Evan Rachel Wood: "Meglio leccare il gabinetto che leggere i commenti in rete"

Autore: Claudio Rugiero ,

Evan Rachel Wood non legge i commenti online.

L'attrice della serie Westworld - Dove tutto è concesso era ospite allo show Actors on Actors, dove si è confrontata con Millie Bobby Brown, la 13enne interprete della serie Stranger Things.

Advertisement

L'incontro completo tra le due giovani attrici, condiviso dal settimanale Variety, è visibile in testata a questo articolo.

Evan Rachel Wood, conosciuta per la sua performance in Westworld, incontra Millie Bobby Brown ad Actors on Actors

La Wood, ammettendo di non leggere commenti online, ha detto che il consiglio è venuto dalla collega Selma Blair, durante una discussione su come gestire la critica, e in particolare il giudizio negativo.

La Brown ha detto all'attrice di Westworld che riceve spesso consigli dai colleghi più anziani, e così ha chiesto aiuto anche alla Wood. 

Advertisement

Assicurati di amare ciò che fai. Essere un'attrice non perché vuoi, ma perché devi, perché è la tua passione.

Queste sono state le parole di Evan Rachel Wood. Tuttavia, l'attrice - che ha esordito giovanissima - ha anche ammesso che col tempo diviene tutto più difficile. In particolare, aumentano i giudizi negativi, che spesso si nascondono dietro l'anonimato garantito da Internet.

Il consiglio migliore che qualcuno mi abbia dato è di Selma Blair e ha detto: 'Non leggere mai i messaggi online. È meglio leccare una tavola del gabinetto che leggere le cose brutte che la gente dice su di te'.

Come dice la Wood, riportando le parole di Selma Blair, il pubblico della rete vuole spesso "divertirsi in modo anonimo", anche a costo di ferire gli altri.

La Brown concorda che la lettura dei commenti è spesso inutile, ma ha un modo diverso di approcciarsi ai commenti online:

Sono d'accordo, ma se guardo i messaggi, gli insulti e tutto, mi rende più forte. Questo è un complimento per me. Mi sto imprimendo nella loro mente, è chiaro. Questa è la mia idea, non me la prendo mai personalmente perché penso: 'Li ho infastiditi, ho fatto un'impressione'. E per me va bene.

Nel video, la Wood ascolta ammirata le parole della sua collega più giovane. E alla fine annuisce commentando: "Esattamente. È un bell'atteggiamento."

Advertisement

E voi, cosa ne pensate?

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Kevin Feige su Kang: "È un villain diverso da tutti"

Scopri le dichiarazioni illuminanti di Kevin Feige, presidente di Marvel Studios, sul ruolo di Kang il Conquistatore come villain del Multiverso!
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Kevin Feige su Kang: "È un villain diverso da tutti"

Alcune recenti dichiarazioni di Kevin Feige gettano una nuova luce su Kang il Conquistatore, ovvero il villain del nuovo film Marvel Cinematic Universe Ant-Man and the Wasp: Quantumania. La pellicola è diretta da Peyton Reed e uscirà nelle sale cinematografiche italiane il 15 febbraio 2023.

Kevin Feige ha parlato di Kang come di un tipo completamente nuovo di villain e un personaggio che combatte non solo i supereroi, ma anche le varianti di sé stesso! Ecco cosa ha dichiarato il presidente di Marvel Studios alla rivista Empire Magazine:

Sto cercando altri articoli per te...