Euphoria, la nuova serie con Zendaya troppo esplicita anche per HBO

Autore: Alice Grisa ,
Copertina di Euphoria, la nuova serie con Zendaya troppo esplicita anche per HBO

È in arrivo una nuova serie HBO che farà scalpore. I telespettatori non si sono ancora ripresi dallo shock della fine di Game of Thrones e l’emittente americana si prepara a sfornare Euphoria, che farà faville e scandalizzerà.

Si tratta di una serie di Sam Levinson, sulla storia di un gruppo di studenti delle superiori, che sperimentano amore, sesso, amicizia, droghe, trauma e social media, un cocktail di contemporaneità esasperata al massimo, con scene sicuramente d’impatto.

Advertisement

Prodotta da Drake, Euphoria schiera Zendaya – che, a dispetto della première, dove si è presentata con un abito da angelo, in mood celestiale – sarà una delle protagoniste pronte a esplorare i risvolti più extreme di queste esperienze.

La serie, come riporta The Hollywood Reporter, contiene “30 peni in un episodio”, un record anche per la spregiudicata HBO, che già in fase di editing ne ha ridimensionato i contenuti. Nel pilot si vede inoltre una scena di sesso tra adolescenti particolarmente emblematica. L’euforia del titolo è così esplicita e disinibita che uno degli attori ha lasciato lo show. Si tratta di Brian “Astro” Bradley, 22 anni, che secondo E!Online era a disagio nel girare scene che si distaccavano dagli accordi del copione originale. Inoltre, il suo personaggio avrebbe sperimentato l’omosessualità negli episodi successivi, e Bradley avrebbe preferito non interpretarle.

Dopo contrasti e discussioni con i produttori, è stato sostituito con Algee Smith.

HBO

Zendaya in una scena di Euphoria
L'Euphoria di Zendaya

Nel cast, al fianco della stella Zendaya, vedremo Hunter Schafer, Jacob Elordi, il già citato Algee Smith, Sydney Sweeney, Eric Dane, Storm Reid, Barbie Ferreira, Alexa Demie e Maude Apatow. Apatow è il figlio di Judd Apatow e Leslie Mann, e ha detto che spera che i suoi vedano la serie.

È una buona rappresentazione di quanto sia difficile crescere in questo momento.

Chi è cresciuto tra sesso, droga, rock’n roll ma senza i social media, forse ha difficoltà a calarsi nei panni della generazione Z.

Advertisement

HBO

Una scena di Euphoria con Zendaya
Una scena di Euphoria

La più tranquilla sembra proprio Zendaya, che in un’intervista a New York Times si è dichiarata non particolarmente scandalizzata.

Advertisement

Non lo trovo così scioccante, a dire il vero. La gente si scandalizzerà […] ma, che piaccia o no alle persone, è reale, si sta raccontando la storia di qualcuno.

La dipendenza dalle sostanze stupefacenti è un problema attuale, ha precisato l’attrice. Può non riguardare tutti, ma non si può fare finta che non esista.

È difficile per me parlare di dipendenza perché non è qualcosa con cui ho avuto a che fare direttamente, ma ho avuto amici a cui è capitato, e dovevo aiutarli a uscirne.

Euphoria debutterà su HBO domenica 16 giugno, subito dopo Big Little Lies.

Che ne pensate, siete curiosi di vederla?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

I migliori anime del 2022 (finora)

Quali anime hanno dominato la prima metà del 2022? Ecco i titoli d'animazione della prima metà dell'anno che ci sono piaciuto di più.
Autore: Elisa Giudici ,
I migliori anime del 2022 (finora)

Quali sono i migliori anime del 2022? Dopo i primi sei mesi, si può già dire che il 2022 è stato un anno particolarmente ricco di anime popolari e memorabili. 

A farla da padre sono sempre gli shounen (anime tratti da manga destinato a un pubblico giovane e maschile) ma anche altri filoni ci hanno regalato titoli sorprendenti e appassionanti. 

Sto cercando altri articoli per te...