Fino all'ultimo battito: cosa c'è da sapere sul nuovo medical drama di Rai1 con Marco Bocci

Autore: Giacinta Carnevale ,
Copertina di Fino all'ultimo battito: cosa c'è da sapere sul nuovo medical drama di Rai1 con Marco Bocci

Arriva un nuovo medical drama ad accompagnare la prima serata di Rai 1: Fino all'ultimo battito è pronto a debuttare giovedì 23 settembre sulla televisione di Stato.

Diretta da Cinzia Th Torrini e prodotta da Rai Fiction in collaborazione con Eliseo Multimedia, la serie vede protagonista Marco Bocci nei panni di un brillante cardiochirurgo che è disposto a tutto pur di salvare la vita di suo figlio, anche rischiare la sua carriera e mettere in dubbio tutti i suoi principi morali.

Advertisement

La fiction è ambientata in Puglia ed è stata girata nei primi mesi del 2021 tra Lecce, Polignano a Mare, Bari, Molfetta e Bitonto. Ma scopriamo, a seguire, tutto quello che c'è da sapere su Fino all'ultimo battito.

Rai Fiction

Una scena del medical drama
Marco Bocci è il cardiochirurgo Diego Mancini

La trama

Diego Mancini è un eccellente e impeccabile cardiochirurgo che dalla vita sembra aver avuto tutto: una donna che ama, Elena (Violante Placido), il loro figlio Paolo, un bambino di soli 7 anni, e una figlia acquisita di nome Anna, avuta da Elena in una precedente relazione.

Da tempo i due stanno aspettando che la donna ottenga il divorzio dal suo ex marito Rocco, così da potersi finalmente sposare e costruire un futuro felice insieme. Tuttavia, proprio quando le cose sembrano andare per il meglio, una terribile scoperta sconvolge le loro esistenze: il piccolo Paolo è infatti affetto da una rara forma di cardiopatia e la sua unica speranza è il trapianto. 

Rai Fiction

Una scena del medical drama
Diego e suo figlio Paolo

Il bambino viene subito inserito in lista d'attesa, ma quando finalmente riescono a trovare un cuore compatibile, la prima che può riceverlo è Vanessa, una giovane ragazza di 14 anni che si trova in cima all'elenco trapianti. Questa notizia provoca sconforto e rabbia in Diego che, essendo un cardiochirurgo esperto, è consapevole che la ragazza, nonostante sia gravemente malata, può sopravvivere ancora per diverso tempo anche senza il trapianto, mentre suo figlio no. 

Diego decide così di mettere in discussione i suoi principi etici e morali, infrangendo le regole del codice deontologico. Ma qualcuno scoprirà presto il suo errore e lo ricatterà: il medico si ritroverà coinvolto con la malavita, finendo per mettere in serio pericolo tutta la sua famiglia.

Advertisement

Il cast

Rai Fiction

Il cast della serie
Michele Venitucci, Violante Placido e Marco Bocci

Advertisement

Come anticipato, Marco Bocci interpreta il cardiochirurgo Diego Mancini, mentre Violante Placido veste i panni della sua compagna Elena. Presente poi anche Loretta Gocci, nel ruolo di Margherita Ranieri, la madre di Elena. 

A seguire ecco il resto del cast principale con i rispettivi personaggi:

  • Fortunato Cerlino: Cosimo Patruno
  • Bianca Guaccero: Rosa Patruno
  • Michele Venitucci: Rocco Monaco
  • Giovanni Carone: il piccolo Paolo Mancini
  • Gaja Masciale: Anna Monaco
  • Michele Spadavecchia: Mino (Cosimino) Patruno

La programmazione

Fino all'ultimo battito viene trasmesso ogni giovedì in prima serata su Rai1 con due episodi, fino al 28 ottobre.

È possibile seguire la serie anche in streaming sulla piattaforma RaiPlay (previa registrazione gratuita), dove sono già disponibili in anteprima le prime due puntate del medical drama. Il restante degli episodi saranno inseriti sul servizio streaming, subito dopo la messa in onda in TV.  

Advertisement

Quanti episodi ci sono in Fino all'ultimo battito?

La prima stagione del nuovo medical drama targato Rai Fiction è composto da 12 puntate, suddivise in 6 serate.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

The Boys ha costretto Hideo Kojima a bloccare un progetto

Hideo Kojima ha fermato un progetto a cui lavorava da tempo per colpa di The Boys: si è reso conto che era troppo simile alla serie Prime Video.
Autore: Elisa Giudici ,
The Boys ha costretto Hideo Kojima a bloccare un progetto

The Boys ha creato un bel grattacapo al famoso creatore di videogiochi e papà di Metal Gear Solid Hideo Kojima. 

Tramite il suo account Twitter ufficiale, lo sceneggiatore e ideatore di videogiochi giapponese ha raccontato di come sia stato costretto a mettere in pausa un progetto a cui lavorava da lungo tempo. Il motivo? Si è reso conto che era davvero troppo, troppo simile a The Boys, la serie Prime Video dedicata al lato oscuro dei supereroi. 

Sto cercando altri articoli per te...