Frozen 2: Jennifer Lee prova a fare chiarezza sull'altezza di Olaf

Autore: Rina Zamarra ,
Copertina di Frozen 2: Jennifer Lee prova a fare chiarezza sull'altezza di Olaf

Jennifer Lee ha finalmente fatto luce sull’altezza di Olaf. La regista, che ha lavorato con il collega Chris Buck a entrambi i film di Frozen, ha deciso di intervenire nel dibattito riguardo il pupazzo di neve. 

Come forse sapete, qualche giorno fa uno degli argomenti più discussi su Twitter è stata l’altezza di Olaf. Stando a una ricerca su Google, infatti, il pupazzo di neve dovrebbe essere alto 5 piedi e 4 pollici, vale a dire 1,62 metri.

Advertisement

Tutti i fan di Frozen si aspettavano un’altezza decisamente inferiore. Facendo qualche calcolo, infatti, Elsa e Anna diventano due gigantesse alte più o meno 7 piedi (2 metri e 133 centimetri). 

Dopo aver seguito tutto il dibattito, Jennifer Lee ha deciso di dire la sua: 

Ok, continuano a farmi domande sull’altezza di Olaf. Credo che 5 piedi e 4 pollici sia un refuso. L’altezza di 3 piedi e 4 pollici [circa un metro] è più accettabile. Quanto sono alte allora Anna ed Elsa? Da quello che ricordo Anna è 5 piedi e 5 pollici [1,65 metri circa] ed Elsa è alta 5 piedi e 7 pollici [1,70 metri]. Potrei essermi sbagliata di un pollice o due, ma non certo di un piede o due. 

[twitter id="1204607738434609152"]

Advertisement

Le dichiarazioni di Jennifer Lee metteranno la parola fine alla questione? Sembrerebbe di no. I fan, infatti, continuano a commentare scatenati, facendo battute sulle diverse altezze dei personaggi di Frozen. 

C’è persino chi ha sostenuto ironicamente che ci sarebbe un momento in cui l’altezza di Olaf corrisponde esattamente a 1,62 metri!

[twitter id="1204457231426572288"]

Insomma, c’è ancora molto da scoprire su Olaf. Sapevate, per esempio, che il pupazzo di neve è un grande filosofo? A sostenerlo nel video in testata sono i doppiatori del film originale!

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...