solo Ajak era messa a parte prima di lui, lo spinge ad allontanarsi da Sersi, interrompendo senza spiegazioni una relazione durata millenni. Ma Sersi è solo il primo di una serie di sacrifici che Ikaris compie nel corso della storia in onore della divinità cui è tanto devoto.

Quando Ajak gli confessa le proprie perplessità nei riguardi dell'Emersione, incapace di voltare le spalle ad Arishem, Ikaris la getta in pasto ai Devianti. E nel momento in cui i suoi compagni o, meglio, la sua famiglia propone di tentare di fermare l'Emersione, Ikaris minaccia di ucciderli tutti se necessario.

L'enigmatico Ikaris si rivela dunque essere un antieroe sfaccettato e tridimensionale, in particolare quando, dopo aver compreso di aver sacrificato tutto per un compito che non è riuscito a portare a compimento, sceglie di punire sé stesso pur di non affrontare le conseguenze di quel fallimento e del tradimento che ha spezzato il cuore della donna che ama.

Nel finale di Eternals, incapace di vivere un'eternità di sofferenza senza Sersi, privo di uno scopo nel mondo e incapace di venire a patti con le proprie scelte, Ikaris decide di volare verso il sole come Icaro, l'uomo della leggenda a cui il personaggio è ispirato, e togliersi la vita.

Advertisement

Ma Ikaris è davvero morto? Non tutti ne sembrano convinti.

Eternals Eternals Ne "Gli Eterni" dei Marvel Studios un nuovo, entusiasmante, team di supereroi debutta nell’universo cinematografico Marvel: antichi alieni che vivono in segreto sulla Terra da migliaia di anni. A seguito ... Apri scheda

Ikaris potrebbe tornare in vita?

Eternals ha reso palese la somiglianza tra Ikaris e Superman, sottolineando in tal modo la forza e la resistenza del personaggio interpretato sullo schermo dallo scozzese Richard Madden.

Advertisement

Nonostante le similitudini tra i due personaggi dei fumetti, è difficile immaginare che Ikaris sia riuscito a sopravvivere a contatto col sole.

Tuttavia, non possiamo fare a meno di domandarci se un nuovo Ikaris verrà plasmato da Arishem. Nei fumetti, gli Eterni ingannano la morte grazie alla Grande Macchina che li riporta in vita dopo la morte. Potrebbe accadere qualcosa di simile nel sequel di Eternals. Nel corso del film, scopriamo che i protagonisti non sono mai stati realmente vivi, che non sono degli umanoidi nati sul pianeta Olympia, ma delle creature create artificialmente nella Grande Forgia del Mondo. Così, non è impossibile immaginare che Arishem possa creare un nuovo Ikaris, un personaggio completamente nuovo, un Eterno che non conserverebbe alcun ricordo dei settemila anni trascorsi sulla Terra.

Naturalmente, Ikaris non è l'unico Eterno che ci ha lasciati nel corso del film. Se Arishem decidesse di riplasmare i suoi soldati caduti in battaglia, potrebbe decidere di riportare in vita anche Ajak e Gilgamesh.

Se consideriamo che Ikaris e Ajak, in particolare, sono interpretati da attori di spicco quali Richard Madden e Salma Hayek, diventa ancor più probabile un loro ritorno nel Marvel Cinematic Universe, esattamente come accaduto con il Loki di Tom Hiddleston innumerevoli volte.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Moon Knight, i dettagli del cameo eliminato degli Eterni

Scopri di più sul cameo eliminato degli Eterni da Moon Knight. Questo avrebbe mostrato il vecchio avatar di Khonshu e la presa di Ammit.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Moon Knight, i dettagli del cameo eliminato degli Eterni

Lo si era percepito fin dall'inizio: la mitologia di Moon Knight avrebbe dovuto legare e spiegare un po' tutti i mondi divini del Marvel Cinematic Universe. Ma alla fine poco è stato fatto se non per qualche accenno e l'importante e fugace cameo della Dea Pantera Bast alla fine del sesto episodio.

Quindi la prima stagione di Moon Knight non ha accontentato i fan che si aspettavano un cameo di qualche eroe locato a Londra (leggasi Dane Whitman o Blade) o di qualche nuovo personaggio come Werewolf by night, che inizialmente sembrava potesse esserci visti gli indizi nei titoli di coda. Adesso, in una intervista a The Direct, lo sceneggiatore e produttore Jeremy Slater ha rivelato che ha provato a inserire nella storia alcuni Eterni visti nel recente film Eternals. La loro presenza sarebbe stata legata al passato di Ammit:

Sto cercando altri articoli per te...