Fast & Furious caro, anzi carissimo franchise: ecco il costo dei danni

Autore: Emanuele Zambon ,
Copertina di Fast & Furious caro, anzi carissimo franchise: ecco il costo dei danni

Caro, anzi carissimo Fast. Universal Pictures alleva sin dal lontano 2001 una gallina dalle uova d'oro: parliamo di Fast & Furious, franchise nato attorno al mondo dei bolidi a quattro ruote "pimpati" e, nel corso del tempo, tramutatosi prima in film di guardie e ladri e poi in una saga action thriller.

In attesa dell'arrivo al cinema dell'ottavo capitolo del franchise, che vanta nel cast la sexy presenza della new entry Charlize Theron, il sito CBR.com, avvalendosi delle stime realizzate da Insure the Gap e Nacho Llacer - rispettivamente una compagnia d'assicurazioni e un gruppo di consulenti di auto d'epoca - ha evidenziato il costo relativo ai danni realizzati dalle scorribande di Dominic Toretto & Co. durante i capitoli della saga, compreso Fast & Furious 8.

Advertisement

Dollari furiosi

La cifra inerente a incidenti e distruzioni del franchise ammonterebbe a circa 514 milioni di dollari, ampiamente coperti dai roboanti risultati al box-office di Fast & Furious (solo per farsi un'idea, Fast & Furious 8 aprirà il weekend USA con circa 110 milioni di dollari, stando alle previsioni). La somma dei danni comprende veicoli sinistrati o completamente distrutti, mezzi speciali disintegrati, palazzi deturpati. 

Advertisement

"Quanto me costi" recitava il cartello posto sulla BMW cabrio di Viaggi di Nozze, regalo del coatto Ivano nel film diretto e interpretato da Carlo Verdone. Niente a che vedere con la Lykan HyperSport con cui Toretto e O'Conner attraversano - distruggendo (c'era bisogno di dirlo?) - tre grattacieli di Abu Dhabi in Fast 7.

Pazienza se il caos a quattro ruote ha generato in questi anni un esborso che supera abbondantemente il mezzo miliardo di dollari: il successo della saga ha portato nelle casse della major una cifra vicina ai 4 miliardi di dollari spalmati in sette pellicole. Vin Diesel e Paul Walker mattatori del botteghino prima della tragica e prematura scomparsa dell'attore hollywoodiano - per un beffardo scherzo del destino - proprio in un incidente automobilistico.

Universal Pictures
Paul Walker e Vin Diesel in una delle scene più adrenaliniche della saga

Nemmeno la morte di Walker ha scalfito la volontà dei produttori di dar vita all'ennesimo sequel: il risultato è Fast & Furious 8, blockbuster esagerato in arrivo nelle sale italiane il prossimo 13 aprile. Macchine che volano giù dai grattacieli come biglie impazzite, sottomarini che fendono acque gelide e ghiacci per dare la caccia ai bolidi a quattro ruote: il trailer di Fast 8 ha già "gasato" i fan.

Dal 13 aprile in poi, data dell'uscita del nuovo film con - oltre a Diesel - Jason Statham e Dwayne Johnson, si potranno valutare ulteriori danni, che si preannunciano clamorosi. E non pensate che sia solo (de)merito dei cattivi. Perché nella saga rombante sono proprio gli eroi a fare più "casino" di tutti. I villain, invece, sono la gioia dei produttori: così economici (si fa per dire)...

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Fast and Furious: le curiosità sulle 10 auto più iconiche della saga

Dalla mitica Toyota Supra arancione di Brian O'Conner alla spettacolare Mid-Engine Dodge Charger personalizzata di Dom Toretto, ecco i trivia imperdibili sulle macchine "a pieno titolo membri del cast" della saga.
Autore: Alessandro Zoppo ,
Fast and Furious: le curiosità sulle 10 auto più iconiche della saga

"Per quanto tu sia veloce, non puoi esserlo più del tuo passato": la frase di lancio di #Fast & Furious 9, il nono capitolo della saga ad alta velocità con Vin Diesel e Paul Walker, è epitome e al tempo stesso superamento di un franchise che va ben oltre i 4 miliardi di euro incassati al botteghino internazionale.

Nel corso di vent'anni di corse mozzafiato e roboanti esplosioni, le macchine truccate di Toretto, famiglia e rivali rivestono ovviamente un ruolo di primo piano. Non solo la Dodge Charger di Dom, vera e propria icona di Fast and Furious che ha fatto la fortuna della franchigia. "Le auto sono a pieno titolo membri del cast", ha sottolineato Dennis McCarthy, lo specialista che coordina da sempre le spettacolari coreografie automobilistiche della saga.

Sto cercando altri articoli per te...