Freaks Out, ecco il primo teaser trailer del film italiano più atteso del 2020

Autore: Elisa Giudici ,

L'immaginazione diventa realtà e niente è come sembra: con questa promessa suggestiva si chiude il primo teaser trailer ufficiale di Freaks Out, il film italiano più atteso del 2020, o quantomeno quello dalla gestazione più lunga. La complessa e travagliata lavorazione della pellicola è diventata una piccola leggenda del mondo del cinema italiano, tanto da far disperare i più pessimisti di poter vedere effettivamente il film nelle sale. Dopo anni di attesa e un meticolosissimo lavoro di post produzione, il destino ha voluto che la pellicola di Gabriele Mainetti fosse pronta per la fine del 2020, un annus horribilis per il cinema mondiale. Atteso nelle sale italiane per il 16 settembre 2020, il film di Mainetti ha visto assottigliarsi sempre più la concorrenza mainstream internazionale, complice la valanga di rinvii al 2021 e al 2022 dei titoli statunitensi più importanti attesi per le Feste. 

Il mondo del cinema italiano invece sembra voler rimanere saldo sul proprio proposito di non fermare l'attività in sala. Quello di Mainetti insomma è l'unico, grande, italianissimo film di Natale atteso nelle sale nel calendario aggiornato delle uscite. Le prime sequenze mostrate con molta parsimonia dal teaser ne confermano la magnitudo. in una serie di studiati stacchi vediamo tutta una serie di personaggi circensi, buffoni, saltimbanchi; i "freaks" protagonisti del lungometraggio, come da titolo.

Advertisement

Freaks Out Freaks Out Roma, 1943: Matilde, Cencio, Fulvio e Mario vivono come fratelli nel circo di Israel. Quando Israel scompare misteriosamente, forse in fuga o forse catturato dai nazisti, i quattro "fenomeni da ... Apri scheda

Uno dei pochi volti chiaramente riconoscibili è quello di Pietro Castellitto, attore e regista, fresco vincitore a Venezia e con un suo film I predatori, in arrivo nelle sale. 

Advertisement

Le prime immagini di Freaks Out

La visione del teaser lascia con l'acquolina in bocca, ma d'altronde si tratta di un lancio in grande stile del trailer vero e proprio, che sarà disponibile dal 13 ottobre 2020, come annunciato alla fine del filmato. È probabile che nella versione estesa del primo promo potremo capire meglio quasi ruoli ricopriranno gli attori protagonisti della pellicola. Da prime note alla regia, Claudio Santamaria, Pietro Castellitto, Giancarlo Martini e Aurora Giovinazzo formano il quartetto di protagonisti, quattro fratelli che lavorano in un circo romano. Nel cast del film però compaiono anche Giorgio Tirabassi, Max Mazzotta e Franz Rogowski.

Ambientato nella Roma del 1943, Freaks Out racconta la vita di quattro fratelli che si esibiscono nel circo di Ismael. Quando quest'ultimo scompare senza lasciare traccia, i quattro fenomeni da baraccone restano senza guida nella città occupata dalle forze tedesche. Il quartetto di saltimbanchi però non è passato inosservato e anzi rischia di giocare un ruolo cruciale per i destini della città. 

Lucky Red
I quattro fratelli e Ismael
I quattro fratelli e Ismael nella prima immagine promozionale del film

Freaks Out è il nuovo, ambiziosissimo progetto della collaudata coppia Nicola Guaglianone e Gabriele Mainetti: il primo ha sviluppato l'idea e scritto il soggetto, coadiuvato da Mainetti (Lo Chiamavano Jeeg Robot), che ne ha diretto la regia. Il sodalizio tra i due prosegue ininterrotto dal 2006 e ha convinto Goon Films, Lucky Red e Rai Cinema a investire in un progetto molto articolato, lontano dallo standard del cinema italiano attuale. 

Il film arriverà nelle sale italiane il 16 dicembre 2020, distribuito da 01 Distribution. Ospite alla Festa del Cinema di Roma, Mainetti presenterà in anteprima cinque minuti del girato finale del film. 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Rapiniamo il Duce di Netflix copia Freaks Out (e toppa alla grande)

Stesso contesto storico, stessa storia, persino un cast molto, molto simile: Rapiniamo il Duce copia (male) Freaks Out. La recensione del film.
Autore: Elisa Giudici ,
Rapiniamo il Duce di Netflix copia Freaks Out (e toppa alla grande)

Rapiniamo il Duce, diretto da Renato De Maria, narra di un gruppo di perdenti e disadattati ai margini della società che mette insieme il proprio ingegno e incredibili capacità per lottare contro Mussolini nelle ultime settimane della Seconda guerra mondiale: gli ultimi provano a riprendersi la Storia, quella con la S maiuscola, riscattando innanzitutto sé stessi.

Quella di Rapiniamo il Duce sembra ed è la trama di Freaks Out, film di Gabriele Mainetti del 2021. Una pellicola con cui il regista, dopo il successo di Lo chiamavano Jeeg Robot, ha tentato la strada di realizzare un blockbuster in salsa italiana (ne abbiamo scritto nella recensione di Freaks Out) ma gli incassi non gli hanno sorriso. Rapiniamo il Duce è un film prodotto da Netflix, davvero non riuscito, che però almeno raggiunge un traguardo: quello di dimostrare il valore del talento registico e della produzione precisa del film di Mainetti.

Sto cercando altri articoli per te...